Treviso con bambini: un weekend di magia

Viaggiare con bambini non significa prendere un volo intercontinentale e raggiungere l’altra parte del mondo. A volte, le migliori destinazioni a prova di bimbo si trovano ad una manciata di chilometri da casa.

Noi, ad esempio, avevamo voglia di staccare un po’ la spina, ma volevamo una meta poco impegnativa, non troppo lontana, poco “affollata” e soprattutto a misura di bambino, manco a dirlo! Abbiamo preso spunto da un’offerta soggiorno trovata su Internet: 2 notti in un B&B di Treviso a 99 euro! Bene, detto fatto! Prenotiamo e partiamo!  Ed ora eccomi qui a condividere con voi i dettagli di questo stupendo weekend con bambini: la Marca Trevigiana vista da una mamma. In questo post, troverete tanti spunti su cosa fare, dove andare e dove mangiare con due bimbi piccoli al seguito!

Treviso con bambini: primo giorno

Treviso è stata veramente una piacevole scoperta. Il centro storico è delimitato da Mura cinquecentesche, lungo il cui perimetro corre una cintura di verde e di canali che dovevano servire alla difesa della città. La prima giornata la passiamo esplorando questa città pulitissima e ricca di sorprese. A tratti, ricorda Venezia ma più a misura di… passeggino. Ad ogni angolo, c’è un bar che serve Spriz a tutte le ore. Per i trevigiani, l’aperitivo è una vera e propria istituzione, per cui almeno uno Spriz è d’obbligo, se visitate Treviso.

Il centro storico si visita tranquillamente a piedi, anzi – a piedi se ne coglie forse tutto il fascino e la bellezza discreta. La città è ricca di canali ed angoli storico-architettonici che non si esauriscono in un monumento simbolo. Da non perdere sicuramente Piazza dei Signori, che conserva l’aspetto del vecchio centro di governo comunale. Qui potete anche trovare due o tre grandi Ristoranti-Pizzerie con tavoli all’aperto. Noi li abbiamo scartati perché ci sembravano eccessivamente turistici, ma tantissime famiglie si fermavano lì sia per pranzo che per cena, magari per uno Spriz e una pizza veloce.

In Piazza dei Signori e nelle immediate vicinanze, troverete tutti i più importanti monumenti cittadini: il Palazzo del Podestà, la Torre Civica, il Palazzo del Trecento, la Loggia dei Cavalieri, il Monte di Pietà, ecc. Per i bimbi è stato piacevole passeggiare tra le stradine e lungo i canali. In particolare, vi segnalo una curiosa fontana che ha fatto ridere anche loro e in cui ci siamo imbattuti per caso. Si tratta della Fontana delle Tette (ci si arriva percorrendo la galleria della Strada Romana) e, come suggerisce il nome, è davvero di singolare aspetto!

Per pranzo ci siamo fermati in una delle tante osterie del centro. Un calice di prosecco con pranzo leggero per noi ed un piatto di pasta per i bimbi. I prezzi sono medio-alti, ma l’atmosfera è veramente rilassante, soprattutto se mangiate all’aperto (voi bevete prosecco e i vostri figli rincorrono i piccioni…!).  Prima di rientrare in camera per un piccolo riposino pomeridiano (d’obbligo per le pesti, altrimenti la sera diventano ingestibili), ci fermiamo ai giardini pubblici fuori le Mura. Una sosta meritata per i bimbi, che si divertono a correre nel parco, a dondolarsi sulle altalene e ad arrampicarsi sul castello di legno.

Rientriamo nel B&B, ci riposiamo un paio d’ore e poi usciamo per cena.  Optiamo per un ristorante-pizzeria poco distante dalle Mura e dalla Stazione. Si chiama OROBASILICO e fa parte del complesso alberghiero Maggior Consiglio.  Per quanto la prima impressione sia “oddio, troppo elegante per una famiglia con due bimbi!”, il locale è attrezzatissimo per i piccoli ospiti e c’è un servizio gratuito di intrattenimento bambini nella sala “al Castello Incantato”, attrezzata e assistita. Potete decidere di restare li con i vostri bimbi, oppure lasciarli nelle mani delle gentili donzelle e andare a godervi la vostra cena! Ecco l’indirizzo: Via Terraglio 140, Tel 0422/409450, www.orobasilico.it .Dopo cena, gelato veloce in centro e poi a nanna. Le piccole pesti crollano…

Treviso con bambini: secondo giorno

Il giorno seguente lo dedichiamo interamente al divertimento dei nostri cuccioli.  Come tutti i genitori sanno, la giornata per le famiglie comincia presto! Noi non facciamo eccezione e alle 9 siamo in auto, diretti verso il Parco Primo Sport 0246 (Strada del Nascimben 1/B). Si tratta di un parco laboratorio per bambini, creato dal comune di Treviso in collaborazione con il CONI. L’area adibita ai più piccoli, il cui accesso è completamente gratuito, è composta da vari percorsi tematici (la Valle degli Gnomi, la Palestra, il Percorso Sprint, il Castello, ecc), ognuno dei quali mirato a sviluppare le capacità motorie dei bimbi. Volendo passare lì tutta la giornata, c’è anche una piscina (a pagamento).

Noi siamo restati fino a mezzogiorno circa, poi di nuovo in macchina diretti al Montello, la zona collinare di Treviso, dove è possibile fare delle belle passeggiate e, se si è fortunati,  imbattersi in scoiattoli, lepri e caprioli.

Ed ecco la vera scoperta di questa breve gita fuori porta! Un luogo fuori tempo, sembra quasi sospeso tra sogno e realtà… l’Osteria ai Pioppi, un vero paradiso per grandi e piccini! E’ una trattoria immersa nel bosco, a Nervesa della Battaglia.

Ha una zona “self-service”, che trasmette tutta la genuinità del posto, ed un’altra invece adibita a ristorante vero e proprio. Ovviamente, noi abbiamo optato per la zona self-service a: una marea di tavoloni e panche all’aperto, un bancone lunghissimo, con cucina a vista, ed il Sig. Pioppi alla cassa che fa i conti a mente e per ogni pietanza che ordini ti dà un cartellino di colore diverso da consegnare poi al bancone. Qui, uno stuolo di mamme cuoche ti preparano le pietanze e servono il tutto su vassoi improvvisati. Con una spesa veramente minima, è possibile gustare polenta, braciola, soppressa, formaggi, fagioli, funghi, e tanto altro. Per gli adulti, da non perdere il “secio” di vino della casa. Ottime poi le ciambelle ed il caffè corretto!

Ma la cosa sorprendente è il grande parco giochi dell’osteria, un luogo magico, a metà tra un luna park degli anni ’60 ed un’esposizione di giochi da recupero: scivoli altissimi, altalene di corda, liane sopra pozze d’acqua e gabbie che girano a 360 gradi! Le parole non possono descrivere la magia di questo posto… e forse neanche le foto rendono giustizia!

I bimbi non volevano più andare via e alle 17 abbiamo dovuto caricarli di peso in auto. Ovviamente, sono crollati subito e hanno anche riposato un’oretta una volta arrivati in B&B.

In serata, cena al Gargantua’s, ristorante dalle grandi dimensioni e dallo stile inconfondibile. Appena arrivati, i bimbi sono rimasti letteralmente a bocca aperta davanti all’enorme statua di Gargantua che mangia una pecora… La statua è alta quanto l’edificio che ospita il ristorante e cela una bella leggenda da raccontare ai bimbi durante la cena…

Al piano superiore, c’è una sala giochi dove i più piccoli possono divertirsi in tutta sicurezza. Ma, visto che era bel tempo, ci siamo spostati nel bellissimo giardino, dove si può cenare in una gigantesca scacchiera circondati da dadi, pedoni, cavalli, re e tanti altri personaggi. Anche all’esterno i bambini hanno innumerevoli giochi a disposizione, compreso un trenino elettrico che gira attorno al lago,  una pista di motociclette ed un’area morbida con tanto di piscina di palline.  Il locale è appena fuori Treviso, ma in auto ci si arriva in 10 minuti al massimo. Ecco l’indirizzo: Viale Gian Battista Cima 1 – Paese (TV). Tel. 0422 481005.

Treviso con bambini: terzo giorno

Ultimo giorno di questo fantastico weekend. Dopo colazione, ci avviamo al Parco degli Alberi Parlanti. Si tratta di una struttura interattiva e multimediale, che si trova in uno splendido parco storico di circa 56.000 mq, a pochi chilometri dal centro città. Il Parco si articola attraverso diversi spazi. Il percorso Cuccioli, Maghe & Cavalieri,studiato per accompagnare bambini e ragazzi alla scoperta del mondo medievale (durata 1 ora e 15’, sempre accompagnati da un animatore). All’interno della splendida Cedraia è possibile visitare il Museo del Precinema e divertirsi, nel Laboratorio, a costruire prototipi; inoltre si può entrare nello studio del giovane Leonardo da Vinci, affollato di invenzioni fantastiche. E infine troviamo la sezione Cuccioli & Dinosauri, che ospita una decina di dinosauri a grandezza naturale. Le guide del parco raccontano usi e costumi di questi animali e a tutti i bambini viene dato il “Taccuino del Paleontologo” dove potranno farsi timbrare, una ad una, le prove superate (ad esempio ricostruire lo scheletro di un dinosauro oppure mettere una mano dentro la bocca del T-Rex).

Biglietto intero 6,00 euro, per i bambini fino ai 3 anni l’ingresso ègratuito. Disponibile una speciale OFFERTA FAMIGLIA: per le famiglie che acquistano 3 biglietti il quarto costa 1 euro. Info: tel. 0422.694046 – www.parcodeglialberiparlanti.it 

E’ purtroppo ora di tornare a casa… I bimbi non vorrebbero, noi nemmeno. Ma il dovere ci chiama. Lasciamo Treviso e le sue meraviglie, sperando di poter rivivere presto altri momenti ed altri luoghi così magici – sia per noi che per i nostri piccoli. Arrivederci al prossimo viaggio!


Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

19 Responses to Treviso con bambini: un weekend di magia

  1. Pingback: I Colori della Magia al Parco degli Alberi Parlanti « The Family Company

  2. Provincia di Treviso Rispondi

    03/09/2011 at 12:37

    Sono d’accordo che Treviso è un posto fantastico per trascorrere le vacanze con i vostri familiari.

  3. Pingback: Una magica festa in famiglia | The Family Company

  4. Treviso Tourism Rispondi

    10/10/2011 at 12:00

    Sono felice che i vostri bambini hanno una grande volta a Treviso.

  5. lorena Rispondi

    04/11/2011 at 13:14

    Wow, complimenti!!! Io abito a Treviso e ho due bimbi piccoli, quello che avete fatto voi in due giorni noi l’abbiamo fatto in due anni!!!

    • The Family Company Rispondi

      04/11/2011 at 13:19

      Lorena grazie mille! Il complimento vale doppio, visto che vivete proprio a Treviso. E complimenti a voi, è un bellissimo posto, con tanto da offrire anche ai piccoli visitatori. Noi siamo stati proprio bene bene bene… Ci torneremo presto!

  6. Pingback: In viaggio con Leonardo tra scoperte e invenzioni | The Family Company

  7. Pingback: Una notte tra i colori della magia | The Family Company

  8. Pingback: Treviso, a caccia di invenzioni con Leonardo Da Vinci | The Family Company

  9. Pingback: A Treviso, per recuperare i Colori del Natale | The Family Company

  10. loredana Rispondi

    12/12/2013 at 21:39

    bel racconto di viaggio davvero mi intriga ad andare con i miei bimbi e marito……non hai menzionato l’agriturismo/B&b……come si chiama???? vorrei andare anche io e avevo optato x Il Cascinale…vicino all’aereoporto….grazie x un gentile consiglio:-)
    Loredana
    Ico, 3 anni
    Ale 6 anni

    • Valentina Cappio Rispondi

      16/12/2013 at 11:00

      Ciao Loredana! grazie mille per le tue gentili parole. Il B&B non l’ho nominato perchè, purtroppo, non mi ci sono trovata molto bene… Però a Treviso non farai fatica a trovare una soluzione adatta alla tua famiglia. Il Cascinale non lo conosco; solitamente mi fido molto delle recensioni su Tripadvisor o Booking per scegliere la struttura dove alloggiare. Se hai bisogno di una mano, scrivimi pure in privato. A prestissimo!

  11. Claudia Rispondi

    08/05/2014 at 21:48

    A belluno…o attorno a belluno…sai cosa si può andare a vedere con due bimbe piccole?
    ciao:-)

    • Valentina Cappio Rispondi

      08/05/2014 at 22:08

      Ciao Claudia! No, purtroppo Belluno mi manca. Ma mi hai fatto venire voglia di andarla a scoprire…

  12. Paola Rispondi

    20/09/2014 at 11:23

    Complimenti, sono nata e cresciuta a Treviso ed ho sempre ammirato la mia città ma sentirla “raccontata” così mi ha fatto pensaredi nnon conoscerla così bene!
    Ottimo lavoro e dritte su alcuni posti a me sconosciuti e dove porterò sicuramente il mio cucciolo.
    Si accettano suggerimenti anche su altre città.
    Paola

    • Valentina Cappio Rispondi

      20/09/2014 at 11:40

      Ma grazie Paola! Che onore detto da una local!
      Se ti va, sul blog troverai tanti suggerimenti su molte altre città. Sia in Italia che all’estero. Sono divise per tipologia di vacanza (mare, divertimento, montagna, città d’arte) oppure per località (regioni in Italia e Paesi all’estero).
      Un abbraccio e salutami la bella Treviso!

  13. Antica Osteria Zanatta Rispondi

    02/03/2016 at 20:20

    complimenti per l articolo .. Treviso è magica e alla portata di famiglie e bambini. Vi aspettiamo alla prossima gita a Treviso e provincia. Passateci a trovare che vi faremo conoscere anche la nostra realtà. Siamo un ristorante a conduzione famigliare e oltre ad avere spazio giochi sia interno che esterno organizziamo almeno una volta al mese degli eventi per famiglie con animazione gratuita 🙂
    ti aspettiamo!

  14. martina sandrin Rispondi

    14/08/2016 at 17:29

    Ciao Valentina ? bellissimo il tuo articolo molto piacevole complimenti..
    infondo cosa c’e’ scritto appena entri a Treviso?? Treviso…SE LA VEDI TI INNAMORI
    La prossima volta che passi da queste parti ti ospitiamo volentieri a Castelfranco Veneto la mia città. .assolutamente da vedere!!!! Piccolina ma tanto carina..
    Bacioni

    • Valentina Cappio Rispondi

      24/08/2016 at 14:12

      Grazie Martina! Ho un’ottima scusa per tornare allora Un abbraccio e a prestissimo! <3

Rispondi a Claudia Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *