Singapore con bambini: perché sceglierla?

Sono un’appassionata fan di Singapore, ma non sempre si pensa a questa incredibile città come prossima meta di un viaggio in famiglia. Ho pensato allora di condividere con voi una piccola guida a questa meta, spiegandovi perché Singapore sia una destinazione assolutamente adatta ad essere visitata insieme ai bambini.

Il primo motivo risiede proprio nella sua location. La particolarità di essere stata costruita all’interno di una foresta pluviale rende questa metropoli atipica in materia di smog, traffico e di tutti quei disagi tipici di una grande città. Il verde in cui è avvolta è veramente particolare, come particolari sono gli animali che ci vivono e i giardini botanici che la occupano.

Ma Singapore è una destinazione family-friendly anche per i servizi che offre e per la facilità con cui è possibile raggiungerla, oltre alle mille attrazioni che faranno innamorare i vostri bambini. Ora ve ne parlo più nel dettaglio.

Singapore con bambini: come raggiungerla

singapore con bambini

Questa città è facilmente raggiungibile dall’Italia con molte compagnie di linea effettuando un solo scalo, mentre da Milano è possibile volare direttamente con Singapore Airlines.

Mentre, fino a poco tempo fa, i costi dei biglietti aerei erano abbastanza elevati, adesso – grazie alle continue promozioni effettuate da varie compagnie asiatiche – è possibile spendere cifre ragionevoli.

Una volta a destinazione, dall’aeroporto di Changi potrete raggiungere il centro in treno o in taxi, ma non prima di aver visitato quello che viene definito come uno degli aeroporti più famosi al mondo. Il perché? Sicuramente per il traffico intenso, ma anche per alcune particolarità poco note: negozi aperti giorno e notte, ritiro dei bagagli in un parco artificiale e dotazione di piscina sul tetto, particolarità sconosciuta ai più!

Per il vostro soggiorno non avrete bisogno di visti particolari (a meno che non soggiorniate per più di 30 giorni): sarà sufficiente il passaporto con almeno 6 mesi di validità.

singapore con bambini

Singapore con bambini: dove dormire

Quasi ogni zona a Singapore è ottima come base e come punto di partenza per esplorare la città. Noi abbiamo dormito in varie zone, nello specifico a Bugis, Chinatown, Orchard Road e Marina Bay. Quest’ultima è quella che preferisco, anche perché è perfetta per un bambino di qualsiasi età.

La zona del Marina rappresenta un po’ il cuore del divertimento, costituita com’è da locali lungo il fiume, da mercati e da spettacoli futuristici come il famoso “Wonderful” ai piedi del notissimo hotel Marina Bay Sand.

Nonostante si tratti di una città non esattamente economica, Singapore ha una vastissima gamma di scelta in materia di hotel. Si trovano dai 5 stelle agli ostelli e tutti in ottime posizioni. Il costo di una camera di un hotel di lusso sarà quasi sempre paragonabile al costo di un hotel a 4 stelle in Italia. Se volete permettervi un soggiorno da mille e una notte, meglio scegliere Singapore anziché Roma, per esempio.

I servizi sono di altissimo livello: troverete sempre stanze pronte ad accogliere anche famiglie con più figli e quasi sempre avrete la colazione inclusa.

Singapore con bambini: quando andare

Singapore si può visitare in qualsiasi periodo dell’anno, ma preparatevi a un tasso di umidità elevato come in poche altre zone del mondo. Armatevi pertanto di bottigliette d’acqua e di ombrello, perché i temporali sono all’ordine del giorno e non basteranno a rinfrescarvi.

singapore con bambini

Cosa fare a Singapore con bambini

Singapore è una città estremamente affascinante, sia per gli adulti che per i bambini. Cosmopolita e allo stesso tempo ricca di tradizioni antiche, offre tantissime cose da fare in famiglia. Ecco qualche suggerimento:

  • Potete visitare il Giardino Botanico con ingresso gratuito aperto durante le ore diurne. Questo posto rappresenta il polmone verde della città: qui  potrete passeggiare con i vostri piccoli, fermandovi ad ammirare la moltitudine di animali che vivono liberamente nel parco. All’interno troverete un anfiteatro all’aperto e il National Orchid Garden, ovvero un’oasi contenente tutte le specie di orchidee esistenti al mondo (il biglietto di ingresso costa 10 SGD).

singapore con bambini

  • Singapore Zoo, un vero e proprio paradiso per grandi e piccoli per chi ama questo tipo di attrazioni. Potrete scegliere tra il night safari, il river safari, il jurong board park e il classico zoo che di classico ha però ben poco. Noi abbiamo optato per quest’ultimo e non ci siamo affatto pentiti. Vi consiglio di acquistare i biglietti online, sia per le promozioni che solitamente offrono, sia per gli specifici pacchetti famiglia che vi permetteranno di saltare numerose file. Questo zoo non ha gabbie e non ha recinti: ha soltanto barriere naturali. Vedrete ogni animale libero nella foresta e potrete cimentarvi in decine di attività. Clara è un’amante della fauna, qualsiasi animale cattura la sua attenzione più di qualsiasi principessa Disney, ecco perché abbiamo scelto per lei il giro in elefante. All’interno dello zoo troverete passeggini, ristoranti, boutique e qualsiasi servizio indispensabile per adulti e piccolini. Ricordatevi anche qui l’acqua e l’ombrello.

singapore con bambini

  • Sentosa Island è una vera e propria isola che si trova nel cuore di Singapore. È facilmente raggiungibile dal centro con la metropolitana. Sia la linea North-East Line (quella viola) che la Circle Line (gialla) arrivano alla fermata Harbour Front Station. Da qui si va al level 3 del centro commerciale VivoCity, e si accede al Sentosa Express (una monorotaia) che arriva direttamente sull’isola. Il costo della monorotaia è di pochi SGD, ed il percorso a piedi richiederà solo qualche minuto. Sarà divertentissimo per i bambini arrivare in quest’oasi di pace. Il paesaggio si trasforma letteralmente, avrete davanti a voi resort con spiagge bianche (artificiali) e parchi di divertimento ovunque. Potrete scegliere tra l’Acquario e gli Universal Studios per esempio. Mentre il primo non ha lasciato in noi grande entusiasmo, il secondo si è rivelato un’ottima scelta per grandi e piccini. Gli Universal sono quelli tipici statunitensi, il biglietto si può fare in loco oppure online. Clara si è divertita tantissimo a girovagare tra il castello di Shrek e i personaggi di Madagascar anche se niente ha attirato la sua attenzione più della tigre bianca vista allo Zoo. Da non perdere è lo spettacolo di luci, suoni, laser e fontane del Songs of the Sea il cui biglietto potrete acquistare insieme a quello della monorotaia.

singapore con bambini

  • Food Court un classico per Singapore: decine di chioschi attrezzati per cucinarvi i più svariati menu, dai quali si può liberamente scegliere indicando il numero di tavolo dove ci si accomoda. Vi capiterà di cenare per strada in un’atmosfera del tutto nuova per poche decine di dollari.
  • Little India e Chinatown sono un altro must. Qui troverete una serie infinita di bancarelle dove acquistare souvenirs ed abiti in stile orientale per pochi dollari. Per Clara, ho trovato davvero molte chicche, introvabili altrove. È tutto molto ordinato, pulito e gli odori non sono così forti come spesso capita in questo tipo di quartieri.

singapore con bambini

  • Orchard Road è sicuramente da vedere, ma preparatevi a spendere cifre da capogiro. È sicuramente la via più lussuosa di Singapore: Gucci, Fendi, Cartier, Dolce & Gabbana e gli altri non mancheranno all’appello.
  • Infinity Pool al Marina Bay Sands. Purtroppo non è possibile visitare questa piscina se non si è ospiti dell’hotel. La hall dell’hotel ed i suoi mall possono essere visitati da chiunque ma al 57esimo piano si arriva solo se si è clienti. Quella piscina a filo sul Financial District è pazzesca e il panorama che si ha da lì è difficilmente descrivibile. In realtà si tratta di due piscine separate: la prima per le famiglie con i bambini e la seconda per il resto degli ospiti. L’acqua è caldissima ed adatta anche ai più piccoli. Vi verranno dati in dotazione ciabattine e accappatoi.

singapore con bambini

  • Clarke Quay è il quartiere che si sviluppa lungo il fiume. Qui troverete soprattutto ristoranti, locali tipici e avrete la possibilità di cenare sulle houseboat anche se con costi un po’ eccessivi. Vi consiglio di visitare questa zona alla sera, ma non di cenarvi. Allontanandovi leggermente troverete ristoranti con un buon rapporto qualità prezzo, non tipico di Clarke Quay. Da qui partono anche le crociere per visitare la zona lungo fiume compresa quella del Marina.
  • Gardens by The Way sono i giardini botanici di Singapore, diventati attrazione imperdibile per i turisti. La loro particolarità è quella di avere al loro interno alberi giganteschi totalmente artificiali. Su questi alberi di cemento forato e acciaio si sviluppano dei veri e propri giardini verticali ed alcuni di essi sono collegati da una passerella aerea. Vi lascio immaginare il panorama che avrete da qui. Attrazione, per altro gratuita, da non perdere è il ” Garden rhapsody“: ogni sera alle 7.45 e alle 8.45 questi alberi si illuminano, creando proiezioni multimediali a tempo di musica.

Se ancora non siete sicuri che visitare Singapore con bambini faccia per voi, cercherò di convincervi svelandovi un segreto: da qui partono tutte le compagnie low cost dirette in Oceania. Potrete raggiungere l’Australia con un volo di 8 ore per soli 150,00 euro a tratta, a bordo di un nuovissimo 787 Dreamliner della compagnia Jet Star.

Vi ho convinti? Che aspettate allora?! singapore con bambini

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter!