Nelle Langhe con bambini piccoli

Guest Post di Francesca PatatoFriendly

Oggi voglio raccontarvi del primo viaggio con il mio bimbo, quello in cui parti con la macchina stracarica che sembra che tu debba emigrare per sempre e poi ti accorgi che la metà delle cose sono inutili, quello in cui pianifichi la partenza intelligente per evitare la coda e incastrare le poppate del piccolo e poi ti ritrovi ad allattare in macchina, ferma ad un autogrill, quello in cui ti porti tutti i farmaci possibili e immaginabili per le potenziali malattie del tuo bimbo e poi l’unico farmaco che manca è quello che serve a te per curare il tuo malanno…

Insomma, il primo viaggio, con tutte le ansie da neo-mamma, con un bimbo di poco più di due mesi. Un tour di un mese nelle Langhe, in una terra per me magica, dove da innamorati, abbiamo trascorso il nostro primo week end insieme tanti anni prima. Tante cose ci sarebbero da dire, forse troppe, e allora parto da Alba, e poi magari il resto ve lo racconterò passo passo, perché  ridurre tutte le Langhe in un post non si riesce.

Langhe Alba

Alba, Langhe

Alba è la capitale delle Langhe, città delle cento Torri, patria del tartufo e del buon vino, ma anche città natia di un famosissima azienda di dolciumi (la Ferrero n.d.r.) e già da questo si può capire perché  le Langhe regalino cosi tante soddisfazioni dal punto di vista culinario.

Alba e’ un borgo dal cuore antico che si trova in una valle, distesa vicino al fiume Tanaro, in una terra fatta di colline, è una cittadina a misura d’uomo, con un bellissimo centro storico pedonale che si snoda tra chiese centenarie e vetrine dove sono esposti, come gioielli, i tartufi. D’estate, Alba pullula di turisti, che si incontrano nelle vie del centro, intenti a guardare le vetrine o a comprare qualcuna delle prelibatezze di questa terra, o in piazza, per godersi un aperitivo e un po’ di fresco.

Ma cosa si fa ad Alba con un piccolo “viaggiatore zerododici”?

Beh, innanzitutto ci si rilassa. Non so voi, ma su di me, neo-mamma da poco più di due mesi, con gli ormoni in subbuglio e tanti dubbi nella testa, le colline e la vita d’altri tempi del Piemonte hanno avuto un effetto rigenerante.

Con un allattamento partito in modo faticoso e un caldo torrido, non me l’ero sentita di scegliere il mare. Ma ad Alba e dintorni abbiamo trascorso giorni meravigliosi, tra tour eno (poco) gastronomici (tanto), passeggiate tra le colline e i boschi, piccoli borghi antichi dove godersi la brezza leggera e tante soste per una poppata o uno sguardo al paesaggio circostante.

Perché, con un bimbo piccolo, le soste sono frequenti e le Langhe sono perfette: basta prendere la macchina e fare poca strada per bearsi davanti a meravigliosi panorami o a centri storici che sono patrimonio storico italiano, tanto da essere inseriti tra i Borghi più’ belli d’Italia.

Qualche esempio?

Neive, piccolissimo borgo a breve distanza da Alba, una delle zone dove si è costruita l’eccellenza vitivinicola di questa zona; Magliano Alfieri, con i suoi panorami sulla valle del Tanaro e il suo ristorante molto bimbo friendly; il Castello di Guarene, suggestivo con la luce del tramonto che rende tutto romantico soprattutto quando ti fermi ad allattare su una panchina “con vista”, o Serralunga, altro castello e altro borgo, dove e’ nato il Barolo Chinato, un vino da meditazione, per intenditori, che si può gustare freddo o anche…caldo … Provare per credere!

Langhe Piemonte Guarne

Castello di Guarene, Langhe

E quindi basta prendere la macchina e senza stress tra una sosta e l’altra si ammirano castelli, borghi antichi e pieni di storia e panorami mozzafiato.

Ma volendo si possono anche scovare attività “particolari”, come la ricerca simulata dei tartufi, per calarsi ancora di più nell’atmosfera di questa terra. Oppure, semplicemente, girare per i pittoreschi mercati, dove i contadini arrivano la mattina presto per vendere le pesche appena raccolte o la verdura dei loro campi.

L’unico neo? Beh, chi ama i vini e allatta “guardare senza assaggiare” (o assaggiando molto molto poco) è un po’ una “tortura”, ma vi assicuro che c’e’ da rifarsi con la cucina, che – da queste parti – è davvero meravigliosa. Qualche idea? Provate i tajarin con il tartufo, il fritto misto alla piemontese, i raviolini del plin, la bagna cauda, gli gnocchi al castelmagno e il bollito misto … E per chi ama i dolci? Beh iniziate con i semplicissimi ma buonissimi biscotti di Meliga, per poi passare al Bunnet, alle Pesche al cacao e amaretti, ai Baci di Cherasco e al Real Biscotto di Racconigi, giusto per citarne qualcuno, ma vi assicuro che in una terra dove si trovano senza fatica le piccole botteghe di una volta il viaggio sara’ davvero un piacere per il palato!

Panorama sulle Langhe

Panorama sulle Langhe

E se invece non allattate e amate il buon vino qui non avrete che l’imbarazzo della scelta tra vini rossi di carattere e bianchi intensi e profumati. Uno su tutti? Il Dolcetto, d’Alba ovviamente ma se amate i bianchi provatene tipici di Alba, la “Favorita” e l’ “Arneis”, vi stupiranno!. E magari la prossima volta vi racconterò di Barolo e del suo vino ovviamente. Ma se siete impazienti e volete organizzare il vostro “viaggio zerododici” da queste parti, potete trovare tutto l’itinerario e i consigli pratici a questo link 

La cosa da non dimenticare prima di partire? Un marsupio o una fascia porta bebè, per godervi le passeggiate tra i vigneti con il vostro bimbo in liberta’!

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

2 Responses to Nelle Langhe con bambini piccoli

  1. viaggideirospi Rispondi

    12/04/2013 at 09:38

    Grandissima Franci!! Come mi sono ritrovata in questo post, nel nostro primo we romantico a 3…e per noi le tue Langhe sono le 5 Terre!!! Un abbraccio e spero di puntare la macchina il prima possibile verso Alba!!!!

  2. priolo renato Rispondi

    04/11/2016 at 09:11

    Attività per i bambini alla Fiera del Tartufo ad Alba ALBA TRUFFLE BIMBI green
    http://www.fieradeltartufo.org/2016/it/evento/altri-eventi/96-alba-truffle-bimbi-green balocchi di legno https://fuoritracciacom.wordpress.com/alba-truffle-bimbi-green/ e laboratori manuali per tutta la famiglia https://fuoritracciacom.wordpress.com/laboratori-alba-truffle-bimbi-green
    INGRESSO LIBERO Info e prenotazioni al numero 335 1301912

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *