Viaggio nella Vera Grotta di Babbo Natale

Strani rumori rompono il silenzio del bosco. Passi giocosi, foglie che si spezzano, un corno che suona. Piccole creature si affacciano tra gli alberi con fare brulone. Sono i Twergi, i folletti che  – da secoli -abitano le  montagne di Ornavasso. Si racconta che siano depositari di antiche leggende e conoscenze preziose: pare che siano gli unici, infatti, a poter entrare nella Grotta che ospita Babbo Natale.

E allora, bambini, per poterlo incontrare, in Twergi vi dovete trasformare! Ed una formula magica dovrete imparare! Il percorso non sarà facile… ci saranno prove da superare, boschi da esplorare, personaggi misteriosi da incontrare, segreti da custodire…

Ed è cosi che la fantasia galoppa. L’incantesimo si compie. Il sogno di tutti i bambini diventa realtà. E non è solo l’antica cava di marmo ad ospitare la magia del Natale. Un interno paese, Ornavasso, si trasforma e accoglie tra le sue stradine ed i suoi sentieri bambini di tutte le età, per condurli in un luogo che, per fortuna, c’è. Esiste per davvero!

Una mappa ci indica la strada: lungo il Sentiero del Boden, si arriva fino al Santuario della Madonna della Guarda, dove ci  aspetta uno strano personaggio, Messer Gatto Teodoro. Si dice che Messer Gatto conosca i Twergi  di persona, sa come avvicinarli ed è in possesso persino della formula magica per entrare nella Grotta di Babbo Natale!

Fa un po’ paura, è vero. Ma ci facciamo coraggio. Stretti intorno a lui, ascoltiamo con attenzione ciò che ha da svelare: eh si! Dobbiamo proprio imparare la formula magica per incontrare Babbo Natale, ma lui – ahimè – ne conosce solo metà. Ci spiega però come fare per completarla: bisogna rivolgersi ai Twergi Saggi, che ne custodiscono l’altra metà!

I Twergi potranno essere avvistati solo dopo aver percorso un sentiero tortuoso…

…. dopo aver superato la boscaglia più fitta…

… ed aver accarezzato le renne  di Babbo Natale…

Si arriva infine nel loro Villaggio. Qui, ci aspettano pazienti Murut, Demok e Basnat – i simpatici folletti che ci aiuteranno nella prova finale: percorrere con coraggio i tortuosi cunicoli del Villaggio, imparare la formula magica per intero e urlarla con quanto fiato abbiamo in gola non appena vediamo una luce che brilla. La trasformazione è completa. Ora siamo Twergi anche noi! E, a prova di ciò, ci viene consegnato un medaglione magico: ci servirà per raggiungere la nostra meta speciale e giungere al cospetto di Babbo Natale…

Ecco, ci siamo! Il cuore batte un po’ più forte. L’emozione è tanta e il solo pensiero di riuscire ad incontrare il Babbo più famoso del mondo ci fa toccare il cielo on un dito! Ci sono solo 200 metri di tunnel che ci separano, ormai…

Shh! Ascoltate! Lo sentite questo tintinnio? Si, bravi! Avete indovinato! E’ il suo campanaccio…

Forza, su. Senza indugio. Ci sta aspettando! Sarà laggiù, dove si intravedono quelle soffuse lucine colorate! Corriamo e, come per magia, ci ritroviamo catapultati in un grandioso Salone, tutto di Marmo: enormi pacchi regalo, una slitta ed un maestoso albero di Natale incorniciano il trono sui cui è seduto Babbo Natale. In carne e ossa!

Vera grotta di babbo natale ornavasso

Una carezza, una foto ricordo e poi via… ad imbucare la letterina. Ma le sorprese non sono finite: ai bambini buoni, Babbo Natale consegna un piccolo dono. Per suggellare questa nuova, immensa amicizia…!

Eh si, a volte le favole si avverano. Basta davvero poco…

 

N.B. Se state pensando di far vivere anche ai vostri bimbi questo magico viaggio nel Natale di Ornavasso, ho preparato una mini-guida con suggerimenti pratici su come organizzare il percorso, dove mangiare, dove dormire e, soprattutto, come evitare di arrivare ad Ornavasso e scoprire che i biglietti sono esauriti Per ulteriori informazioni, vi rimando anche al sito dell’evento.

___________

Potrebbero anche interessarvi:

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

21 Responses to Viaggio nella Vera Grotta di Babbo Natale

  1. Francesca Rispondi

    27/11/2012 at 10:54

    Ci siamo stati l’anno scorso e il Gatto non me lo ricordo! Quasi quasi ci torniamo quest’anno… l’unica cosa che mi spaventa è la fila da fare…

  2. The Family Company Rispondi

    27/11/2012 at 11:27

    Ciao Francesca. E’ vero, la gente c’è ed è tanta. A questo proposito, sto scrivendo una mini-guida all’evento, proprio per far capire a tutti come funziona il percorso e come organizzare al meglio la giornata o il weekend. Stay tuned!!

  3. viaggideirospi Rispondi

    27/11/2012 at 11:32

    Bellissimo vederli correre nei boschi! Si sente già la magia del Natale!! Fai venire voglia di portare il Rospetto!!

    • The Family Company Rispondi

      27/11/2012 at 11:40

      Ale, te lo consiglio vivamente. Un’esperienza magica per i bimbi, nonostante la fila 🙂 E mi sono divertita anche io!!!

  4. e chi lo sapeva dell’esistenza di questo posto?! i miei bimbi pelosi dubito apprezzerebbero ma passo la dritta a qualche amica che farà ai pargoli una sorpresa magnifica!!

    • The Family Company Rispondi

      28/11/2012 at 07:05

      Magari i tuoi bimbi pelosi apprezzeranno se ce li porti dopo le feste natalizie… al di là della grotta di Babbo Natale, è un luogo splendido, tra montagne, boschi e tradizioni ancestrali. Si divertirebbero un mondo a correre nella boscaglia, ne sono sicura! Grazie di cuore per essere passata di qua…

  5. Lizzina Rispondi

    27/11/2012 at 21:24

    Bellissimo, anche noi ci siamo stati l’anno scorso e Tia ha vissuto tutto proprio come una magia. Ci torneremo quest’anno di sicuro!

    • The Family Company Rispondi

      28/11/2012 at 07:06

      Affrettati! Ho letto che i biglietti sono in esaurimento! Un abbraccio e grazie per essere passata di qua!

  6. Pingback: Grotta di Babbo Natale di Ornavasso: Mini Guida | The Family Company

  7. Tiziana Rispondi

    28/11/2012 at 09:54

    Ma quante cose insolite e carine ci sono. Questa poi…

  8. Vale Rispondi

    02/12/2012 at 14:39

    Io avrei già prenotato ma non sapevo di questo sentiero nei boschi…
    La quattrenne ne sarebbe entusiasta ma come faccio con la sorellina nel passeggino?

    • The Family Company Rispondi

      02/12/2012 at 14:50

      Ciao Vale! Hai fatto benissimo a prenotare! Dunque, il sentiero nei boschi non è proprio impossibile da fare con il passeggino, ma preparati a spingere e a bloccarti tra radici e sassi e a spingere ancora. Una faticaccia, ma secondo me ne vale la pena. Se con te c’è un altro adulto, allora il gioco è fatto. Alla peggio, potreste dividervi. Uno va con la quattrenne su per il bosco e l’altro sale fino alla grotta con il passeggino, seguendo la viabilità normale (dal santuario, segui le indicazioni per la cava). Oppure, potresti lasciare il passeggino alla cava e salire su con una fascia o un marsupio o qualunque altro oggetto ti permetta di trasportare in braccio la più piccola. Il mio consiglio spassionato è di andare per il bosco… Magari vi fate una bella sudata ma regalerete alle vostre bimbe una splendida giornata! Cosa si fa vero per i figli?? Divertitevi e fammi sapere come va!

  9. Pingback: Hotel Pesce d’Oro di Verbania: suggestioni in riva al lago | The Family Company

  10. Pingback: Speciale weekend 6-9 dicembre: dove andare con i bambini | The Family Company

  11. Asia Rispondi

    10/12/2012 at 01:56

    Grazie per la segnalazione, ci siamo stati oggi ed è stato davvero straordinario… bellissimo anche il posto con il sole e le montagne innevate. Per i nostri due bimbi, di 4 e 6 anni, è stata davvero un’emozione continua!!! E anche per noi. Finalmente un evento pensato anche per loro… a noi adulti piacciono anche i mercatini però i bimbi solitamente si annoiano…qui hanno fatto delle esperienze, quindi grazie per la segnalazione perchè è stata davvero una magia!!! E quanto ne abbiamo bisogno anche noi grandi! Vorrei ringraziare anche tutti i “twergi” (si scrive così?) sul percorso, davvero gentili, sorridenti… davvero una gran bella giornata

    • The Family Company Rispondi

      10/12/2012 at 10:42

      Asia ma che bella testimonianza! Grazie a te per aver condiviso con noi la vostra bella esperienza. I tuoi bimbi hanno esattamente la stessa età dei miei! E anche noi, come voi, abbiamo passato una magica giornata! Quante cose in comune eh? Un abbraccio e un augurio di un sereno Natale a voi tutti.

  12. Pingback: E i bambini si trasformarono in Elfi | The Family Company

  13. Pingback: Casa di Babbo Natale & Accademia degli Elfi: Mini Guida | The Family Company

  14. Pingback: Mercatini di Natale: Canale di Tenno (Tn) | The Family Company

  15. Pingback: Mercatini di Natale italiani da non perdere! - Blogmamma.it

Rispondi a viaggideirospi Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *