Scozia On The Road: nella Camera Obscura

Vi è mai capitato di entrare in un edificio seicentesco ed uscirne con una foto della vostra testa adagiata su di un tavolo? Bé, a noi si! E’ successo subito dopo aver visitato il Castello di Edimburgo. Appena lasciato l’Esplanade, infatti, dopo pochi metri sulla sinistra, una torre ed una strana insegna cattura la nostra attenzione: “Camera Obscura“. Come non entrare?! Ed è cosi che scopriamo, quasi per caso, una delle più antiche attrazioni turistiche di Edimburgo.

Camera Obscura fu infatti inaugurata nel lontano 1853, quando l’edificio seicentesco originario, sormontato da una torre, venne dotato di un periscopio gigante.  Su di uno schermo bianco concavo vengono ancora oggi proiettate le immagini convogliate dal periscopio, permettendo cosi a grandi e piccini di “spiare” ciò che avviene in tempo reale nelle strade di Edimburgo. Una sorta di webcam d’altri tempi, insomma!

Una guida manovra il periscopio, spiegandone il funzionamento e raccontando – sfortunatamente solo in inglese – storie ed aneddoti sulla città di Edimburgo. I visitatori, invece, si divertono ad “acchiappare” con cartoncini bianchi le persone e le auto proiettate sullo schermo, schiacciandole, facendole saltare all’indietro o creando simpatici ponti su cui farle camminare. Purtroppo, non è consentito scattare foto all’interno della Camera Obscura, ma qui c’è un piccolo video dello show, per chi fosse volesse saperne di più…

Il Museo si sviluppa su cinque piani, l’ultimo – ovviamente – ospita l’attrazione principale, la Camera Obscura appunto. Sui restanti quattro piani, invece, si snoda un meraviglioso percorso attraverso il mondo della magia e delle illusioni: specchi deformanti, lenti giganti, sfere elettriche, muri magici, caleidoscopi colorati, labirinti, ologrammi e molto altro ancora!

E, tra un gioco interattivo e l’altro, ci si rimpicciolisce o si diventa giganti…

… si attraversano galassie, si esplorano labirinti fatti di specchi, si perde l’equilibrio in tunnel psichedelici…

… e si esplora la città di Edimburgo muniti di fantasmagorici occhiali 3D!

Se ancora non siete soddisfatti, sedetevi di fronte alla Morph Machine: una webcam scatterà una foto del vostro volto che, come per magia, si modificherà in quello del vostro antenato scimpanzé…

Lo shop alla fine del percorso, merita, da solo, una visita. I miei piccoli viaggiatori, ma anche mamma e papà, ci sarebbero rimasti per delle ore…

Insomma, una grande esperienza per tutta la famiglia dal primo all’ultimo piano! Ah, quasi dimenticavo… armatevi di macchina fotografica prima di entrare! Farete delle foto meravigliose!!

________________________

Informazioni pratiche:

  • Dove si trova: Castlehill, The Royal Mile; a due passi dal Castello di Edimburgo.
  • Orari di apertura: Luglio e Agosto, tutti i giorni dalle 9:30 alle 21; Settembre e Ottobre, tutti i giorni dalle 9:30 alle 19; Novembre – Marzo, tutti i giorni dalle 10 alle 18; Aprile – Giugno, tutti i giorni dalle 9:30 alle 19
  • Costo biglietti: adulti £10.95; bambini (5-15 anni) £7.95.
  • Visita: concedetevi almeno un paio d’ore per esplorare con calma l’intero percorso. La Camera Obscura, che si trova all’ultimo piano dell’edificio, è l’unica attrazione che necessita della presenza di un addetto. Lo spettacolo ha orari precisi, che vi saranno comunicati all’ingresso, una volta acquistato il biglietto.
  • Per le famiglie con bambini: ovunque ce ne sia bisogno, troverete degli sgabelli su cui i più piccoli possono salire per guardare meglio le varie attrazioni! Su ogni piano, inoltre, troverete dei dispenser gratuiti di disinfettante per le mani, dato che la maggior parte delle attrazioni presenti richiede una certa manualità. Non perdetevi i WC dipinti come le fauci del coccodrillo!


Potrebbero anche interessarti:

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

18 Responses to Scozia On The Road: nella Camera Obscura

  1. silviaceriegi Rispondi

    26/10/2012 at 08:07

    non proprio economico… ma sicuramente un divertimento per grandi e piccini!!! proveremo…

    • The Family Company Rispondi

      26/10/2012 at 09:52

      vero Silvia, i biglietti non sono proprio economici (problema comune a molte attrazioni britanniche, soprattutto per il cambio sfavorevole), ma devo ammettere che ne vale la pena. Cmq, prossimamente parlerò di un Museo davvero sensazionale e del tutto gratuito ;-)

  2. viaggideirospi Rispondi

    26/10/2012 at 09:54

    ahahahahah bellissimo Vale!!! La foto di Fabio è la più bella!!!! Quante cose meravigliose da vedere…e come si sono divertiti i cuccioli!!
    Cmq mi devo adeguare e passare al mondo del touch…vedo che anche Ale, come il mio Fede, sono già orientati con il ditino magico…

    • The Family Company Rispondi

      26/10/2012 at 09:56

      eh già! è inevitabile cara Ale. Volente o nolente, i nostri sono figli dell’era digitale. L’importante è che, da brave mamme viaggiatrici, facciamo conoscere loro anche la bellezza dell’antico e del poco tecnologico… sei d’accordo? un abbraccio!

      • viaggideirospi Rispondi

        26/10/2012 at 10:31

        of course…niente di meglio di una bella mappa del tesoro con capitan uncino!!! Incredibile come si stia appassionando alle storie dei pirati…
        e cmq un giorno Fede prendendo il mio telefono, che non è touch, mi dice “Mamma, non funsiona…”

        • The Family Company Rispondi

          26/10/2012 at 10:38

          allora, prendiamo un solenne impegno: prossimo viaggio insieme (da fare, visto che ancora non ne abbiamo fatto uno), creeremo una mappa dei pirati per i nostri piccoli viaggiatori. E meno male che ci sono loro!!!

  3. Tiziana Rispondi

    26/10/2012 at 15:35

    Fantastico!!! Puro divertimento.

    • The Family Company Rispondi

      26/10/2012 at 15:37

      Proprio cosi Tiziana! I bimbi abbiamo dovuto trascinarli via!!! Con la promessa di un gelato ;-)

  4. Pingback: Scozia On The Road: viaggio nella macchina del tempo | The Family Company

  5. Pingback: Scozia On The Road. Seconda tappa: Stirling | The Family Company

  6. Pingback: Scozia, Safari nelle Highlands | The Family Company

  7. Pingback: Natale ad Edimburgo | The Family Company

  8. Pingback: Scozia per bambini… l’itinerario | The Family Company

  9. Pingback: 5 cose da vedere ad Edimburgo con bambini - Blogmamma.it

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>