Una notte tra i colori della magia

Vi è mai capitato di partire, così, all’improvviso, senza averlo programmato? E’ quello che ho fatto il fine settimana scorso, insieme ai miei due bimbi. Siamo andati a Treviso, al Parco degli Alberi Parlanti. C’eravamo già stati, ma non siamo mai riusciti a vedere lo spettacolo I Colori della Magia, messo in scena dalla compagnia Alcuni.

Come spesso capita, le pensate migliori sono proprio quelle decise all’ultimo minuto! Insomma… eccomi un Sabato mattina, a chiacchierare su Facebook con un’altra mamma blogger, Monica di Viaggi e Baci, da cui vengo a sapere che quello era proprio l’ultimo giorno di programmazione dell’evento. Un’occasione troppo ghiotta, per lasciarsela sfuggire! Una controllatina veloce su Booking.com, prenoto l’albergo, informo il marito (che doveva lavorare tutto il weekend, povero!), metto due straccetti in valigia e via! Si parte! (N.B. Monica, nel frattempo, mi invita a passare la Domenica insieme a lei e a suo figlio Samir, in un parco faunistico nei pressi di Marostica, dove vive. Insomma, abbiamo il weekend bello che programmato e non vediamo l’ora! Ma questa è un’altra storia…).

Torniamo a “I Colori della Magia 2″. Lo sapevate che Maga Cornacchia ha rubato le sette note musicali per creare una potentissima pozione? Il mondo, improvvisamente, si è zittito e sta ai bimbi presenti allo spettacolo trovare le sette note e salvare la musica! Come?

Superando, tutti insieme, una serie di prove lungo un percorso itinerante, che si snoda tra gli alberi secolari del Parco (che, se osservate bene, hanno occhi e parlano…). Capi e Assistente ci accompagneranno in questa avventura a tappe: ad ogni tappa, ci sarà una prova da superare ed una nota musicale da conquistare.

Ecco che partiamo! Arriviamo subito alla prima tappa: Maga Valeriana ci aspetta con il suo magnifico Drago Cinese! La prova da superare è riuscire ad infilare nelle tasche del Drago almeno 24 palline! Che la sfida abbia inizio!

Uff, ma quante ne sono cadute per terra….! Che dite, avremo vinto la sfida?

Maga Valeriana e Capi cominciano a contare… Siiiii!, ce l’abbiamo fatta! Abbiamo recuperato la prima nota!

Forza, corriamo a conquistare la seconda… Su una corda sospesa in aria, troviamo Cilindro Equilibrista con il suo monociclo. Deve arrivare alla campana, per conquistare la sua nota musicale. Ma tanti animali dispettosi, incluso Maga Cornacchia, cercheranno di farlo cadere! Bimbi, aiutiamolo noi! Ogni volta che sta per cascare giù, dobbiamo soffiare forte forte e riportarlo in equilibrio sulla corda!

Evviva! Grazie al nostro aiuto, Cilindro riesce ad arrivare al termine del tragitto! Seconda nota conquistata! Con Capi, ci avviamo dunque verso la prossima sfida…

Nella zona del Parco dedicata alle macchine di Leonardo, troviamo l’altissima Fata Corolla e i suoi due amici pupazzi. I bimbi restano lì fermi. Immobili, incantati… a guardare questi personaggi che sembrano appena usciti da un libro di favole. Magia pura, per i piccoli spettatori, ve lo assicuro… Ma torniamo alle note musicali… A causa dell’incantesimo di Maga Cornacchia, i due pupazzi hanno perso la voce e non riescono più a cantare. La sfida, questa volta, è molto difficile: ripetere, nota per nota, tutti insieme, i vocalizzi di Fata Corolla…

Ma si sa, musica e bambini sono un binomio perfetto! E, così, riusciamo a superare anche questa prova e conquistiamo la terza nota musicale!

Incontriamo, poi, Caramella e la sua banda di strumenti scordati. Bisogna darsi da fare per aiutarli a ritrovare l’intonazione…

Con l’aiuto di Capi, riusciamo a superare anche questa prova e ci spostiamo, svelti, davanti al Teatrino… Il magico Palazzo viene letteralmente “ricoperto di colore”… appare Maga Cornacchia dalle finestre, che continua a minacciare di zittire per sempre il mondo! Noi non ci facciamo intimorire…. Insieme ad Idea, cantiamo una canzone per recuperare la quinta nota musicale…

Ci siamo quasi bimbi… L’ultima tappa è nel Castello… Qui, incontriamo Polpetta, che ci spiega come recuperare la sesta nota: bisogna attraversare un labirinto sonoro… senza fare rumore! Quindi, tutti carponi, per non toccare gli ostacoli tintinnanti del labirinto!

Anche questa prova è superata! E la sesta nota viene recuperata… nientepopodimenoche… in un drago gigante. Niente paura, è un drago buonissimo!! Anche se sbuffa un po’…

Ritorniamo, infine, ai nostri posti di fronte al palco principale. Quello sotto il cedro gigante. Tocca a Capi e Assistente recuperare l’ultima nota musicale. Per farlo, devono riuscire a far suonare… un pianoforte ad acqua…. Ce la faranno?! Ma si, certo!!! Ed ecco che, per festeggiare, il cielo scuro si riempie di note colorate… che rimbalzano fra attori, bambini, mamme, papà e nonni…. allegre e sicure. Perchè il mondo, senza musica e senza bambini, è un mondo da dimenticare…

E, così, tutte le note tornano felici al loro posto. Sullo spartito della vita. Solo allora, la bellissima Cedraia del Parco degli Alberi Parlanti potrà illuminarsi nuovamente e risuonare all’infinito…

Per chi si fosse perso lo spettacolo di quest’anno, state tranquilli, sono sicura che l’anno prossimo ce ne sarà uno ancora più bello. Nel frattempo, controllate il sito del Parco degli Alberi Parlanti e quello della Compagnia Teatrale Alcuni per le prossime iniziative. 

A breve, tutte le informazioni pratiche per un fine settimana al Parco degli Alberi Parlanti. Intanto, potrebbero anche interessarvi:

 

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

9 Responses to Una notte tra i colori della magia

  1. viaggideirospi Rispondi

    25/07/2012 at 11:02

    E ma l’hanno prossimo ci aggreghiamo anche noi…bando a cene e pranzi della domanica

  2. Tiziana Rispondi

    25/07/2012 at 11:09

    Immagino la gioia dei bimbi tra Polpetta, caramella e company: che divertimento. Bel post.

    • The Family Company Rispondi

      25/07/2012 at 11:11

      Grazie cara. A dire il vero, non so se mi sono divertita più io o più loro…. ;-) Ma forse, in certe circostanze, non si finisce mai essere bambini. Nemmeno a 80 anni. Per fortuna!

  3. Palmy Rispondi

    03/08/2012 at 08:57

    Ciao! Oggi sono casa finalmente… ma per poco! Ti volevo dire che la tua intervista ha ricevuto diversi commenti, vuoi rispondere anche tu?

  4. Palmy Rispondi

    03/08/2012 at 08:57

    Ciao! Oggi sono casa finalmente… ma per poco! Ti volevo dire che la tua intervista ha ricevuto diversi commenti, vorresti rispondere anche tu?

  5. Pingback: Treviso, a caccia di invenzioni con Leonardo Da Vinci | The Family Company

  6. Pingback: A Treviso, per recuperare i Colori del Natale | The Family Company

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>