La fatina, il treno e il cioccolato

C’era una volta una fatina golosa che amava tantissimo il cioccolato. Lei mangiava cioccolato a tutte le ore: cioccolato a latte, cioccolato bianco, cioccolato con le nocciole , cioccolato caldo e cioccolato freddo! Un giorno la fatina apprese una notizia sconvolgente: da qualche parte, nel nord di un Bellissimo Paese, c’era tanto cioccolato da mangiare. E tanti giochi da fare. E tanti, tantissimi bambini da incontrare! Uhm… “Cosa ci faccio ancora qui?”, disse la fatina. E con un colpo di bacchetta magica, roteando su se stessa…Puff! Fece apparire proprio li davanti a lei un treno di cioccolato. All’improvviso, un coniglio – anch’esso di cioccolato –  fischiò: tutti in carrozza! Si parte! Destinazione… Torino Città!

Il treno arriva diretto in una piazza. Piazza Vittorio Veneto, pare si chiami – disse la fatina. Tutti scendono di corsa dai vagoni e corrono verso una strana tenda… sopra c’è scritto “Centrale del Latte”, ma il bello è che vi sono esposte tante, tantissime torte. Uff, le torte non le possiamo mangiare! Però… possiamo riempirci la faccia di panna montata! Evviva!  E dopo? Dopo dove andiamo? Si chiese la fatina…

Ma certo! Si entra tutti nel Milka Truck e nei Tunnel della Golosità: finalmente possiamo giocare insieme a mamma e papà! C’è anche un percorso cioccolatoso, da esplorare con i cinque sensi. E tanta, tanta cioccolata da assaggiare!! Quasi, quasi non mi muovo più da qui,  pensò la fatina…

Ma no, dai fatina! Disse un bambino. Andiamo a vedere cosa combinano i Maestri Pasticceri! Mi hanno detto che ogni giorno questi bravi signori mostrano a tutti come preparare tante belle ricette al cioccolato! Non vuoi imparare a cucinare, fatina? Ma certo! Pensò la fatina. E chissà che non ci scappi qualche assaggino… E poi c’è anche la scuola di cioccolato! Si chiama ABC del cioccolato per famiglie. Una lezione per grandi e piccini sull’ingrediente più goloso che c’è. Finalmente una scuola che fa per me, borbottò la fatina!

E dopo la teoria, ci vuole la pratica! Fatina, bambini, mamme e papà si dirigono allora verso la Fabbrica del Cioccolato. Per fortuna, non si deve camminare molto perchè la fabbrica è stata allestita proprio in Piazza Vittorio Veneto! Che bello! Qui, si può assistere in diretta alla tostatura del cacao, alla lavorazione delle fave, alla preparazione della pasta di cacao fino alla produzione del famoso gianduiotto! Slurp! Quando mi piace il gianduiotto, pensò la fatina!!

“Ora però siamo stanchi, fatina! Ma non vogliamo tornare a casa… Cosa facciamo?”; “Uhm, fatemi pensare…”, disse la fatina. Ma si certo! Possiamo prendere il Chocobus! Oppure un Choco Battello! O anche il Choco Tram… Oppure tutti e tre! gridarono in coro bambini e fatina!

Quante cose da fare!! Quasi, quasi restiamo a Torino ancora un po’! Ho tanti cari amici qui, disse la fatina. Chissà che non mi portino un po’ in giro… a scoprire questa città magica. Ma di questo vi parlerò nel prossimo post…

A presto!!

  • Cosa: Cioccolatò 2012
  • Dove: Torino (Piazza Vittorio Veneto e dintorni) e provincia
  • Quando: dal 2 all’11 Marzo 2012
  • Maggiori informazioni: http://www.cioccola-to.it/
Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

2 Responses to La fatina, il treno e il cioccolato

  1. Pingback: A spasso tra mummie, misteri, auto, gianduiotti e cavalieri | The Family Company

  2. Pingback: Il mio blog di viaggi preferito…e la caccia al tesoro continua… | trippando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *