21 cose da vedere a Barcellona con bambini

Visitare Barcellona con bambini è stata, senza dubbio, un’esperienza bellissima. Il problema più grande che abbiamo avuto è stato quello di decidere cosa vedere e cosa, necessariamente, non includere nel nostro programma di viaggio, visto il poco tempo a disposizione. Barcellona è una destinazione davvero adatta per le famiglie con bambini e offre una lista infinita  di posti da vedere e da vivere, all’insegna dei colori e della fantasia.

Eccone 21. Tutti adatti a costruire il vostro personalissimo itinerario family.  La nostra raccomandazione? Nella costruzione del vostro programma, alternate sempre una tappa per mamma e papà ed una per i bimbi. Servirà ad accontentare tutti e a tenere i piccoli turisti buoni durante le visite per loro un po’ più noiose… Siete pronti?? Partiamo, allora!

1. La Rambla:

Sarà un cliché, ma il miglior modo per familiarizzare con Barcellona è cominciare la sua esplorazione dalla Rambla, la passeggiata più famosa di Spagna: un’animatissima strada alberata, lunga poco più di un km, che collega Placa de Catalunya con il porto. Artisti da strada, giocolieri, mangiafuoco, statue umane, musicisti e ancora bancarelle variopinte, suoni, colori, profumi… la Rambla è un’esperienza unica. Qui, di sicuro i bambini vorranno arrampicarsi sulle vostre spalle per assaporare al di sopra della folla tutti gli spettacoli di strada in cui vi imbatterete. E se mettete una moneta nel loro cappello, le statue umane più generose regaleranno un lecca-lecca ai più piccoli!

Cominciate la vostra passeggiata proprio da Placa de Catalunyala piazza più centrale di Barcellona e snodo di tutti i mezzi di trasporto della capitale catalana, incluso il Touristic Bus (qui si trova anche il principale ufficio turistico).  Dalla piazza, imboccate la Rambla e camminate rilassati, godendovi lo spettacolo!

2. La Boqueria:

Mentre esplorate la Rambla, è d’obbligo una fermata al mercato coperto La Boqueriaun luogo leggendario e un grande riferimento della cultura gastronomica di Barcellona, per la qualità e la varietà dei prodotti che vengono proposti su una superficie di 6.000 m². Le bancarelle di frutta, verdura e spezie dai colori sgargianti, carne, pesce e creature marine mai viste prima, salsicce, formaggi, dolci e caramelle di tutti i tipi, sono un vero tripudio di colori e di odori. Uno spettacolo da non perdere, che infonde energia e dinamismo non appena si varca la soglia. All’interno del mercato, ci sono anche cinque o sei locali dall’aspetto modesto, in cui si può mangiare e anche bene, a dire il vero. Sappiate però che il mercato è quasi sempre preso d’assalto da turisti e locali, quindi preparatevi alla folla! La Boqueria però non è l’unico mercato di Barcellona. Altri, non meno belli ma certamente meno affollati, soprattutto di turisti, sono: Mercat de Sant Antoni (Carrer de Comte d’Urgell, Metro: Sant Antoni), Mercat del Ninot (Carrer de Mallorca, Metro: Hospital Clinic); Mercat de Santa Caterina (Avinguda de Francesc Cambò, Metro: Jaume I).

barcellona con bambini


3.
Il Barrio Gotico:

Costituisce il centro storico e politico di Barcellona e corrisponde al nucleo medievale della città. Il nome deriva dalla presenza al suo interno di splendidi monumenti gotici, anche se sono ben visibili le tracce dell’antica città romana e dall’insieme degli edifici medievali. Per apprezzare al meglio la sua essenza ed il suo splendido labirinto di stradine, è fondamentale visitarlo esclusivamente a piedi. Evitate però Placa Reial, Carrer dels Escudellers e la triangolare de George Orwellcovo di scippatori e consumatori di stupefacenti. Potete iniziare l’esplorazione del Barrio Gotico,  imboccando una traversa della Rambla, Carrer del Cardenal Cassanas (che troverete sulla vostra sinistra se state venendo da Placa de Catalunya). Percorrendola, vi imbatterete in Placa de Sant Josep Oriol, la piazzetta più graziosa del Barri Gotic. I suoi bar e i suoi caffè richiamano suonatori, cantanti e altri artisti da strada, rendendola animata e gradevole per una pausa. Continuate quindi la vostra passeggiata proseguendo per C de la Palla e Av de la Catedral, fino alla Cattedrale, in Placa de la Seu. Questo è un edificio davvero spettacolare. E, per un panorama altrettanto spettacolare di Barcellona, potete salire sul tetto e sul campanile del Duomo tramite un ascensore (2,20 euro) che si prende nella Cappella de les Animes del Purgatori.

Barcellona con bambini

4. Il Museo di Storia Naturale:

Sempre all’interno del Barrio Gotico, in C. del Veguer, non perdetevi una visita al Museu d’Historia de Barcelona. Pensate che per i vostri bimbi sia troppo noioso? I miei piccoli turisti l’hanno adorato, fosse solo per un interessantissimo passaggio sotterraneo che percorre i circa 4 kmq di scavi della Barcellona romana e visigota, con i resti di una tipica villa romana, un bagno pubblico, lavatoi, tintorie e tanto altro.  Ingresso: 7 euro; gratuito sotto i 7 anni.

5. La Statua di Colombo:

L’ultimo tratto della Rambla, nei dintorni del porto, si allarga nei pressi del Mirador de Colom, ovvero la Statua di Colombo, che domina il Port Vell. Il monumento ha un’ascensore che permette di salire per 60 metri e ammirare dall’alto la Ramba e la zona del porto (costo biglietto 2,50 euro; gratuito per i bambini sotto i 4 anni).

6. Il Museo Marittimo: 

Poco lontano dalla Statua di Colombo, in Avinguda de les Drassanes, c’è il Museu Maritim, che – oltre ad essere, nel suo genere, uno dei più completi ed interessanti musei navali del Mediterraneo, è senz’altro il più suggestivo e modernamente attrezzato ed organizzato.  Qui, i bambini toccheranno con mano il mondo marinaro, udendo urla dei pirati, colpi di cannone e gorgoglio dei sottomarini. Allestito nell’area degli antichi cantieri navali, vi si possono ammirare molti modelli di navi, polene, riproduzioni, disegni, progetti e carte nautiche. La parte centrale è occupata da una ricostruzione a grandezza naturale della nave ammiraglia di Don Giovanni d’Austria. A bordo del vascello, una proiezione audiovisiva aiuterà grandi e piccoli ad immaginare la vita a bordo. E’ possibile, inoltre, acquistare anche un biglietto combinato e aggiungere la visita al Santa Eulàlia, un’imbarcazione storica del 1918 restaurata dal Museo Marittimo di Barcellona, seguendo I più rigidi criteri in termini di protezione del patrimonio culturale. Attualmente attraccata al Porto Vecchio di Barcellona, Santa Eulàlia è diventata la nave ammiraglia del museo ed è parte vitale di una vasta gamma di programmi educativi ed attività civiche correlate al Mediterraneo.  Altri biglietti combinati prevedono una gita sull’imbarcazione Golondrinas. Orari di apertura: tutti i giorni dalle 10h00 alle 19h00; biglietto d’ingresso: 2,50 euro; gratuito per i bambini sotto i 7 anni; Metro/Bus : Metro: L3 Drassanes / Bus: 120.  Una tappa imperdibile se visitate Barcellona con bambini.

7. Palazzo della Musica Catalana:

Questa sala da concerto è una delle massime espressioni dell’architettura modernista di Barcellona. Buona parte del suo splendore è all’esterno, con i suoi mosaici e le sue sculture, ma non perdetevi il foyer per ammirare i pilastri decorati con piastrelle luccicanti. Maggiori informazioni sul sito internet dedicato; Indirizzo: Carrer de Sant Francesc de Paula 2; Metro: Urquinona; biglietto di ingresso: 12 euro; gratuito per i bambini.

8. Parc de la Ciutadella:

Il Parco della Ciutadella si trova dove una volta c’era la cittadella militare fortificata. Sono ancora visibili alcuni degli edifici originari come la Cappella, il Palau del Governador e l’Arsenale, che oggi è sede del Parlamento della Catalogna. Il Parco, con il  suo aspetto accogliente e tranquillo, è l’ideale per allontanarsi dal caos e rilassarsi, passeggiando tra cascate, laghi, alberi e prati. All’interno, è possibile noleggiare barchette per esplorare il lago o prendere a nolo i risciò, ideali per esplorare il parco insieme ai propri bimbi. I risciò sono disponibili presso il punto noleggio bici, ubicato all’entrata tra Pg. Picasso e Marques de l’Argentera. Per i bambini, ci sono inoltre tre aree gioco e quella principale, che si trova nei dintorni del lago, ospita anche una ludoteca all’aperto gratuita, piena di giochi di ogni sorta. Nella ludoteca vengono organizzati, periodicamente, laboratori didattici e creativi. Orari del parco: dalle 10 fino al tramonto. Entrate: Pg. Picasso / Pg. Pujades / C. Wellington. Come arrivare: Arc de Triomph (L1), Barceloneta (L4). Orari e programmi della ludoteca (indicata per bambini da 0 a 5 anni): Lunedi: laboratori – Osservazione e Sperimentazione; Mercoledi: laboratori – Il Riciclo, la Natura, Costruire giocattoli; Venerdi: laboratori – Manualità e Scoperta. La ludoteca è aperta tutti i giorni dalle 11.00 alle 13.30. Dal Lunedi al Venerdi è anche aperta di pomeriggio, dalle 16 alle 18 (15 Sett – 20 Aprile) e dalle 17 alle 19 (1 Maggio – 14 Sett). Per un pomeriggio di gioco e relax, inserite questo parco nel vostro programma di viaggio a Barcellona con bambini.

parc-de-la-ciutadella

9. Zoo di Barcellona:

All’interno del Parco della Ciutadella, c’è lo Zoo di Barcellona dove vivono più di 7.000 animali e circa 500 specie diverse. Lo zoo non è niente di straordinario (la grande attrazione era Fiocco di Neve, il gorilla albino unico esemplare al mondo, ormai morto), ma quando si viaggia è sempre bene tenere in riserbo qualche cartuccia da sparare se i bambini diventano particolarmente irrequieti. Qui troverete, inoltre, un ristorante, una zona pic-nic, un pony ed un trenino che fa il giro turistico di tutto lo zoo. Orari: Gennaio, febbraio, novembre e dicembre: dalle 10 alle 17. Il 25 dicembre apre fino a mezzogiorno. Marzo, aprile, maggio ed ottobre: dalle 10 alle 18; Giugno, Luglio, agosto e settembre: dalle 10 alle 19 . Prezzo: 14,50 € Bambini, 3-12 anni,: 8,75 € Maggiore di 65 anni: 7,70 € Informazione gruppi e visite commentate: Tel. 932 256 787. Orari spettacolo delfini: tutti i giorni alle 11.30, 13.30 e 16.30. Come arrivare: Metropolitana: Ciutadella (Linea Gialla, L4) circa 10 minuti a piedi. Sito Web Ufficiale: www.zoobarcelona.com

zoo_barcelona

10. La Sagrada Familia:

Una delle più grandi creazioni di Gaudi è la Sagrada Familia, un Tempio gigante in costruzione sin dal 1882 e tutt’oggi ancora non completato. Chi visita Barcellona, non può non visitare questo maestoso capolavoro. Tuttavia, preparatevi ad una lunghissima coda; per evitarla vi consiglio di programmare la visita ad inizio giornata: provate ad essere lì verso le 8/8:30. Vi consiglio, inoltre, fortissimamente di acquistare il biglietto d’ingresso con audio-guida inclusa, anche per i bambini. Dovrete fare la fila anche per prendere le cuffie, perché non le danno alla biglietteria, ma ne vale davvero la pena.  Le audio-guida per bambini, con cuffie più piccole, spiegano in maniera divertente come e’ stata costruita la Sagrada Familia ed è un ottimo modo per tenere i piccoli impegnati durante la visita. E, se le mini audio-guide non sono abbastanza per tenerli buoni, promettete loro che – alla fine della visita – vi fermerete una mezz’oretta nel bel parco giochi proprio di fronte all’entrata principale della Chiesa: tanti giochi e tanta sabbia, non sapranno resistere!

barcellona con bambini

11. Il Museo della Cioccolata:  

Il Museo del Cioccolato è un posto davvero originale, che farà la gioia dei bambini e degli adulti, ma soprattutto dei più golosi. Qui potrete gustare il miglior cioccolato della regione, ma anche scoprire la storia del cacao e i diversi metodi per produrlo, oltre ad ammirare stupende sculture, ovviamente di cioccolato. E per i piccoli turisti, il museo offre numerose attività e laboratori (qui la lista dei laboratori organizzati). Indirizzo: Carrer del Comerç, 36, Metro: Arc de Triomf (dall’uscita dirigersi verso l’Arc de Trionf. Arrivati a questo punto il Museo si trova a circa 100- 200 metri a destra).

12. La Pedreda:

Detta anche Casa Milà. Questa creatura curvilinea è un altro dei capolavori di Gaudì e colpisce già prima di entrare, grazie alla sua movimentata facciata di pietra grigia che sembra incresparsi come una gigantesca onda. All’interno, poi, si ha la sensazione di trovarsi in un corpo vivo ed accogliente: pareti, soffitti, serramenti, tutto si sviluppa in onde, curve e linee morbide. L’elemento più straordinario è il tetto, su cui potete salire usufruendo di un ascensore oppure utilizzando le scale (che sono tantissime!). I vostri bambini saranno letteralmente affascinati una volta saliti quassù: l’andamento curvilineo dei muri, il senso di libertà, le maioliche colorate e i camignoli, simili a variopinti cavalieri medievali, o a soldatini, o a robot… a seconda della fantasia di ciascuno…! Indirizzo: Carrer de Pronevca 261; Metro: Diagonal; ingresso: 10 euro; gratuito sotto i 13 anni.

13. Casa Batllò: 

Questo edificio, che pare sia frutto di un’allucinazione di Gaudì, è senz’altro uno degli edifici più stravaganti d’Europa.  Ai bambini, è sembrata davvero una casa uscita dalle fiabe. La facciata è costellata di mattonelle azzurre, viola e verdi, i balconi e ele finestre ti travolgono nel loro movimento ondulatorio, movimento che culmina nel tetto irregolare e colorato come la facciata.  Se si fissa l’edificio per un po’ di tempo, ad un certo punto si ha la sensazione di osservare un essere vivente. I miei figli hanno detto che assomigliava ad un drago nell’atto di combattere…. ! E l’interno è ancora più travolgente: tutto è un turbinio di colori, di curve e di movimento: il soffitto si avvolge in una vorticosa spirale intorno al lampadario a forma di sole, mentre le porte e le finestre sembrano onde che si infrangono. L’attico è caratterizzato dagli archi iperbolici tipici di Gaudì e i suoi comignoli sembrano appena usciti dal pentolone magico di una strega… Indirizzo: Passeig de Garcia 43; metro: Passeig de Garcia; ingresso: 17,80 euro; gratuito per i bambini sotto i 7 anni.

casa batllo

14. Il Museu Blau e il Laboratorio della Natura.

Il modernissimo Museu Blau occupa un’area di circa 9000 m2, distribuita su due piani. La sezione permanente è “Planet Life”, che rappresenta un affascinante viaggio attraverso la storia della vita e la conseguente evoluzione del pianeta; ci sono poi le mostre temporanee, una interessantissima biblioteca multimediale, il Science Nest (letteralmente Nido Scientifico) per bambini dai 0 ai 6 anni, le aree lettura, una serie di laboratori, un bar, un ristorante ed un negozio. Il Science Nest nasce con l’idea di promuovere la scienza come strumento di comprensione del mondo, utilizzabile sin da bambini. In quest’area i bimbi da 0 a 6 anni, accompagnati dalla scuola o dalla famiglia, possono sviluppare le loro capacità artistiche, sensoriali e di osservazione attraverso uno stimolo continuo della curiosità.

L’area è facilmente individuabile all’entrata del museo ed è molto versatile; lo scenario cambia continuamente per ricreare le varie situazioni che si trovano in natural. Una serie di immagini vengono proiettate sul pavimento e sui muri, spesso accompagnati da effetti sonori per ricreare fenomeni atmosferici o i diversi habitat del pianeta, come la foresta o il mare ad esempio. Una delle attrattive più in voga fra i giovanissimi ospiti è il Magic Box, un grosso contenitore pieno di cassetti, porte e vassoi, che i bimbi possono esplorare per trovare (o nascondere) ogni sorta di materiale.  Orari dello Science Nest: Tutti i fine settimana dalle 10.30 alle 14; da metà Luglio a fine Settembre dalle 10.30 alle 14 e dalle 16 alle 19.30.  I bambini possono accedervi in sessioni di 30 minuti (sempre accompagnati da un adulto. Per partecipare, è necessario prenotare il giorno stesso presso la reception del Museo. Per il programma delle attività: www.agenda.museuciencies.cat; Indirizzo: Parc del Fòrum; fermata Metro L4 El Maresme/Fòrum. Orari di apertura Ottobre – Maggio: lunedi chiuso, dal Martedi al Venerdi 10 – 19; Sabato e Domenica: 10 – 20. Prezzi biglietti: gratuito sotto i 16 anni; biglietto combinato Museu Blau + Botanical Garden: 7 euro.

15. Parc Güell:

E’ forse tra le opere compiute di Antoni Gaudì quella più grande e impegnativa; sicuramente per questo risulta essere agli occhi dei visitatori inesperti espressione dell’ arte int, dichiarato Patrimonio dell’Umanità. Nel parco Guell ci sono delle meravigliose strutture di pietra, delle piastrelle stupefacenti e degli edifici affascinanti. Una dei punti focali del parco è la fontana di Gaudi a forma di dragone che si trova proprio all’entrata. Il dragone è decorato con delle bellissime piastrelle colorate ed ha qualche cosa di ipnotico e magico. In cima al Parco Guell c’è una zona a terrazza da dove si ha una vista meravigliosa di Barcellona. I bambini generalmente si divertono un mondo a saltare su e giù dalle  panchine ricoperte di un mosaico multicolore. I colori vibranti delle mattonelle sono veramente mozzafiato.

Ci sono poi diverse aree gioco all’interno del parco. Una si trova proprio all’entrata principale, sulla destra (un po’ in salita) e l’altra si trova a metà percorso (il parco è visitabile attraverso una sorta di circuito segnalato). All’interno di Park Guell c’è anche una piccola casa dove Gaudi ha vissuto. La casa è ora stata convertita in un museo e contiene al suo interno dei mobili interessanti disegnati da Gaudi. Il Parc Guell è un luogo che affascina grandi e piccini.  Data la posizione del Parco Guell e le sue dimensioni, vi consiglio di passare lì l’intera giornata, magari prevedendo un pranzo a sacco.

Attenzione. Mamma Anna ci segnala questo nei commenti: Siamo solo rimasti male per non essere riusciti a visitare Parc Güell come si deve! Non sapevamo che la parte interna del parco fosse a pagamento, ma ci sta. Il problema è stata l’entrata con fasce orarie.. siamo arrivati alle 12:00 e il primo ingresso disponibile era alle 16:30… avremmo perso tutto il giorno per aspettare il nostro turno.. e così non abbiamo visto la “salamandra” dell’ingresso e non abbiamo passeggiato sulla grande terrrazza…. un peccato!!! A saperlo prenotavamo l’orario di visita on-line http://www.parkguell.cat/

Come arrivare: Fermata Metro Lesseps (Linea Verde, L3). Attenzione, il parco è a circa 20 minuti di cammino dalla fermata della metro e l’ultimo tratto è in salita. Da sconsigliare, quindi, soprattutto se si hanno bimbi piccoli e/o passeggini. E’ preferibile quindi muoversi in autobus oppure prendere un taxi all’uscita della metro. Troverete informazioni sugli autobus all’ufficio informazioni turistiche di Placa de Catalunya. Orari di apertura dalle 10:00 (l’orario di chiusura varia a seconda dei periodi dell’anno ma normalmente è attorno alle 19:00). Ingresso Gratuito a pagamento e conviene prenotare preventivamente sul sito del parco, in quanto gli ingressi sono regolati con orari prestabiliti. Vedi commento sopra.

16. L’Acquario:

Con 21 enormi vasche che ospitano quasi 400 specie marine, è uno degli acquari più grandi d’Europa. Una delle attrattive preferite dai bambini è il tunnel di 80 metri, percorribile sott’acqua, all’interno dell’Oceanarium. Una serie di mostre permanenti renderanno la visita indimenticabile: Planeta Aqua, il cui obiettivo è quello di far capire l’importanza dell’acqua per lo sviluppo del nostro pianeta. E poi Explora! Una sezione dedicata ai bambini, in cui possono scoprire la natura e il mondo marino attraverso i cinque sensi.  Per non parlare della riproduzione (quasi a grandezza naturale) di un sottomarino, tutto da esplorare! All’interno dell’acquario troverete una cafeteria/self service. Orari di apertura: Lunedi-Venerdi dalle 9.30 alle 21; fine settimana e festivi: dalle 9:30 alle 21:30. Giugno e Settembre: tutti i giorni dalle 9:30 alle 21:30. Luglio e Agosto: tutti i giorni dalle 9:30 alle 23.00. Biglietti acquistabili fino ad un’ora prima della chiusura. Indirizzo: Moll d’Espanya del Port Vell (Barcelona), s/n. Metro: L3 fermata Drassanes, oppure L4 fermata Barceloneta.  Autobus: 14, 17, 19, 36, 38, 40, 45, 57, 59, 64, 91 e 157.  Barcelona Bus Turístic, Port Vell.

17. Funicolari del Motjuic: 

Ideali da prendere con i bambini perché rilassanti e divertenti. La corsa fino alla vetta del Montjuic offre anche la possibilità di vedere il castello, con i cannoni sui cui i più piccini potranno arrampicarsi.

18. Fontana Magica di Montjuic: 

La fontana magica è una spettacolare esibizione di colori, luci, movimento, musica e giochi d’acqua – se mescoli tutti questi elementi nella giusta combinazione, ottieni magia pura! Attenzione: gli spettacoli sono programmati, e gli orari variano a seconda della stagione per cui consigliamo sempre di visitare il sito ufficiale della Fontana. Al momento della pubblicazione di questo post, questi sono gli orari in vigore: dal 30 Aprile al 30 settembre, spettacoli dal Giovedi alla Domenica ogni mezz’ora dalle 21 alle 23. Dal 1 Ottobre al 30 Settembre, spettacoli dal Venerdi alla Domenica ogni mezzo’ora a partire dalle 19; ultimo spettacolo alle 20:30. Metropolitana Espanya (Linea Verde, L3) e (Linea Rossa, L1) 10 minuti a piedi (Cammina verso il MNAC – il museo di arte Catalana che vedrai tra le due grandi torri di Placa Espanya).

19. Parc d’Attraccions del Tibidabo:

L’unico parco divertimenti vecchio stile rimasto in città, adatto ai bambini di ogni età. Il Tibidabo è la cima più elevata della catena montuosa di Collserola, con ben 512 metri di altezza. Su questo monte, oltre il panorama sorprendente che guarda Barcellona, esiste un meraviglioso parco di attrazioni costruito più di cento anni fa e poi recuperato dal Municipio della città. Perciò se state visitando la metropoli, il vostro itinerario non può concludersi se prima non avete fatto visita alla “Montagna Magica”, come viene chiamato il Tibidabo. La sua magia si esprime nelle diverse sfaccettature che il luogo vi propone; dai sentieri incontaminati da cui potrete ammirare Barcellona dall’alto, fino alle mete più in voga proposte dal parco: le fantastiche grotte, la vertigine della Palaia. Poi ci sono le attrazioni che riguardano il divertimento dei più piccoli: le smorfie riflesse nella “casa degli specchi”, l’incantesimo dell’Aeromagic ed il fascino del Museo degli Automi. Sono proprio tutte queste emozioni, dai panorami mozzafiato tra la natura alle attrazioni pensate per i bambini, che hanno reso il parco sul monte Tibidabo il più antico della Spagna ed il secondo dell’Europa. Si trova a soli 25 minuti a Nord di Placa de Catalunya ed è raggiungibile con un servizio navetta speciale chiamato Tibibus, che parte da El Corte Ingles (un grande magazzino) in Placa Catalunya. Gli orari di apertura del parco a tema Tibidabo variano a seconda del periodo dell’anno e raccomandiamo di verificare il loro sito ufficiale per le informazioni. Al momento è aperto solo il Sabato e la Domenica dalle 12 alle 20.  Tibidabo è un luna-park, adatto ai bambini più che ai ragazzi. Per i ragazzi (e gli adulti che pensano di essere ancora dei ragazzini) meglio optare per Port Aventura. Maggiori informazioni sul Tibidabo.

20. Museo delle Idee e delle Invenzioni

Si trova nel centro di Barcellona, poco distante da Plaza Sant Jaume. Raccoglie invenzioni e progetti innovativi ed è sicuramente un posto originale dove portare i bambini. Il museo si divide in 5 sezioni: l’Angolo dell’Assurdo, una showroom che colleziona invenzioni divertenti quanto inutili; the Limitless Society che colleziona idee e invenzioni tecnologiche di individui e aziende. E il Reflectionarium, che racchiude di tutto un po’ , dal divertente al pratico. S entra dal museo attraverso una piattaforma di vetro posta a 5 metri di altezza e il piano sottostante è raggiungibile attraverso un gigantesco scivolo. Non dimenticate di999 usare il periscopio all’entrata per controllare le esibizioni in programma in quel momento. E da non perdere i video alquanto singolari nelle toilettes… Il Museo mette a disposizione un’area morbida per i bimbi, che vengono incoraggiati a disegnare le proprie invenzioni. Le migliori di ogni mese verranno selezionate e brevettate. Indirizzo: Museu d’Idees i Invents de Barcelona (Miba), Ciutat 7, Plaça Sant Jaume Tel. 93 3327930; Metropolitana Jeume I; www.mibamuseum.com

21. Cosmo CaixaMuseum:

E’ essenzialmente il Museo della Scienza di Barcellona ed offre una serie di interessantissime attività, oltre che mostre sia permanenti che temporanee, per avvicinare grandi e piccini alla scienza in tutti i suoi aspetti. All’arrivo, richiama subito l’attenzione l’enorme albero che si estende a tutt’altezza per i piani del museo. Si chiama “Árbol de la Vida“ (Albero della Vita), ed è stato portato già morto dal Brasile a Barcellona. Una rampa a spirale lo circonda e permette l’accesso alla zona espositiva del museo. La passeggiata intorno all’albero è impressionante e consente di vedere alcune delle curiosità che ci attendono all’interno del museo. Alla fine della rampa, quando ci si trova sotto le radici dell’albero e si guarda verso l’alto, ci si rende conto di quanto si è piccoli. Altre sezioni assolutamente da non perdere sono: The Flooded Forest, che ricrea in uno spazio di 1000 m2 l’ecosistema della Foresta Amazzonica, con piranha, coccodrilli e altri animali e piante tipiche di quella zona; the Geological Wall, che comprende sette spettacolari sezioni di vera roccia; The Room of Matter, un viaggio entusiasmante attraverso l’evoluzione della materia e della vita sul nostro pianeta, grazie ad esperimenti, reperti e tanto altro.

Da non perdere il Planetarium, che trasporta grandi e piccoli attraverso il tempo e lo spazio, oltre le stelle ed i pianeti del firmamento. Inoltre, attualmente, il Museo ospita una serie di bellissime mostre temporanee: “Dinosauri, Tesoru del deserto del Gobi”, “L’immaginario. Uno sguardo alla matematica”, “L’aria. La respirazione e la salute dei bambini” e “Il riciclo”. Il CosmoCaixa offre anche aree, mostre ed attività per bambini e famiglie: il Clik and Flash, il Touch, touch!, il Bubble Planetarium e tanti altri laboratori a misura di bimbo.  All’interno del museo troverete un bar, un ristorante, un negozio di libri ed uno di souvenir.

Indirizzo: Isaac Newton, 26   Tel. 932 126 050; Website: www.lacaixa.es/obrasocial; Come arrivare: Autobus 17, 22, 58, 60, 73, 75 and 196. | FGC, fermata Av. Tibidabo + Tramvia Blau oppure autobus 196. Orari di apertura: Lunedi chiuso, dal martedi al sabato & feriali dalle 10 alle 20. Aperto anche di lunedi durante le vacanze di Natale, di Pasqua e durante l’estate.

E se non è abbastanza, ecco un elenco di parchi gioco all’aperto, centri commerciali e ludoteche per eventuali giornate di maltempo.

Parchi gioco a Barcellona

  • Parc Diagonal Mar: Di fianco al Diagonal Mar Shopping Centre, su Av. Diagonal, è un’area verde nel bel mezzo del quartiere residenziale di Diagonal Mar. C’è un’area giochi per bambini e il Magic Mountain (scivoli, tubolari, etc). Fermata Metro: El Maresme / Forum (L4)
  • Parc Infantil del Forum:  Un grandissimo parco giochi di 1500 mq, con altalene, scivoli e altri giochi creativi per bambini. Vicino al Diagonal Mar Shopping Centre e al Centro Congressi. Fermata Metro: El Maresme / Forum (L4) Aperto dalle 11.30, prezzo: €2.00
  • Jardins de La Vila Santa Amelia: Di fronte ai Jardins de la Vila Santa Cecilia ci sono i giardini di Santa Amelia. Il parco ospita il Centro Civico di Sarria con bar, caffetterie e il Centro Infantile Espai. L’Espai è una ludoteca con aree gioco sia al coperto che all’aperto. FGC: fermata Sarria. Per arrivare: cammina lungo C. Cardenal Sentmenat, gira a destra in C. Dels Verdos e attraversa Piazza d’Artos fino ad arrivare in C. de Santa Amelia. Il parco è poco più avanti. Aperto tutti i giorni dalle 10 fino al tramonto.
  • fronte ai Giardini di Villa Amelia, anche questo parco offre tanto intrattenimento per i bambini. L’area gioco è divisa in quattro sezioni: una con giochi in lego adatta ai più piccoli, c’è poi una zona altalene ed altre due aree piendi di giochi colorati in legno, con scivoli, strutture per arrampicate e tanto altro. Per arrivare: come i giardini di Vila Santa Amelia.

Centri Commerciali a Barcellona

Maremagnum: Moll d’Espanya, Barcelona. Oltre 30 negozi, un cinema ed una serie di ristoranti. Questo centro commerciale si trova su un pontile alla fine de La Rambla ed è molto popolare, anche fra i turisti. Molto grande, circondato dall’acqua ed aperto di Domenica. Ci sono negozi di vestiti per bambin, un grande negozio di giocattoli e un negozio del Barcellona Calcio. Sono presenti ristoranti a misura di bambino, come Al  Fresco, McDonalds, Haagen Daaz e Ben & Jerry’s. Da provare anche i Tapas Bar presenti all’interno.  Dal Centro Commerciale, è possibile accedere al Cinema Imax e all’Acquario.

Nelle immediate vicinanze e parte comunque del complesso del centro commerciale, da non perdere il Bubble Park. E’ un’area di intrattenimento per tutte le età. Numerose le attività proposte: potete provare il brivido dell’altezza  saltando non-stop da un’altezza di sette menri nel Bungydome. I bambini possono mettere alla prova la loro destrezza guidando dei ricicli all’ultima moda sul Trike Track. Oppure possono letteralmente camminare sull’acqua: all’interno di grosse bolle di plastica trasparente, ermetiche ovviamente. E i poù piccoli, fino a due anni, si divertiranno nell’area a loro dedicata. Dove: Plaça Odissea; dalle 11 alle 21  sabato, domenica e festivi.

Ludoteche e Gonfiabili a Barcellona 

Aventura Park
Avgda. de Roma 35 Tel. 93 410 5335
http://www.aventurapark.com

Un’area giochi al coperto, a tema piratesco di circa 1000 mq. Offre un’area esclusivamente dedicata ai bambini dai 2 ai 5 anni ed un’altra per bambini dai 5 ai 10 anni. I genitori possono rilassarsi al bar e controllare i propri pargoli grazie ad una serie di monitor.  Metro più vicina: Entenca.

Planeta Magic

Viladomat, 124 Tel. 93 45354 00
http://www.planetamagic.com

Più piccolo e meno scenografico dell’Aventura Park, quest’area giochi si trova vicino la fermata metro Rocafort o Urgel. Prezzi/ora: €7.00 durante la settimana e €8.00 nei weekend. Orari (eccetto lunedi): 17 – 20:30; Sabato, Domenica e festivi: 11 – 14 e 17-19.

Jocland les Corts L’Illa
Carrer de Morales, 44 Tel. 93 430 1442
http://www.jocland.com

Un’enorme area giochi al coperto, con giochi morbidi, gonfiabili e un mini campo da calcio indoor.  Metro: Entenca (Linea 5), 6 minuti a piedi. Orari:

5pm – 8.30pm Mon – Thur
5pm – 9pm Fri
11am – 2 pm then 5pm – 9pm Sat
11am – 2 pm then 5pm – 9pm Sun
Price: €4.40/hr then €1.10 every additional ¼ hr

Happy Parc
Pau Claris 97 Tel. 93 317 8660 or Comtes de Bell-Oc 74-78 Tel. 93 490 0835
http://www.happyparc.com

Gonfiabili e area giochi separata per i più piccoli. Bar per snack e bibite.  Orari: dalle 17 alle 21. Prezzo: 4 euro/ora

__________________________

Potrebbero anche interessarti:

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

40 Responses to 21 cose da vedere a Barcellona con bambini

  1. Pingback: A Barcellona con bambini | The Family Company

  2. Pingback: Come muoversi a Barcellona con i bambini | The Family Company

  3. Pingback: The Best of Barcelona - Write Traveller | Write Traveller

  4. Pingback: Dove dormire a Barcellona con i bambini | The Family Company

  5. Cristina Rispondi

    04/08/2012 at 11:45

    Meravigliosa Barcellona! la adoro! Leggere questo post mi ha fatto venire una gran voglia di tornarci 🙂

  6. pizvalevalentina Rispondi

    26/12/2012 at 17:43

    Vivo a Barcellona da 6 anni, é una cittá magica soprattutto per il suo lifestyle..se volete essere sempre aggirnati sullo stile e moda barcellonese, visitate questa web, ora anche in italiano:
    http://www.madebybarcelona.com/it/

    un saluto,
    Valentina

    • The Family Company Rispondi

      28/12/2012 at 08:45

      grazie Valentina! se dovessimo noi personalmente organizzare un altro viaggio a barcellona, ti farò senza dubbio un fischio! a presto

  7. Maria Cristina Ciccone Rispondi

    25/01/2013 at 15:47

    Grazie davvero, esattamente quello che cercavo! MCristina

  8. silvia-amoricolpisello Rispondi

    20/06/2013 at 12:02

    Partiremo il 10 luglio, non vedo l’ora! E leggendo i tuoi post devo dire che mi sono molto tranquillizzata, avevo un po’ di timore di aver fatto una scelta un po’ azzardata quando abbiamo programmato questo viaggio.
    Quanti anni avevano i tuoi bambini quando siete andati? I miei hanno 4 e 2 anni, non sono troppo piccoli, vero?
    Complimenti per il blog!!!

    • Valentina Cappio Rispondi

      20/06/2013 at 15:58

      Ma che meraviglia Silvia!! Barcellona è stupenda!! No, non è una scelta azzardata, i bimbi si divertiranno un sacco.
      I miei avevano 5 e 3 anni, quando siamo andati, quindi molto vicino ai tuoi. Porta i passeggini, Barcellona va scoperta passeggiando. E se i bimbi non sono abituati a camminare, è una manna dal cielo! Mi mandi una cartolina virtuale?? Ci racconti quando torni? Un abbraccio e buon viaggio!!

  9. elisa Rispondi

    21/09/2013 at 14:26

    Lo scorso weekend siamo stati a Barcellona con i bimbi (R. 3 anni e mezzo e V. 1e mezzo).
    Dal tuo blog abbiamo attinto preziosissime indicazioni e alla fine abbiamo passato 4 bellissimi giorni.
    Soprattutto l’idea di prendere un appartamento (prenotato con feelbarcelona.com) è stata davvero ottima!!!
    Ci siamo mossi spesso con la metro, quasi tutte le fermate della metro sono dotate di ascensore e quindi anche con i passeggini sono comodissime.
    Il laboratorio per bambini al Museo Blau poi è stato meraviglioso!!!
    grazie davvero! al prossimo viaggio!

    • Valentina Cappio Rispondi

      22/09/2013 at 07:28

      Elisa, le tue parole mi scaldano il cuore! Sono davvero felice di esserti stata d’aiuto. E, soprattutto, sono contentissima che vi siate divertiti a Barcellona. Anche per noi quella è stata una vacanza fantastica! Un abbraccio a tutta la tua bella famiglia e a presto!

  10. Elisa Rispondi

    07/10/2013 at 15:26

    Ciao Valentina, grazie per tutte queste belle ed utili informazioni. Il mio bimbo ha 4 anni ed io e mio marito con il ns. cucciolo vorremmo andare a Barcellona nel mese di Dicembre. Ce la consigli in questo periodo? Quale zona dovremmo scegliere per alloggiare? E poi meglio appartemento o hotel per una settimana? Un bacio e grazie per l’attenzione chi ci dedicherai. Elisa

    • Valentina Cappio Rispondi

      07/10/2013 at 17:29

      Ciao Elisa! Barcellona sarà bellissima nel mese di Dicembre,non abbiate timore. Certo, non vivrete la vita da spiaggia, ma noi in spiaggia ci siamo stati pochissimo. C’è così tanto da vedere. Per quanto riguarda la zona dove alloggiare, dai uno sguardo a questo mio altro articolo: http://thefamilycompany.it/2012/04/13/dove-dormire-a-barcellona-con-i-bambini/
      Per quanto riguarda le zone, eviterei quelle molto turistiche come La Rambla. E starei attenta che sia servita da mezzi pubblici. Noi abbiamo dormito nell’area di Port Noble, a due passi dallo Zoo. Non centralissima, ma ben servita (la metro era a 400 mt dall’appartamento) sia da mezzi pubblici che da bar, ristoranti e supermercati. Per quanto riguarda appartamento vs hotel, io punterei sull’appartamento. Il bimbo è piccolo e dopo una giornata intera fuori, probabilmente vi tornerà comodo avere l’opzione di poter rientrare a casa a riposare invece di stressarvi alla ricerca di un ristorante. A meno che non scegliate un hotel con ristorante all’interno… La scelta però dipende molto da ciò che state cercando… Fammi sapere se hai bisogno di aiuto. Un abbraccio e … divertitevi!

  11. Pingback: Di viaggi in moto, di Barcellona e dello stare in famiglia | I Viaggi Dei Rospi

  12. Barbara Muratore Rispondi

    03/12/2013 at 22:49

    Ciao
    vorrei andare a Barcellona con mio marito e le nostre pupette (3 e 6 anni) per i quarant’anni del papone, a Gennaio.
    La zona Eixample ce la consigli per dormire? Io avrei visto questi appartamenti:
    MH Apartments Barcelona
    Premium
    Located in Eixample

    Mi sembrano carino, ma non capisco come sono posizionati.
    Grazie per le preziose informazioni

  13. Laura Rispondi

    24/01/2014 at 10:23

    Bella Barcelona ! La parte sul parchi di giochi è molto interessante. Ecco il mio articolo sul museo del mammut http://www.barcelonapoint.com/it/blog/arte-cultura/musei/museo-mammut-barcellona/ . Puo essere interessante per i bambini

  14. Francesca Rispondi

    02/03/2014 at 09:13

    Anche a me avevano sconsigliato placa real poi alla fine ci siamo invece andati (eravamo solo io e marito, senza piccoletti ancora) e mi è piaciuta tanto invece l’atmosfera che c’era, neanche l’ombra di scippatori e simili o almeno io non me ne sono accorta 🙂 ! Un’altra piazzetta che mi è rimasta nel cuore è placa San flilipe neri, un po’ nascosta con una fontana inondata di fiori gialli che cadevano dagli alberi e i bimbi che giocavano a pallone 🙂

    • Valentina Cappio Rispondi

      02/03/2014 at 10:10

      Allora ci devo tornare!! questa piazzetta San Filipe Neri deve essere meravigliosa…!!! Grazie cara per il suggerimento!

  15. Pingback: 50 + 1 Consigli per Barcellona dai Blogger Italiani

  16. Silvia Rispondi

    05/06/2014 at 14:02

    Ciao, grazie ai tuoi preziosi suggerimenti abbiamo fatto un bellissimo viaggio a Barcellona a Pasqua con i miei figli (di 5 e 7 anni). Ottimo consiglio quello di visitare il Museo della Scienza perchè il tempo era brutto e ne abbiamo approfittato subito: ai bimbi è piaciuto tanto! ci siamo rimasti praticamente tutto il giorno!
    Ti devo aggiornare però su alcuni costi: il biglietto per adulti per la Casa Battlò ad esempio è di euro 21,50. Anche al Parc Guell si paga, anche se solo per la parte monumentale (sotto i 5 anni è gratuito mi pare perchè mio figlio di 7 anni ha pagato ma ridotto) e ora fanno entrare con il biglietto orario.
    E’ una città dove senz’altro mi piacerebbe tornare!
    Grazie ancora!

    • Valentina Cappio Rispondi

      05/06/2014 at 21:42

      Silvia ma che bello! Ti ringrazio tantissimo per questo commento e per questi aggiornamenti, che provvedo subito ad inserire nel post!!!

      Sai che anche io vorrei tanto tornarci a Barcellona?

      Un abbraccio!!!!! E grazie ancora!

  17. Isaetta Rispondi

    22/08/2014 at 14:42

    Ciao, conosco Barcellona bene, ci ho vissuto un po’, ci ho conosciuto mio marito, ci ho concepito mia figlia… Il prossimo weekend ci torno per festeggiare i 5 anni di matrimonio, con la 15mesenne. Che, traggggedia, non vuole più stare in passeggino. Dici che è una follia se non lo porto? Abbiamo un appartamento nel Born..

    • Valentina Cappio Rispondi

      23/08/2014 at 05:28

      Ciao Isaetta! Ma no, che non è una pazzia. Anche quando ci siamo andati noi, il mio secondo aveva appena lasciato il passeggino e abbiamo avuto sicuramente qualche difficoltà in più 😉 Ma se ti organizzi bene con gli spostamenti, vedrai che andrà bene. Un po’ più stancante. Magari inserite nei giri delle tappe non troppo lunghe. E, quando si può, comprate i biglietti online così evitate almeno le code. Fammi sapere!!

  18. Cinzia Rispondi

    21/11/2014 at 15:27

    Buon pomeriggio Valentina, proprio ieri io ed il mio compagno abbiamo prenotato il nostro viaggio a Barcellona, dal 27 Dicembre al 1 Gennaio, con i ‘nostri’ 4 figli di 12, 10, 7 anni e 18 mesi. Abbiamo preso un appartamento vicino alla Sagrada Familia. Mi sono fatta una cultura leggendo il tuo ’21 cose da vedere a Barcellona con i bambini’ e, proprio seguendo i tuoi consigli, credo che salteremo lo Zoo, ma aggiungeremo il Camp Nou per far contenti i maschietti. Insomma sono molto carica ed ansiosa di partire, tu hai qualche consiglio particolare da darmi? La Barcelona Card conviene farla o no? Sono un pò preoccupata per il clima…Grazie di tutto e continuerò ad informarmi in attesa del viaggio.

    • Valentina Cappio Rispondi

      22/11/2014 at 10:26

      Ciao Cinzia! Che bello questo commento. Sono contentissima di sapere che un pochino i miei post hanno ispirato il vostro viaggio; Barcellona è una splendida città per i bambini, non resterete delusi. Per quanto riguarda i consigli, ti suggerisco di fare una puntatina al Cosmo CaixaMuseum e a Parc Guell. Anche l’acquario è molto bello! Per il clima, non preoccuparti; è normalmente più caldo che in Italia. Per la Card, dipende molto da cosa intendete visitare e se quello che volete visitare è incluso nella carta. Controlla bene cosa è gratuito e cosa invece prevede solo uno sconto. Un abbraccio e buon viaggio!

  19. Mariona Rispondi

    02/04/2015 at 14:07

    Ciao!
    Sono di Barcellona ma ormai abito a Torino e mi fa molto piacere leggere questo post si barellona e i bambini.
    Anch’io penso che barcellona è un posto ideale per viaggiare con i bimbi.
    Ci sono moltissime cose da fare e tanti parchi aparte il mare.
    Per quelli che andate lí in vacanza vi sarà utile guardare un po anche questa web fate da mamme che io trovo geniale (ristoranti, negozi, musei e gitte dentro e fuori Barcellona family friendly) quindi quando sei disperato e non sai dove mangiare con i piccoli puoi guardare lí! È organizzato anche per zone ????
    http://www.mammaproof.org

    Per fortuna ci sono sempre piú locali pensati per le famiglie e tante ludoteche e aree per i piccoli!
    Buone vacanze!
    … Come mi manca la mia Barcelona! ????

    • Valentina Cappio Rispondi

      02/04/2015 at 16:33

      Ciao Mariona! Grazie di cuore per la segnalazione! Barcellona manca tanto anche a noi!!!

  20. Grazie! Andremo a fine maggio per qualche giorno, con i nostri due bambini di cinque e quattro anni e mi hai dato tantissimi spunti meravigliosi!

    • Valentina Cappio Rispondi

      15/05/2015 at 07:46

      Raffaella grazie a te per il tuo commento. Vi divertirete un sacco a Barcellona, ne sono sicura! Un abbraccio e buon viaggio family!

  21. Pingback: 7 blog post per chi visita Barcellona - Blog di viaggi - eDreams

  22. carmen Rispondi

    09/10/2015 at 08:45

    Ho appena letto questa guida che reputo preziosissima per chi deve visitare Barcellona con bimbi!!noi siamo qui adesso con due gemelle di 5 anni e confemo per i passeggini perché ce veramente tanto da camminare e per quanto le mie gia sono abiyuate vivendo in montagna ci stanno tornando utilissimi…li abbiamo noleggiati qui per comodità….io però cercavo qualche locale dove mangiare la sera con spazio giochi qualche idea?poi esistono ludoteche dove poter lasciare un paio d ore i bimbi snza genitori?ci piacerebbe anche fare qualche acquisto ma loro nei negozi si annoiano giustamente!!

  23. pina Rispondi

    27/12/2015 at 22:34

    ciao, noi andremo a barcellona a metà gennaio con i bambini, in hotel, vicino placa de catalunya, visto che abbiamo solo la colazione ci puoi consigliare qualche ristorante economico e di buona cucina spagnola dove poter pranzare o cenare?

    • Valentina Cappio Rispondi

      29/12/2015 at 10:19

      Ciao Pina, purtroppo avendo dormito in appartamento non abbiamo mai mangiato fuori. A parte qualche tapas in giro per la città- Non ricordo i nomi, ti consiglio però di evitare i punti di maggior affluenza turistica e inoltrarti tra i vicoletti dove troverai tanti ristorantini tipici. Barcellona non è una città cara, per cui non avrete difficoltà- ne sono certa. Buon viaggio!

  24. Anna da Zena Rispondi

    18/02/2016 at 17:34

    Grazie Valentina, ora stampo questo tuo articolo e lo metto in valigia! Mi tornerà utile tra un paio di mesi quando andremo a Barcellona con le nostre bimbe di 5 e 3e1/2!!

    Ottimi consigli davvero!

    • Valentina Cappio Rispondi

      26/02/2016 at 10:18

      Buon viaggioooooo

      • Anna da Zena Rispondi

        11/04/2016 at 09:34

        Buongiorno Valentina,
        siamo rientrati ieri sera e abbiamo seguito tantissimo i tuoi consigli!!Grazie!!!
        Una vacanza fantastica, abbiamo visto quasi tutto ma ci siamo lasciti alcune cose per avere la scusa di tornare 🙂
        Siamo solo rimasti male per non essere riusciti a visitare Parc Güell come si deve! Non sapevamo che la parte interna del parco fosse a pagamento, ma ci sta.. il problema è stata l’entrata con fasce orarie.. siamo arrivati alle 12:00 e il primo ingresso disponibile era alle 16:30… avremmo perso tutto il giorno per aspettare il nostro turno.. e così non abbiamo visto la “salamandra” dell’ingresso e non abbiamo passeggiato sulla grande terrrazza…. un peccato!!! A saperlo prenotavamo l’orario di visita on-line http://www.parkguell.cat/
        Per il resto davvero 4 giorni speciali che porteremo sempre nei nostri ricordi e in quelli delle nostre piccole viaggiatrici alla prima esperinza in volo!!!

        • Valentina Cappio Rispondi

          11/04/2016 at 10:56

          Cara Anna, grazie mille per questo tuo commento. Mi riempie il cuore sapere che sia stato un bel viaggio e che il mio post vi abbia aiutato. Grazie anche della segnalazione sul Parc Guell. Deve essere una cosa introdotta negli ultimi anni, perchè quando ci sono andata io non funzionava a fasce orarie. Inserirò questa preziosa informazione nell’articolo, cosi altre famiglie potranno beneficiare del tuo consiglio. Grazie davvero!!! E un abbraccio alle tue piccole viaggiatrici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter!