L’arte con bambini diversamente abili

A Novembre, tre noti musei torinesi offrono un servizio di assistenza specializzata per bambini e ragazzi diversamente abili.

L’iniziativa si chiama Free Muxeum ed è un progetto sperimentale che per tre fine settimana, dal 5 al 27 novembre, offrirà ai bambini con disabilità psichica e fisica, un servizio gratuito di baby-sitter specializzati in tre importanti musei di Torino: Museo del Cinema, Museo Egizio e Reggia di Venaria.

Per questa occasione, l’ingresso per i bimbi e i ragazzi disabili, dai 3 ai 17 anni, sarà gratuito, mentre per gli accompagnatori sarà gratuito o ridotto fino a un massimo di due persone. L’idea è dell’Associazione Baby-Xitter di Torino con il contributo della Compagnia San Paolo, il patrocinio della Regione Piemonte e la collaborazione dei tre musei.

Una bella occasione per i bimbi di partecipare ad attività ludiche sotto la supervisione di personale specializzato e, per i loro genitori, di passare qualche ora in tutta tranquillità godendosi la visita al Museo.

Ecco gli orari e le date:

  • Sabato 5 novembre alla Reggia di Venaria dalle ore 9:30 alle 13:00
  • Domenica 6 novembre alla Reggia di Venaria dalle 9:30 alle 19:30
  • Sabato 19  novembre al Museo Egizio dalle 9:30 alle 18:30
  • Domenica 20 novembre al Museo Egizio dalle 9:30 alle 18:30
  • Sabato 26 novembre al Museo del Cinema dalle 9:30 alle 19:30
  • Domenica 27 novembre al Museo del Cinema: dalle 9:30 alle 19:30

Sarà data priorità d’ingresso alle attività ludiche in ogni museo, ai bimbi o ai ragazzi disabili. Se rimangono dei posti disponibili, potranno partecipare anche altri bambini. L’Associazione Baby-Xitter assicura a genitori e figli la presenza di una persona conscia dei problemi e pronta a dare tutto l’aiuto possibile e necessario.

Tutte le informazioni si potranno avere sul sito: www.baby-xitter.org
Per le prenotazioni basta scrivere una mail a: eventi@baby-xitter.org

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

One Response to L’arte con bambini diversamente abili

  1. Pingback: L'arte con bambini diversamente abili | The Family Company

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *