Viaggi con bambini in camper: noleggio si, no, come, quando, perchè

Ah i viaggi on the road! Sono la mia passione, la mia annuale dose di adrenalina, la mia rinascita. C’è una sensazione di libertà, di avventura, di vicinanza. Tutti ingredienti che, credimi, fanno la differenza quando si tratta di viaggi in famiglia. Certo, c’è da mettere in conto gli immancabili “siamo arrivati?“, i capricci, le soste forzate, le briciole ovunque, i litigi tra fratelli. Ma anche le risate, i ricordi, le scoperte, le prime volte. Un viaggio con bambini è proprio questo: una lista infinita di prime volte.

camper 2

E a proposito di prime volte… è da tempo che stiamo pensando di provare l’ebrezza del camper! La possibilità di viaggiare in libertà, di fermarsi dove e quando si vuole, di non fare troppi programmi… insomma, di vivere il viaggio da veri nomadi, anche in altissima stagione… Ecco, tutto questo ci attira da morire!

Stiamo quindi valutando diverse opzioni e, raccogliendo informazioni in giro, ci siamo presto resi conto che acquistare un camper è una decisione alquanto impegnativa economicamente. Ecco perchè abbiamo chiesto il parere di un caro amico camperista, Daniele, papà di tre maschietti e accanito viaggiatore. Ci ha dato tantissimi consigli utili. Talmente utili che ho pensato valesse la pena condividere con tutti voi. Ecco dunque qualche suggerimento pratico per tutte quelle famiglie che, come noi, stanno valutando di viaggiare in camper ma non sanno da dove iniziare.

La parola a Daniele!

Camper o non camper?

Iniziamo dai fondamentali: camper o non camper? Il primo passo per una serena vacanza on the road è capire se una viaggio in camper fa davvero al caso tuo.

camper 3

In tutta onestà, non penso che questa scelta debba essere dettata da fattori economici. Mi spiego meglio: acquistare o anche noleggiare un camper non è poi così low cost. Certamente è una valida alternativa alla vacanza all inclusive in un resort. Ma se cerchi una vacanza davvero economica, forse è meglio optare per il campeggio.

Scegliere di fare una vacanza in camper significa innanzitutto abbandonare l’idea della vacanza stanziale e preferire muoversi in lungo e in largo, macinare chilometri, magari senza programmi troppo rigidi. Insomma, flessibilità, avventura e libertà (anche nei periodi di altissima stagione) sono le parole chiave per chi viaggia in camper. Se sono anche le tue, insieme ad una buona dose di adattamento, allora puoi stare sereno: viaggiare in camper piacerà quasi sicuramente anche a te.

La tua prima volta: meglio acquistare o noleggiare un camper?

Se non hai mai viaggiato in camper prima, iniziare a prendere confidenza con il mezzo e solo poi valutare un eventuale acquisto è probabilmente un’idea molto saggia.

Come puoi ben immaginare, comprare un camper è una spesa decisamente impegnativa (si parte da almeno 50.000 euro). Di conseguenza, al di là di filosofie e pensieri, è importante testare la cosa sul campo per essere veramente sicuri che questo tipo di vacanza faccia davvero al caso della tua famiglia. Noleggiare un camper può sicuramente aiutare in questo processo decisionale.

Un consiglio personale: non fermarti alla prima volta. Le prime volte, quasi per definizione, servono a malapena ad orientarsi e, spesso, possono essere quasi traumatiche se non si è abituati a questo tipo di vacanza. Ti suggerisco dunque di noleggiare il camper per almeno tre o quattro volte. Ogni viaggio andrà sicuramente meglio del precedente, perchè sarai più organizzato, più preparato e avrai tarato le tue aspettative e quelle della tua famiglia.

Quanto costa noleggiare un camper?

Il costo del noleggio di un camper dipende da vari fattori: dal modello, dal tipo di tariffa scelta (chilometraggio illimitato o non) e anche da tutti gli eventuali extra che possono essere aggiunti in fase di nolo. Vediamo il tutto più nel dettaglio:

Cosa è incluso nel noleggio camper?

Innanzitutto è importante sapere che il mezzo viene consegnato con un dotazione base che non è sufficiente per affrontare un viaggio in camper, breve o lungo che sia.

Nella maggior parte dei casi, la spesa di noleggio copre essenzialmente solo l’uso del veicolo per il periodo richiesto. Tutto il resto, che è comunque indispensabile, deve essere noleggiato a parte oppure bisogna procurarselo da soli: lenzuola, asciugamani, pentole, stoviglie, ecc.

Se non hai voglia o tempo di metter su tutta l’attrezzatura, puoi prendere a noleggio kit preconfezionati, disponibili presso qualsiasi concessionario; ovviamente questa scelta è la meno economica seppur la più immediata.

Se invece vuoi risparmiare sulla spesa totale, ti consiglio di leggere questo post scritto da una fantastica mamma camperista, Daniela: spiega nel dettaglio cosa è fondamentale procurarsi per partire sereni e per vivere il camper senza stress.

noleggio camper

Altre cose da aggiungere al costo del noleggio: assicurazione, carburante, ricarica del boiler e pulizia finale del mezzo.

Chilometraggio e tariffe

Generalmente è possibile scegliere tra tre tipologie di tariffe:

  • una tariffa giornaliera con chilometraggio incluso e con percorrenza tra i 100 e i 150 chilometri;
  • una tariffa giornaliera con chilometraggio illimitato
  • formula weekend con chilometraggio incluso fino ad un tetto massimo di 1.200 chilometri totali

Questo significa che, prima di scegliere la tariffa più indicata alle tue esigenze, è bene avere un’idea di massima dell’itinerario e dei chilometri che vuoi percorrere.

Come scegliere il camper a noleggio?

La prima cosa da guardare è lo spazio. Viaggiare in camper, soprattutto se si hanno dei bambini, richiede comunque una bella dose di spirito di adattamento. E la capacità di condividere spazi piccoli senza pestarsi troppo i piedi.

Ma l’errore che molti fanno è di scegliere un mezzo troppo piccolo, solo per risparmiare qualche soldo. Pagherete poi un prezzo molto più alto, in termini di stress e frustrazione.

Se il primo viaggio in camper è breve, diciamo un weekend, probabilmente vi basterà un camper omologato per il numero totale dei membri della famiglia che viaggia.

Se invece intendi partire per una vacanza più lunga, ad esempio una settimana, allora il consiglio è di noleggiare un camper che abbia almeno due posti letto in più rispetto al numero di persone che viaggiano. Questo perchè, generalmente, due dei posti letto sono ricavati chiudendo il tavolo della dinette. Immaginate lo stress di dove abbattere la dinette ogni sera  e ritrasformarla in tavolo ogni mattina? Magari con un paio di pargoli piagnucolanti che non possono nemmeno scorrazzare fiori perchè è freddo o piove?! Anche su questo aspetto, il blog di Daniela (Due Per Tre Fa Cinque) propone un articolo molto utile e dettagliato.

noleggio camper

Come scegliere la concessonaria?

Innanzitutto, è fondamentale prestare attenzione all’affidabilità del noleggiatore. Il mio consiglio è di verificare sempre con il passaparola di qualcuno che si conosce oppure cercando opinioni su Internet. È ormai possible trovare qualsiasi tipo di informazione online: dai un’occhiata ai forum di viaggi o quelli più specifici rivolti e popolati da camperisti. Un’altra ottima fonte di informazione è l’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti.

Una valida alternativa alla classica concessonaria è il noleggio online. Uno dei tanti ottimi siti, ad esempio, è www.campanda.it, su cui è possibile mettere a confronto e prenotare oltre 25.000 camper in tutto il mondo.

Pianifica bene il viaggio

È ovviamente sempre una buona idea seguire il cuore, ma – quando si viaggia con bambini – è altrettanto importante trovare un equilibrio tra libertà a tutti i costi e un pochino di pianificazione anticipata. Viaggiare in camper significa esplorare, ma con dei bambini è bene avere sempre un piano B. Personalmente, pianifico un itinerario di massima usando Google Maps (mettendo in conto eventuali deviazioni o cambi di programma una volta on the road) e prenoto sempre una piazzola per le prime due o tre notti, o almeno per la prima notte. Questo soprattutto se si viaggia in alta stagione.

Per una guida dettagliata alla pianificazione del viaggio, consiglio gli articoli di Stefania – una straordinaria mamma camperista che collabora con The Family Company.

Cosa non dimenticare: consigli pratici per chi noleggia un camper per la prima volta

Elenco soste attrezzate

La cosa assolutamente da non dimenticare è l’elenco delle aree di sosta adatte ai camper. Soprattutto in Italia, non è concesso fermarsi ovunque vi capiti, ma solo nelle aree attrezzate ed autorizzate. Non necessariamente un campeggio, basta una zona dove è possibile parcheggiare e, all’occorrenza, usare l’elettricità, riempire la cisterna dell’acqua e/o svuotare il bagno chimico.

Portata massima

Massima attenzione alle soglie di carico del mezzo, cioè a quanto potrai caricare sul camper. Se il mezzo è sovraccarico, potresti incorrere in multe salatissime. La portata del camper è la differenza tra la sua tara e la massa: entrambe sono indicate sulla carta di circolazione. La tara del veicolo è il peso del camper vuoto in cui è compreso il pieno di carburante, la ruota di scorta e un conducente; la massa complessiva, invece, è il peso del camper a pieno carico. La portata totale si calcola includendo non solo il peso di tutti i bagagli, ma anche quello dei passeggeri.

No alle valigie

Un altro consiglio per chi vuole provare il camper è di non portare valigie. Non servono a nulla e occupano un sacco di spazio. Piuttosto opta per un paio di zaini che ti serviranno in caso di escursioni o passeggiate.

No alle scarpe

Altro suggerimento molto pratico: non usate le scarpe all’interno del mezzo; una delle cose che odio di più (perchè è realmente fastidiosa non perchè sono pigro!) è pulire il pavimento del camper!

Bits & Bops

Altre cose che porterei per un’uscita in camper: una torcia elettrica, guanti e stracci da usare quando devi svuotare il bagno chimico, biciclette se si viaggia con la bella stagione.

camper_bici

Cos’altro dire se non.. buon viaggio?!

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

3 Responses to Viaggi con bambini in camper: noleggio si, no, come, quando, perchè

  1. Ale Rispondi

    17/11/2015 at 21:11

    Qui mi sa tanto che un bel noleggio collettivo e si parte tutti insieme!!! Che dite Family?? Io avrei già un paio di destinazioni in mente.. mare, montagna o anche dove volete… come si dice basta andare e divertirsi!!
    Un abbraccio grande!!

  2. mattia Rispondi

    19/04/2017 at 21:26

    Ciao anche noi all’inizio abbiamo noleggiato un camper e nei tuoi consigli ci ritroviamo molto… poi abbiamo avuto la fortuna che i miei genitori ne hanno acquistato uno usato.
    Quando è nata nostra figlia abbiamo acquistato una roulotte…ed ora eccoci qua http://www.caravantrips.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter!