Come intrattenere i bambini in auto

Un incubo per alcuni. Una grande opportunità per passare del tempo di qualità con i propri figli, per altri. I viaggi in auto rappresentano, in effetti, una delle rare occasioni per stare insieme ai propri bimbi, senza televisione, compiti, telefonate e cene da cucinare. Basta sapersi organizzare!

Intanto, per essere davvero sicuri che bambini + automobile = divertimento e non incubo, pianificate in anticipo e seguite la regola N. 1 di un qualsiasi viaggio in famiglia: avere senso dell’umorismo

Ed ora ecco qualche suggerimento, per rendere indimenticabile il vostro prossimo viaggio in auto:

ADOLESCENTI.

Parlate con loro. Incoraggiate la conversazione, magari raccontando aneddoti e storie della vostra adolescenza. I ragazzi amano sapere cosa facevano i propri genitori alla loro età.

•Ascoltate. Un viaggio in auto potrebbe facilmente diventare un’ottima occasione per incoraggiare i teenagers a parlare dei propri sentimenti. Poichè chi guida è costretto a guardare diritto davanti a se e, spesso, anche i passeggeri lo fanno, conversazioni del genere sembrano meno “giudicanti” di una chiacchierata faccia a faccia. Inoltre, se il viaggio viene fatto quando è buio, è molto probabile che scopriate come vostro figlio si è veramente sentito, quando è arrivato terzo all’ultima gara di nuoto…

Lasciate che i vostri figli vi aiutino nella programmazione del viaggio. Cosa probabilmente molto difficile da fare prima della partenza, vista la loro naturale propensione a snobbare le iniziative di mamma e papà…. Anche se di sicuro, una volta a destinazione, esprimeranno fortmente le loro opinioni!  Approfittate allora del viaggio in auto, per dare loro libri, guide o Travel Apps, in modo che possano scegliere autonomamemnte qualche attività da fare o qualche ristorante in cui mangiare. Ne beneficierete tutti una volta arrivati….

• Condividete la musica da ascoltare. Ritengo che la musica possa davvero addolcire gli animi e unire i cuori… Chiedete ai vostri figli di condividere, durante il viaggio, qualche canzone presa dai propri CD o dal proprio iPod or MP3 player.

BAMBINI IN ETA’ SCOLARE.  

Gestione dei posti a sedere. Se avete tre bambini, posizionate il più piccolo nel mezzo. Dovrebbe aiutare ad evitare azzuffate tra i fratelli coetanei e inoltre favorisce l’interazione di questi ultimi con il bimbo più piccolo. Se invece avete due bambini, provate a scambiarli di posto ogni tot chilometri. Darà modo a tutti di fare una breve pausa e aiuterà i bambini a superare la noia, semplicemente con un cambiamento di visuale.  

Pause e picnic.  Ogni due o tre ore, fermatevi per la classica pausa Toilet+Snack. Per rendere il viaggio più interessante e meno noioso, potreste pianificate – per la pausa pranzo – un picnic da qualche parte lungo la strada. Da casa, portatevi un bel cesto pieno di cose buone e magari una palla per sgranchire le gambe.

Giochi e giocattoli.  Noi abbiamo un DVD portatile pieno di cartoni animati. Non ci piace l’idea di lasciare i bambini di fronte alla TV per troppo tempo, ma in viaggio facciamo un’eccezione. Preferite film animati a cartoni di breve durata, altrimenti sarete costretti a far partire una nuova puntata ogni 10 minuti. Alternative al classico DVD:  iPad, se lo avete; Nintendo e simili, se ne usate; altri giochi elettronici che i vostri bimbi usano normalmente anche a casa. Ma portate anche giochi più classici: libri da colorare, pastelli a cera (che sporcano meno), stickers e qualche nuovo gioco come sorpresa/regalo/premio per essere stati buoni!

Musica. Non sottovalutate il potere della musica. Abbiate sempre una buona scorta di CD per bambini e magari anche qualche CD di favole. Se non li avete mai provati prima, resterete sorpresi di quanto bene riescono ad intrattenere i nostri piccoli viaggiatori!

Arrivo a destinazione. Dopo una giornata in viaggio, tutti hanno bisogno di una qualche attività per rilassarsi e ritemprarsi. Se riuscite, pianificate l’arrivo per il tardo pomeriggio, in modo da approfittare della piscina o del parco giochi locale, prima di cena.

NEONATI E BAMBINI PICCOLI.

I ritmi della famiglia durante un viaggio.  Alcuni genitori preferiscono partire dopo cena, quando il traffico è diminuito e i bambini si addormentano. Altri, preferiscono invece partire la mattina presto ed essere a destinazione per il tardo pomeriggio, in modo da permettere ai bambini di divertirsi un po’ prima di cena. E’ importante che facciate qualche esperimento, prima di capire quali sono i ritmi e gli orari più adatti alla vostra famiglia.

Pianificate in favore dei ritmi del vostro bambino, non contro.  Massimizzate i tempi dei pisolini, guidando mentre i bambini dormono e fermandovi per mangiare solo quando hanno fame. Non pretendete che un bimbo di tre anni non sia stanco, se arrivate a quel fantastico Museo per Bambini proprio durante l’orario del suo solito pisolino!

Siate consapevoli di cosa i vostri bimbi possono bere in auto. Alcuni bambini non riescono a digerire succhi o latte, durante un viaggio in auto. E, puntualmente, li vomitano. Meglio preferire l’acqua…

•Siate preparati. Abbiate a portata di mano tante salviette imbevute, fazzoletti, pannolini, un paio di cambi in caso si sporcassero i vestitini e qualche sacchetto per eventuali panni sporchi. Se avete appena spannolinato il vostro piccolo, coprite il seggiolino con una traversina impermeabile (le vendono in qualsiasi supermercato o farmacia).

Trucchi anti-pipì. Capita che al pargolo spannolinato scappi la pipì, ma – guarda caso – siete troppo lontani dal prossimo Autogrill. Niente paura! Ecco il mio trucchetto: ovunque io vada, porto sempre con me una bottiglietta d’acqua vuota. E li faccio urinare lì dentro (funziona anche se state facendo una passeggiata e non ci sono bagni pubblici nelle vicinanze). Certo, si può fare solo con i maschietti. Ma, purtroppo, io non ho femminucce. E allora aspetto vostri suggerimenti per le gentil donzelle!!

Giochi e musica. Valgono gli stessi suggerimenti dati per i bambini in età prescolare, ovviamente scegliendo giocattoli, DVD e CD in base dell’età dei bimbi.

Vestiti comodi. Vestite i piccoli viaggiatori con abiti comodi e facili da togliere. Niente pizzi e merletti, quando si viaggia!

Non partite senza:

  1. Acqua e qualche snack da sgranocchiare durante il viaggio
  2. Batterie e pile extra per CD-player, DVD-player, o giocattoli elettronici
  3. Quaderni, fogli da colorare e pennarelli
  4. Una torcia per cercare pastelli o giochini vari caduti in auto durante il viaggio, quando è buio
  5. Medicine contro il mal d’auto, ovviamente consigliati dal vostro pediatra/medico di base
  6. Kit di pronto soccorso, con cerotti, termometro, aspirine, antipiretici, e qualunque altra medicina pensate possa esservi utile in viaggio.

E voi? Che trucchi usate per intrattenere i vostri bimbi durante lunghi viaggi in auto? Dai, aggiungeteli nei commenti! Così saremo tutti più felici nei nostri prossimi, bellissimi viaggi!

______________________________

Potrebbero anche interessarti:

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

7 Responses to Come intrattenere i bambini in auto

  1. viaggiebaci Rispondi

    22/05/2012 at 22:43

    Io non ho ancora mai ceduto al DVD portatile, perchè penso che il finestrino offra lo spettacolo migliore che uno possa sperare di vedere durante il viaggio. Anche quando si è in galleria!
    E da questo schermo mobile possono nascere davvero molti giochi, da fare tutti insieme
    Certo, è un po’ più impegnativo, ma penso che insegni molto al bambino, anche a trovare delle soluzioni creative per rompere la noia

  2. The Family Company Rispondi

    23/05/2012 at 10:36

    Brava Monica! Noi cediamo solo quando le distanze sono notevoli, tipo quando andiamo a trovare i nonni che vivono a 600km di distanza.

  3. MicheleAggiato Rispondi

    31/07/2012 at 09:46

    Ho scaricato ore e ore di puntate di Peppa Pig, la stella di Laura, ecc. sul Ipad e ho organizzato una custodia per fissare l’Ipad al sedile posteriore. Abbiamo fatto un viaggio in auto di 12 ore da Monza a Ivancice in Repubblica Ceca dove vive mia moglie, in due tappe. Il soggiorno presso il Lago Chiemsee in Baviera è stato fantastico, sia per noi che per i bambini (5 anni, 3 anni e 1 anno), una mini-vacanza. Quindi il mio consiglio oltre all’ipad con i cartoni preferiti e la custodia, fermarsi ogni tanto e soprattutto fermarsi a dormire in un posto bello per i bambini.

    • The Family Company Rispondi

      31/07/2012 at 09:52

      Grazie Michele per i tuoi suggerimenti!!! Concordo in pieno: fare delle soste strategiche lungo il percorso è vitale, soprattutto per i viaggi lunghi! Complimenti quindi per il vostro On The Road e per la bellissima famiglia! Che voglia di partire mi hai fatto venire…

  4. Francesca Rispondi

    13/05/2014 at 08:14

    Anche noi con Federico quando era più piccolo usavamo la bottiglietta 🙂 …con Chiara abbiamo trovato un vasetto portatile, è un cerchio di plastica con le gambe richiudibili e di volta in volta ci si fissa in sacchetto apposito con il fondo assorbente, poi chiudi il sacchetto e butti 🙂 ! E piegaro entra comodamente in una qualunque borsa 🙂

    • Valentina Cappio Rispondi

      13/05/2014 at 08:37

      Franciiii, mi hai risolto un dubbio amletico che avevo da quando ho scritto questo post!! Grazieeee!!!

  5. Francesca Rispondi

    13/05/2014 at 09:16

    🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *