La Vendemmia con i bambini. L’iniziativa Cantine Aperte Junior

vendemmia per bambini cantine aperte

Il 2016 è stato per noi l’anno dei vigneti.

Nulla di pianificato, è nato casualmente, con il viaggio di primavera, quello che organizziamo quando iniziamo a proiettarci nell’idea dei viaggi e dei weekend della bella stagione, con la prospettiva di allegerirci della giacca.

Quest’anno la scelta è caduta su Bordeaux, in Francia, e oltre alla bella città, dove ogni pausa era scandita da un calice di degustazione, ci siamo trovati a scoprire anche la campagna e i vigneti che circondano il villaggio medievale di Saint Emilion, famoso perché Patrimonio Unesco e per i suoi vini.

vendemmia per bambini cantine aperte

I vigneti di Saint Emilion

Poi è arrivata l’estate, con il nostro viaggio on the road sul Solero, il nostro campervan arancione che ci accompagna da oltre due anni.
Abbiamo scelto di nuovo la Francia, che ci aveva già conquistato per l’attenzione ai camperisti e per il ritmo lento delle sue campagne. E quasi per gioco la scelta di restare in tema wine lover ci ha portato tra i filari, le cantine e i vini di Borgogna.

vendemmia per bambini cantine aperte

Vigneti della Cote de Nuits, in Borgogna

 

Potevamo non chiudere l’avventura con una giornata autunnale decisamente simbolica in questo percorso, con la vendemmia?

L’idea ci è arrivata da Alessandra de I viaggi dei Rospi e così abbiamo cercato chi in Lombardia – la regione in cui abitiamo – proponesse un programma specifico per le famiglie e i bambini per l’iniziativa Cantine Aperte in Vendemmia.

Noi ci siamo mossi una decina di giorni prima della domenica in cui avremmo voluto partecipare, e quasi tutte avevano già i posti disponibili al completo.
Il nostro consiglio quindi è di informarsi con un buon anticipo, ed eventualmente essere elastici sulle date. Spesso infatti le cantine ripetono l’iniziativa della vendemmia aperta per tutte le domenche di settembre, e alcune anche per l’inizio di ottobre.

La vendemmia dei bambini

La vendemmia dei bambini

Il vino di Milano

Abbiamo partecipato alla vendemmia alla Cantina Pietrasanta, a San Colombano al Lambro (ma ci siamo riproposti di visitare in futuro anche altre in altre zone, dalla Franciacorta all’Oltrepo pavese…).
La particolarità dei vini di San Colombano è che sono gli unici DOC della provincia di Milano, ed è per questo che è chiamato anche “il vino di Milano“.

La giornata è iniziata in tarda mattinata, al punto di raccolta ai margini del vigneto dove ci hanno dotato di cesoie, in taglia standard per gli adulti e small per i bambini, e consegnato a ogni famiglia una cassetta per la raccolta dell’uva.

vendemmia per bambini cantine aperte

Pronti, via! Partiti dal margine di un filare – io e Clarotti da un lato, il papà e Nene dall’altro – la nostra vendemmia è iniziata.

Nene, che ormai ha 4 anni, un po’ tagliava i grappoli dalla vite, un po’ aiutava a depositarli nella cassetta. Clara, la nostra monella duenne, è partita entusiasta a riempire il contenitore, poi ha deciso che le piaceva di più seguirci riempiendo il pancino.

vendemmia per bambini cantine aperte

E così è arrivata l’ora del pranzo: sotto un tendone allestito per proteggere dal sole ancora caldissimo, nonostante l’autunno ufficialmente iniziato, la Cantina aveva previsto un menù a base di formaggio e salumi, lasagne, salamelle e pomodori, torta casalinga e, per gli adulti, la degustazione di quattro vini della casa: due bianchi e due rossi, due fermi e due mossi.

vendemmia per bambini cantine aperte

Quando i bambini hanno iniziato scalpitare e lasciare i tavoli, è scattata l’animazione a base di “baby dance“, mentre nel prato comparivano tinozze e vasche in cui si riversava l’uva raccolta.

cantine aperte vendemmia con bambini

L’animazione per i bambini, dopo il pranzo

Al grido di “via le calze e le scarpe” i bimbi si sono messi in fila e lanciati nelle tinozze, a schiacciare i grappoli e sentire gli acini morbidi sotto i piedini, che pian piano affondavano nel succo e in quello che si stava trasformando in mosto.

vendemmia per bambini cantine aperte

La festa è andata avanti tra musica e risate, e alla pigiatura hanno partecipato anche gli adulti, mentre a fianco i bimbi ascoltavano il racconto della storia del vino.

cantine aperte vendemmia con bambini

Dopo i bimbi, tocca ai grandi

Le persone, le risate, il profumo dell’uva nell’aria, la musica e i balli, i giochi dei bambini e un po’ di vino nel sangue: non è stato difficile immaginare come la pigiatura del vino potesse, una volta, diventare davvero una festa di piazza per tutto un paese.

L’iniziativa Cantine Aperte vendemmia bambini

In realtà i programmi delle cantine family friendly erano tutti molto simili, e prevedevano tutti la raccolta dell’uva dai filari, un pic nic o pranzo “contadino” a base di piatti e prodotti locali, la degustazione per i grandi e la pigiatura dell’uva con i piedini nel pomeriggio.

Anche i costi di partecipazione simili, intorno ai 30 euro per gli adulti, 15 per i bambini e gratuito per i piccolissimi ( a volte però per loro non compreso il pranzo).

Le aziende vitivinicole che aderiscono all’iniziativa delle Cantine Aperte propongono diverse giornate speciali durante l’anno: generalmente una in primavera, quella estiva dei calici sotto le stelle, questa della vendemmia, un’altra nel periodo di San Martino, in occasione della produzione del vino novello, e infine a Natale.

cantine-aperte-juniorE abbiamo notato che l’enoturismo si sta facendo sempre più attento alle famiglie, sia con il marchio Cantine aperte junior, sia con iniziative specifiche dei singoli.
Speriamo che la strada imboccata prosegua in questa direzione.

 

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

3 Responses to La Vendemmia con i bambini. L’iniziativa Cantine Aperte Junior

  1. Alessandra Granata Rispondi

    29/09/2016 at 21:45

    Bellissimo!!! Non vedo l’ora di domenica e andare a pigiare!!!! Che spettacolo!!!! Dita incrociate per il sole ehhh che voglio fare tante belle foto con i primi colori d’autunno!!!
    Un grande abbraccio 😀

  2. Mahee Ferlini Rispondi

    25/11/2016 at 22:15

    Che avventura meravigliosa da fare in famiglia!!

Rispondi a Mahee Ferlini Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *