Vacanze con bambini in Val di Non: mini guida

Ieri vi ho raccontato del nostro meraviglioso weekend in Val di Non, dandovi qualche idea su cosa fare e cosa vedere con i bambini. La natura è stata davvero generosa con questa valle e la valle è altrettanto generosa con chi la visita, offrendo un’ospitalità calda ed accogliente.

margherite val di non

Come promesso, vi lascio ora qualche informazione pratica, che potrebbe tornarvi utile qualora voleste organizzare una vacanza in questa splendida parte del Trentino. Ovviamente, aspetto anche i vostri suggerimenti per arricchire la mini guida.

Dove dormire

La Val di Non offre strutture per tutti i gusti e tutte le tasche: alberghi, garnì, B&B, appartamenti, campeggi, agritur e affittacamere. Sul sito della Val di Non troverete descrizioni, indirizzi e contatti di tutte le strutture socie dell’Apt. Vi segnalo, in particolare, la sezione dei  family hotel e quella degli appartamenti, entrambi particolarmente indicati per le famiglie con bambini.

Il nostro chalet al Pineta Hotels

Il nostro chalet al Pineta Hotels

Noi siamo stati ospiti del Pineta Hotels, a Tavon (Coredo). Questo albergo merita un articolo a parte, poiché è davvero uno degli hotel più belli in cui abbiamo soggiornato fino ad oggi.  Qui, trovate il nostro racconto.

Dove mangiare

In Val di Non, come in tutto il Trentino, il cibo è cultura e filosofia di vita. Tra ristoranti, osterie, pizzerie, malghe e rifugi, non avrete nessuna difficoltà a mangiare bene e ad apprezzare la cucina locale. Da non perdere, il più tipico dei piatti della zona: il tortel da patate, servito con salumi locali e formaggio. E, ovviamente, non potete non assaggiare lo strudel di mele, le vere protagoniste della Val di Non!

Sul sito dell’Apt, troverete tanti suggerimenti su dove mangiare in valle. Io vi lascio invece tre indirizzi, testati personalmente con la family:

1) Hotel Ristorante Il Falchetto: circondato da boschi e prati, questo ristorante propone una cucina tradizionale trentina. Bellissima la grande terrazza, dove potrete mangiare e rilassarvi, dando un occhio ai bambini che corrono e giocano nel prato adiacente. Il ristorante è attrezzato di seggioloni per bambini, di fasciatoio in bagno e di una toilette mini per i piccoli ospiti.

il falchetto val di non

Indirizzo: 
Localita’ Le Regole Di Malosco
Fraz. Le Regole
Sarnonico (TN) – Trentino
Tel. 0463.87.01.88
www.hotelilfalchetto.it?

2) Ristorante Due Laghi: anche questo ristorante è immerso nella natura, affacciato sui laghi di Coredo. Numerosi i sentieri escursionistici che passano da qui (tra cui, quello che raggiunge il Santuario di San Romedio con circa 40 minuti di cammino).  lago e tanto spazio intorno, questo ristorante propone cucina trentina e non. Ha una bella veranda con biliardo e vari giochi e una pazienza infinita con i bambini! E dopo pranzo, potreste fare una passeggiata intorno ai laghi, seguendo un percorso a circuito con tanto di pannelli esplicativi su flora e fauna.

Indirizzo: 
Località Palu’ 1
Coredo (TN) – Trentino
Tel. 0463.53.61.04

www.ristoranteduelaghi.it

3) Ristorante Pizzeria Il Flamingo: un ristorantino raccolto ed informale che affaccia sulla piazza principale di Cles. Propone un menu molto vario ed è anche pizzeria. Simpaticissima la pizza baby a forma di pesciolino. Ha qualche tavolo all’esterno, con un po’ di spazio verde proprio sul davanti. Attenzione, però, che lo spazio non è recintato e i bambini sembrano particolarmente attratti dalla trafficata strada adiacente.

Indirizzo:
Via Romana 1
38023 Cles (TN) – Trentino
tel 0463 421105

Cosa fare nei dintorni

Vi avevo già ho parlato qui del bellissimo Canyon Rio Sass, del Giardino della Rosa, dei meravigliosi borghi della valle e delle numerose attività per famiglie con bambini, organizzate dalla Val di Non. Ma le cose da fare e da vedere sono davvero tantissime.

Ad esempio, la Val di Non è una meta ideale per il trekking in famiglia. I suoi declivi sono infatti particolarmente dolci e quindi alla portata di tutti. Ma anche il fondovalle si presta a passeggiate a misura di bambino, tra meleti, gole, eremi e prati.

alessio passeggia val di non
A questo link, potete scaricare una brochure che descrive nel dettaglio tutti i principali sentieri della Val di Non. I percorsi più facili, e quindi adatti anche alle famiglie, sono indicati con un pallino verde. Molto bello per i bimbi è l‘itinerario “Il lavoro, le fate e le streghe”, con partenza da Preghena. Lungo il percorso, adatto anche ai passeggini, ci sono delle installazioni in legno che raccontano di fiabe antiche, esseri magici e animali del bosco. Le installazioni sono in continua evoluzione ed ogni anno vengono aggiunte nuove opere.

Per giocare ad essere Tarzan, da non perdere il Parco Avventura Sores Park, in località Predaia, che si sviluppa su 1400 mq di pineta. Ci sono percorsi adatti a tutti, anche ai bambini di 2 anni. E per pranzo, proprio adiacente il parco, c’è lo storico Rifugio Sores.

Inoltre, sempre a Predaia, accanto agli impianti di risalita, c’è il Predaia Park, un parco divertimenti con una vista mozzafiato sulle Dolomiti di Brenta, con gonfiabili, monsterroller, tappeti elastici e tanti altri giochi adatti anche ai bambini piccoli (a partire dai 2 anni).

E, poco lontano dalla Val di Non, c’è l’Altopiano della Paganella, con il parco faunistico di Spormaggiore, dove vivono orsi e lupi, il lago balneabile di Molveno, il parco avventura Forest Park di Pradel e tante altre divertenti attività per grandi e piccini. Per approfondimenti e suggerimenti su cosa fare in Paganella, vi rimando al nostro reportage di qualche settimana fa.

Trentino Card 

Cos’è?

La Trentino Card da diritto ad usufruire gratuitamente della rete di trasporti pubblici urbani e extraurbani di Trentino Trasporti e Trenitalia sulle tratte provinciali con utilizzo illimitato. Permette inoltre di entrare gratis in più di 60 siti trentini, come musei, castelli e parchi naturali. Basta presentarla presso le biglietterie oppure esibirla ad autisti e controllori dei mezzi pubblici.

Credits: visittrentino.it

Credits: visittrentino.it

Le attrazioni della Val di Non incluse nella Trentino Card sono le seguenti: Museo Retico, il Giardino della Rosa, Castel Thun, Canyon Rio Sass, Parco Fluviale Novella.

Per quanto riguarda il trasporto, grazie alla Trentino Card potrete usufruire gratuitamente della Navetta Sanzeno – Santuario di San Romedio, della Navetta per Castel Thun che parte da Alta Val di Non e Predaia, della Navetta per il Lago di Tovel che parte da Alta Val di Non e Rumo, del Val di Tovel Express (navetta per il lago di Tovel che parte da Cles e da Tuenno) e della Navetta dell’Alta Val di Non.

La carta da inoltre diritto ad uno sconto sul noleggio di mountain-bike  presso i punti vendita “Tuttinbici in Val di Non (5,00 euro invece di 8,00 per l’intera giornata e 3,00 euro invece di € 5,00 per la mezza giornata).

Ovviamente, la card è valida in tutto il Trentino, non solo in Val di Non, e sono tantissime le attrazioni a cui sarà possibile accedere gratuitamente. L’elenco completo lo trovate sul sito di Visit Trentino.

Come si ottiene?

La Trentino Card viene rilasciata gratuitamente dagli hotel soci dell’APT Val di Non Soc Coop, aderenti all’iniziativa. E’ valida per tutta la durata della vacanza (per un massimo di 20 giorni) ed è nominale.  Ogni adulto avrà diritto cioè alla sua card personale, che però sarà estendibile anche a eventuali figli (minorenni).

Per chi soggiorna presso strutture non socie dell’ApT, la Trentino Card può essere acquistata presso i punti info della Val di Non, a costo di 40 euro, con validità 7 giorni.

Per i camperisti

In località Batuda (Tres), c’è un’area ricreativa con 4 parcheggi di cui uno per disabili. L’area è attrezzata con 15 piazzole riservate alla sosta, con colonnine per la corrente, bagni, piazzole di scarico e punto di rifornimento idrico. Sul posto, troverete anche una  fontana, un’area pic-nic con barbecue ed un parco giochi. L’area ha un costo di 10 euro al giorno e si trova a monte del paese di Tres, di fianco alla Strada Provinciale 13 della Predaia. Sosta consentita di massimo 48 ore.

A Fondo, nei pressi dell’albergo Smeraldo e a pochi metri dal lago, c’è un parcheggio per auto ma, chiedendo ai proprietari, è consentita la sosta anche ai camper, anche notturna, gratuita. Sul lago c’è anche una pizzeria con un piccolo parcheggio privato.

In località Merlonga, nei pressi del Ristorante Osteria del Filo, c’è un’area con 43 piazzole. Anche qui, sosta massima consentita di 48 ore. Costi: 10 euro al giorno in bassa stagione e 13 euro in alta stagione.

A Sarnonico, c’è il Camping Residence Baita Dolomiti attrezzato con piscine, parco giochi e ristorante. 

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

8 Responses to Vacanze con bambini in Val di Non: mini guida

  1. Lali Rispondi

    26/07/2013 at 10:10

    E’ una valle che conosco da poco ma che ogni volta regala giornate indimenticabili! Ci torniamo presto, vero?

  2. Vaty Rispondi

    30/07/2013 at 09:40

    Sei la numero uno! mi ero persa questo post e devo dire che sei meglio di una guida!! questa pagina è da consigliare altamente a tutte le famiglie che vogliono fare le vacanzina in Val di Non!! Il Falchetto è fantastico, ci tornerei subito per un bel pranzo e relax sui prati!

  3. Get Smart Rispondi

    20/08/2013 at 12:05

    A tavola: Ristorante e B&B “La Baita” Per il pranzo siamo ospiti della famiglia Bolognani, che gestisce il ristorante e B&B La Baita che abbiamo conosciuto qualche anno fa nella puntata del dicembre 2007 dedicata al Presepe di Varena . Franco, il patron, con la moglie Nadia e la figlia Giorgia ci accolgono con la solita grande cordialità. La cucina è quella tipica regionale, pasta e dolci sono tutti fatti in casa, la specialità sono le carni alla griglia. Il ristorante, che fa parte dell’iniziativa “Tradizione e gusto”, ci ha preparato un menù davvero coi fiocchi: come antipasto il tagliere “la Baita” con affettati e formaggi, poi due deliziosi sformatini, agli asparagi e al radicchio, i crostini di polenta coi funghi porcini. Per i primi: spaetzle agli spinaci con panna e speck, tagliatelle al ragù di selvaggina, il risotto ai porcini, gli gnocchi alla boscaiola. Per secondo una spettacolare bistecca “fiorentina” con patate al forno e saltate. Per dolci, i frutti di bosco con la panna e il gelato. Tutto veramente molto buono! Il B&B La Baita è il posto ideale per le famiglie, a pochi chilometri dal fondovalle e da Cavalese, lungo la strada per il Passo di Lavazè, con grandi distese di boschi nei dintorni. I bambini hanno a disposizione un piccolo parco giochi, inoltre un ampio giardino è a disposizione degli ospiti per rilassarsi nel verde.

  4. Walter Rispondi

    06/09/2013 at 19:18

    Ciao, un piacere averti trovato. Nel mio piccolo anche io racconto, più fotograficamente, delle gite con i miei bimbi in Trentino e Alto Adige

    • Valentina Cappio Rispondi

      07/09/2013 at 16:38

      Ciao Walter. Piacere mio! Volentierissimo vado a curiosare nelle tue foto. Io amo le foto! Magari potrai darmi qualche consiglio 😉 A presto!

  5. Pingback: 5 idee per una vacanza in montagna con bambini estate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter!