In camper, viaggio e relax

Un viaggio di poco più di un giorno. Una sola notte da trascorrere sulla nostra casetta viaggiante e previsioni del tempo senza speranza: pioggia per tutto il fine settimana su tutta l’Italia! Ma a volte anche il grigio intenso dei nuvoloni che preludono al temporale, riesce a fare da cornice ad una splendida gita. Ed un noto aforisma recita: la vita non è aspettare che passi la tempesta… ma imparare a ballare sotto la pioggia. Non ci rimane che programmare il nostro navigatore.

On the Road...Credits: Kiala Camper

On the Road…
Credits: Kiala Camper

Con le rigide temperature, inevitabili di questi giorni di fine gennaio, il pensiero va immediatamente alle calde acque termali. Viterbo offre molto al turista, qualsiasi siano le sue aspettative. Il centro storico molto ben conservato, monumenti unici, una gloriosa storia, le nuove zone commerciali per lo shopping ed i Monti Cimini che fanno da cornice.

Viterbo non è solo questo, il suo “oro”, come vengono definite, sono le terme. Subito ci torna in mente il divin poeta, Dante Alighieri, che nella sua Divina Commedia le cita nell’Inferno. Molte le opportunità, tutte con ottime possibilità di sosta per i camper.

Area camper di Montefiascone (VT)Credits: Kiala Camper

Area camper di Montefiascone (VT)
Credits: Kiala Camper

Tra queste ci sono anche terme libere. Una buona soluzione per chi, non volendo o potendo restare troppo tempo, può evitare in tal modo il biglietto d’ingresso alle strutture a pagamento. Scegliamo le Piscine Carletti. Non c’è alcun tipo di servizi e in questo ultimo periodo sono particolarmente poco curate, ma, in compenso l’acqua è davvero ottima. Sgorga ad una temperatura di circa 58°C e gettandosi nelle varie pozze le alimenta diversificando le temperatura in base alla quantità che viene incanalata in ognuna. In giornate come queste, con temperature molto basse, sembra quasi di trovarsi in un contesto infernale, proprio come Dante lo descriveva. Il grigiore fa da sfondo al fumo di vapore, che sembra quasi fuoriuscire dalla terra. Le condizioni meteo hanno scoraggiato molti frequentatori. Noi approfittiamo e ci abbandoniamo un’oretta nel silenzio assoluto circondati da un’atmosfera quasi surreale. Mentre l’acqua calda produce i suoi effetti benefici sulla nostra pelle iniziamo a pensare alla cena.

Piscine Carletti (Viterbo). Credits: Kiala Camper

Piscine Carletti (Viterbo). Credits: Kiala Camper

Improvvisamente ci ricordiamo di un ristorantino che ci era stato consigliato più volte. Si trova a quasi cento chilometri di distanza da noi. Ma non esitiamo, si parte subito.Strada facendo telefoniamo per assicurarci della disponibilità di posti, scegliendo di non effettuare il percorso in autostrada proprio per scoprire meglio questo angolino di Umbria a noi sconosciuto.

Vista di Orvieto lungo il percorso.Credits: Kiala Camper

Vista di Orvieto lungo il percorso.
Credits: Kiala Camper

Incrociamo un paese chiamato Ficulle, che troviamo molto grazioso con il suo castello.

L'area camper di Ficulle.Credits: Kiala Camper

L’area camper di Ficulle.
Credits: Kiala Camper

 Alle nove in punto arriviamo a destinazione, rilassati dal bagno termale ma con un appetito inconsueto. Siamo a Monteleone d’Orvieto, in provincia di Terni, nel Ristorante l’Ape Regina.

Ci lasciamo consigliare dalla titolare e (ottima) cuoca, Anna Rita. Dall’antipasto al dolce, tutte pietanze squisite. Tutto viene cucinato personalmente da Anna Rita che prepara personalmente la pasta fatta rigorosamente a mano. La conclusione migliore per la nostra giornata. Finita l’indimenticabile cena abbiamo modo di apprezzare come sempre la comodità della nostra villetta viaggiante.

Al Ristorante.Credits: Kiala Camper

Al Ristorante L’Ape Regina.
Credits: Kiala Camper

Anna Rita ci lascia pernottare nel parcheggio privato del ristorante, fantastica opportunità, usciamo e con pochi passi siamo già a “casa”. Una notte di riposo nel silenzio più assoluto ci permette di affrontare la nuova giornata.

Nel parcheggio del Ristorante l'Ape Regina.Credits: Kiala Camper

Nel parcheggio del Ristorante l’Ape Regina.
Credits: Kiala Camper

 Ripercorriamo al contrario la strada già fatta. Il tempo non migliora e la pioggia ci accompagna come per creare quell’atmosfera raccolta tipica di queste giornate, quando tutti son rinchiusi nelle proprie case. Noi no, noi proseguiamo perché dalle finestre del nostro camper vediamo sì scender la pioggia, ma vediamo anche tanti paesaggi diversi. Passiamo attraverso uliveti, vigneti, splendidi paesini, ed arriviamo di nuovo a Viterbo.

La luna tra gli ulivi.Credits: Kiala Camper

La luna tra gli ulivi.
Credits: Kiala Camper

Ancora il relax delle terme per un’ora effetti benefici. E mentre il nostro pranzo procede lentamente, il tempo corre veloce. Abbiamo dimenticato in questo fine settimana i consueti ritmi frenetici. Il nostro camper ci ha permesso ancora una vacanza, anche quando, forse, la maggior parte dei viaggiatori sono rimasti a casa in questi giorni di pioggia.

Informazioni utili:

  • Terme dei Papi – Strada Bagni, 12 Viterbo – sito web – GPS: 42.414883,12.065413
  • Piscine Carletti – Strada Prov.le 15 Viterbo – GPS: 42.420431,12.066158
  • Ristorante L’Ape Regina – Via Perugia, 18 Monteleone d’Orvieto – GPS: 42.923097,12.057096
  • Area camper Ficulle – Via Orvieto, Ficulle – GPS 42.830231,12.068379
Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

One Response to In camper, viaggio e relax

  1. claudio Rispondi

    16/05/2013 at 23:53

    Behh io ho appena lasciato un commento sul mio Blog con link a questo post… anche per ringranziare pubblicamente i visitatori del blog… grazie ragazzi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter!