Elba, l’isola che sussurra

Isola d’Elba.  Tra storie antiche e leggende tramandate, la sua terra sussurra. E il mare ascolta. E l’aria riecheggia. E il sole accarezza.

Mare Cobalto Isola Elba

Non si arriva sull’Isola d’Elba per caso, c’è il mare di mezzo. Ci si va con intenzione. Ma, il più delle volte, si arriva impreparati e si resta sorpresi da ciò che vi si trova. Quest’isola è fragile e forte allo stesso tempo, è aperta, è attraente. E’ silenziosa, allegra. E’ una libro da leggere lentamente, pieno zeppo di pagine ed immagini, tutte diverse: piccoli comuni, borghi arroccati, calette nascoste, natura selvaggia. La maggior parte dei turisti dicono di saperlo, poi vanno ad intasare le solite spiagge, le solite strade, le solite giornate passate stesi a prendere il sole. E nulla più. Eppure, eppure c’è così tanto da scoprire…

Tramonto Isola Elba

Panorami che tolgono il respiro e che si svelano con timidezza quasi reverenziale dopo ogni curva. Perché, per chi non c’è mai stato, anche le strade, all’Isola d’Elba, sorprendono: una serie infinita di curve e tornanti che regalano scorci davvero indimenticabili, da vivere lentamente. Senza fretta di arrivare alla meta. Da percorre per il puro piacere di andare. E di fermarsi. Per osservare, immortalare. Per respirare l’infinito.

Il cibo, quello profumato, quello che viene dal mare.

Alici Fritte Isola Elba

Il silenzio delle spiagge che si svuotano durante la bassa stagione, quando ti senti tutt’uno con l”isola e con i suoi orgogliosi isolani. La sabbia umida che ti scivola tra le dita, la calma, la quiete.

Elba spiaggia naregno secchiello

I boschi che incantano e che, talvolta, si trasformano in opere d’arte a cielo aperto. Restate in allerta, perché potrebbe succedere di fare incontri inaspettati e persino imbattesi in un dinosauro pietrificato!

Coccosauro Isola Elba

E ancora, le stradine deserte di borghi dimenticati, quasi sospesi tra cielo e mare. Un tuffo indietro nel tempo. Dove il cuore si calma. E l’anima si ristora.

Borgo Isola Elba

E poi… e poi…  E poi, ho tanto ancora da raccontarvi. Aspettate solo fino a Lunedì prossimo…

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

12 Responses to Elba, l’isola che sussurra

  1. erdematt Rispondi

    17/09/2012 at 12:55

    Grazie a chi scrive di luoghi che hanno inciso nell’Anima di questo piccolo insignificante essere pagine indimenticabili in una settimana di settembre piena di colori, sensazioni, sentimenti che dimenticar davvero non potrò…
    Grazie Family & Co.
    Sinceramente…

    • The Family Company Rispondi

      17/09/2012 at 14:18

      Ciao Ernesto. Grazie infinite per le tue parole. E’ proprio vero, quest’isola trasporta attraverso colori e sensazioni difficili da dimenticare. Un abbraccio forte a te e alla tua bella signora.

  2. Tiziana Rispondi

    17/09/2012 at 15:28

    Già, grazie a chi scrive perché attraverso i tuoi racconti i luoghi assumono sempre un alone di magia e fa venire la voglia d’esserci. L’isola per definizione ha un fascino tutto da scoprire per me. Un bacio

    • The Family Company Rispondi

      17/09/2012 at 15:30

      Grazie Tiziana. Sono le vostre parole ad essere un po’ magiche. E mi fanno venir voglia di continuare a scrivere. Un abbraccio!

  3. Pingback: L’Isola dei Bambini: Elba for Kids #elba4kids | trippando

  4. Pingback: Elba, l’isola che sussurra | Gazzetta Elbana | Scoop.it

  5. Pingback: Elba, l’isola che sussurra « Isola Etica

  6. Isola Etica Rispondi

    18/09/2012 at 11:49

    Un abbraccio dall’isola che sussurra! E grazie per le vostre parole, che toccano i nostri cuori fieri e – per certo – invoglieranno i vostri amici lettori a venirci a visitare. Noi vi riserveremo accoglienza e tante altre novità. La prossima sarà? Seguiteci su http://www.gazzettaelbana.com

    Ciao,

    Angelo ed Emilia

    • The Family Company Rispondi

      18/09/2012 at 12:33

      Angelo ed Emilia, grazie a voi per l’ospitalità. A breve, sul blog parleremo anche di Art Into The Park. Un’esperienza che è rimasta impressa nei nostri cuori. Continuate a seguirci anche voi. E fateci sapere tutto sui vostri eventi! Mi raccomando. Un abbraccio e a presto, spero

  7. Emilio Rispondi

    22/09/2012 at 09:12

    non ho mai avuto la fortuna di andarci, sicuramente di gran fascino, molto bello il coccodrillo specialmente la testa saluti Emilio sito web dinosauridisasso

    • The Family Company Rispondi

      23/09/2012 at 09:45

      Grazie Emilio per essere passato di qua. Divertente il nome del tuo sito… vado a cercarmelo, mi hai incuriosita! A presto, spero!

  8. Pingback: 20 idee per imparare viaggiando | The Family Company

Rispondi a Emilio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *