Istanbul con bambini terzo giorno: Palazzo Topkapi e Harem

Prosegue il racconto del nostro viaggio a Istanbul con bambini. Siamo arrivati al terzo giorno in questa splendida e misteriosa città al confine tra Europa e Asia. Dopo il primo articolo con l’itinerario completo e con una serie di consigli pratici per l’organizzazione del viaggio, siamo passati a raccontarvi – giorno per giorno – cosa vedere a Istanbul con bambini:

E oggi… andiamo in un luogo dove il tempo pare si sia fermato: il Palazzo Topkapi e il suo Harem.

Palazzo Topkapi Istanbul cosa vedere

Il Palazzo Topkapi, con l’adiacente Harem, era la residenza del sultano, un mondo a parte rispetto al resto della città, teatro di intrighi di corte e di eccessi. Fatto costruire nel 1453 da Mehmet il Conquistatore, rimase la residenza dei sultani fino al XIX secolo.

istanbul cosa vedere

È un posto che ai bambini piacerà sicuramente. I racconti sui sultani che vi hanno abitato lo trasformerà in un luogo da favola. Del resto, sembra davvero un castello delle favole arabe.

Considerate di dedicare un giorno intero alla visita perchè il palazzo offre davvero tanto e merita di essere visitato con calma.

istanbul cosa vedere

Dalle sale pubbliche utilizzate per le udienze e gli incontri politici, alle sfarzose stanze private del sultano, dalla tesoreria imperiale con la sua incredibile collezione di oggetti preziosi, alle corti e ai giardini interni, per non parlare della splendida vista sul Bosforo: tutto nel Palazzo Topkapi è affascinante.

Vi si accede dalla Porta Imperiale, attraverso cui si entra nella Prima Corte, la Corte dei Giannizzieri.

Si prosegue verso la Porta di Mezzo, dalla quale potevano entrare a cavallo solo il sultano e sua madre, e si entra quindi nella Seconda Corte, l’ingresso vero e proprio al palazzo. Da questa corte si accede a varie sale che meritano di essere visitate, tra cui le Cucine e la Sala del Consiglio Imperiale, nonché l’ingresso all’Harem.

Dalla splendida Porta della Felicità si entra nella Terza Corte, cuore del palazzo e sede della Sala delle Udienze, dove venivano ricevuti ambasciatori e alti funzionari stranieri.

istanbul cosa vedere

In questa ala sono visitabili la Biblioteca e la Tesoreria Imperiale, quest’ultima da non perdere per gli incredibili oggetti d’oro e le pietre preziose che custodisce.

istanbul cosa vedere

Dalla Quarta Corte, o Giardino dei Tulipani, si gode una splendida vista sul Bosforo.

istanbul cosa vedere

L’Harem istanbul cosa vedere

Vi suggerisco davvero di visitare anche l’Harem, ovvero gli appartamenti privati della famiglia imperiale e il luogo dove giovani donne straniere (l’Islam vietava la riduzione in schiavitù di musulmane), comprate come schiave, vivevano e venivano “istruite” a diventare le concubine del sultano.

Un’ottima occasione per insegnare ai bambini che nel mondo esistevano (e talvolta esistono ancora) anche realtà che non fanno onore al genere umano. Certo, sono argomenti non facili da affrontare con i nostri piccoli esploratori. Ma viaggiare con i bambini è anche questo: una finestra sulle cose meravigliose del mondo, ma anche su quelle meno belle.

istanbul cosa vedere 6

Per l’Harem si paga un biglietto a parte, ma il palazzo merita di essere visto, perchè splendido, a mio parere anche più del Palazzo Topkapi stesso.

istanbul cosa vedere 7

Una cosa che non ho gradito: in alcune stanze del palazzo (la Tesoreria, per esempio) era vietato l’ingresso con i passeggini! Ci siamo dovuti quindi dividere, perchè mentre uno di noi grandi visitava la Tesoreria con Cipollo, l’altro doveva restare fuori con la piccola. Se una persona fosse stata da sola con un bimbo piccolo nel passeggino non avrebbe potuto accedere ad alcune sale!

Ovviamente mi sono fatta sentire con la vicedirettrice del museo, che si è giustificata adducendo motivi di sicurezza in quanto, muoversi con i passeggini all’interno di stanze affollate dove c’è un percorso obbligato da seguire, sarebbe stato difficoltoso e poco sicuro in caso di emergenza. La spiegazione mi ha lasciata molto perplessa.

Fuori dal Palazzo c’è il bel Gülhane Parki, meta obbligata per un riposino dopo la visita o per fare un picnic, godendosi la vista sul Bosforo e sul Mar di Marmara. Un bel giardino poi è sempre una sicurezza con i bambini.

Siamo quasi giunti alla fine del nostro viaggio, soltanto un giorno ci rimane e lo dedicheremo alla visita di un quartiere asiatico di Istanbul, domani andiamo in Asia!

 

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

One Response to Istanbul con bambini terzo giorno: Palazzo Topkapi e Harem

  1. alessia Rispondi

    12/09/2014 at 06:21

    grazie per questi articoli su Istanbul! sono veramente utilissimi! e messi tutti insieme sono una super guida! brava!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter!