Expo con bambini: ecco la guida #FamilyExpo2015

guida family 1

Vista di Expo dal tetto del padiglione Usa

Fin da maggio, frequentandolo regolarmente, ci siamo accorte che l’Expo di Milano – per la sua tematica così importante anche dal punto di vista educativo, per le tante attività pensate apposta per i bambini e per i servizi family-friendly – era un luogo interessante non solo per gli adulti.

Tantissimi, italiani e stranieri, hanno scelto una visita in famiglia, e per questo abbiamo pensato di aiutare con dei consigli chi volesse venire in Expo con i bambini.

Da mesi stiamo costruendo su questo  blog una lista con dei piccoli suggerimenti che possano essere utili per intrattenere o interessare i bambini, soprattutto quando sono più stanchi, o in padiglioni che possono essere belli ma magari troppo difficili.

Ho provato a guardare a Expo con occhi diversi pensando «Se io venissi con mia figlia, qui cosa potrebbe interessarla? Cosa potrebbe accendere la sua attenzione?». Gli spunti raccolti sono molti, e alcuni vanno bene per bimbi piccoli (le mie hanno quasi tre e un anno), altri per i più grandi, e sicuramente è più facile con i bambini in età scolare: il nostro post 101 cose da fare coi bambini in Expo non è una lista da seguire interamente, ma è una grande scatola in cui pescare quello che può essere più adatto, oppure un aiuto da consultare per facilitare un percorso scelto per gli adulti.

guida family 2

Gran Bretagna

guida family 3

Paesi Bassi

Nonostante tutto questo lavoro, la nostra visita non è stata facile. Ci siamo accorti che, per chi entra per la prima volta, molte altre informazioni possono essere preziose:
Dove posso fermarmi per una sosta o uno spuntino?
In che ordine visitare i padiglioni prescelti?
Cosa vedere in base all’età del mio bambino?
C’è il modo di evitare alcune code che possono superare i 40 minuti di attesa?

guida family 4

Area family a Cascina Triulza

Anche per questo abbiamo scelto di aderire alla proposta di Marta Ferrari del blog FamilyLife che ha riunito un gruppo di blogger per realizzare una vera e propria guida Family Expo 2015. Ed ecco cosa ne è uscito – una guida, gratuita e scaricabile in qualsiasi momento, piena di suggerimenti utili per chi volesse visitare Expo insieme ai propri bambini.

–> clicca qui per scaricare la guida #FamilyExpo2015

copertina

Ci trovate la segnalazione di tutte le aree “di servizio”, da quelle più pubblicizzate a marchio Chicco a quelle meno conosciute e sfruttate ma molto belle, come quella all’interno di Cascina Triulza. Trovate delle mini – schede per ogni padiglione con la segnalazione della presenza o meno di attività e servizi dedicate ai bambini.

Trovate anche delle proposte di itinerari, in base al vostro ingresso di partenza e alla fascia d’età dei vostri figli.

Non è un lavoro esauriente, ma sicuramente una traccia per orientarsi in tranquillità.

Speriamo che vi sia utile!

guida family 5

Israele

Cos’altro dire? Buon Expo con bambini!

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

6 Responses to Expo con bambini: ecco la guida #FamilyExpo2015

  1. Davide Rispondi

    27/08/2015 at 07:31

    Bella la guida. Grazie!
    Un unico commento: segnalerei che i passeggini gratuiti vengono distribuiti soltanto all’ingresso Triulza.
    Io e la mia famiglia siamo entrati all’ingresso Fiorenza e, dopo aver camminato per tutto il ponte sulla ferrovia, una volta dentro, siamo stati informati di dover uscire da Triulza, prendere il passeggino e rientrare. Il servizio di controllo all’ingresso, per fortuna, è stato molto collaborativo.

  2. Angela Rispondi

    10/09/2015 at 12:01

    Buongiorno Valentina
    per le code come la mettiamo?
    Sia per entrare all’Expo che per i padiglioni avete qualche consiglio
    Io ho due bimbi di 5 e 9 anni…mi piacerebbe portarli ma non vorrei fosse solo una faticata…
    Ci sono dei padiglioni dove le code sono sopportabili?
    Grazie
    Saluti
    Angela

    • Valentina Cappio Rispondi

      10/09/2015 at 14:07

      Ciao Angela,
      purtroppo è molto difficile darti una risposta. Le code ci sono e non si possono evitare. Il mio consiglio è di a)evitare i weekend e le sere (a tutti fanno gola i biglietti ridotti) e b)di non fare troppi programmi sui padiglioni – vai e semplicemente decidi in base alle code del momento. Se dai uno sguardo al nostro articolo sulle 101 cose da fare con i bambini ad Expo troverai qualcosa di carino un po’ ovunque.
      Fammi sapere come va. A presto!
      Valentina

  3. Marta Zanella Rispondi

    10/09/2015 at 15:13

    ciao Angela,
    la maggior parte dei padiglioni permette ai bambini piccoli in passeggino di saltare la coda, è sufficiente chiedere agli addetti, all’ingresso o al lato della coda. A volte è segnalato un accesso riservato per sedie a rotelle, vale anche per i passeggini.
    Molti però vanno a discrezione: alcuni fanno passare tutti i passeggini, anche se trasportano bimbi relativamente grandicelli (come mi pare sia il caso del tuo), altri fanno storie anche con i più piccoli: se trasportati nel marsupio e non in carrozzina/passeggino non danno la precedenza.

    Se posso permettermi qualche consiglio: alcuni – come ad esempio gli Emirati Arabi, il Kazakhstan e il Giappone – in alcuni momenti segnalato 2 o 3 ore di coda: saranno belli, ma nessuno secondo me vale la pena di perdere tutto quel tempo. Ci sono padiglioni meno noti che vale la pena puntare.
    Ho appena visto quello dell’UE, in un giorno in cui l’adiacente padiglione Italia aveva un’ora di cosa, quello dell’Ue aveva circa 15 minuti. Tutta la vita questo, direi.
    Anche quello dell’Angola è molto ricco e bello.
    Il Food Lab di Confindustria sul cardo è pensato apposta per i bambini e non c’è praticamente mai coda.
    Quello degli Stati Uniti è snobbato da tutti dicendo che non c’è niente, ma tutti fanno il primo piano che effettivamente è deludente. Saltatelo, accedi direttamente al “cinema” dal retro” e fate quel percorso dei video sotto. No coda, qualche contenuto simpatico e a misura di bambini.
    Se riesci a prenotare prima sul sito le torri svizzere, eviti la coda anche lì.
    Insomma, è fattibile, se non ci si impunta a voler vedere quei 3 o 4 che vogliono fare tutti…

  4. Laura Rispondi

    24/09/2015 at 11:31

    Ciao,
    nella guida, nella sezione in cui descrivete i padiglioni ci sono delle stelle a fianco di ogni padiglione. Cosa significano? la bellezza del padigioline, il fatto che siano per bambini…?

    Grazie

Rispondi a Marta Zanella Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *