Carnevale in camper

E’ proprio il caso di gridarlo: viva viva il Carnevale! Una festa mondiale per grandi e piccini. Ma sono soprattutto i bimbi i protagonisti, pronti a scoprire ogni anno un maschera diversa.

credits: Kiala Camper

credits: Kiala Camper

 Molti aspetti della nostra vita sono cambiati, i vecchi libri possono essere sostituiti con gli e-book, le enciclopedie si sono trasformate in software da installare, i grandi dischi in vinile in piccoli file … ed un pochino si è evoluto anche il Carnevale, le vecchie mascherine hanno lasciato posto sempre più, nel corso degli anni, a nuovi personaggi. Anche nelle sfilate carnascialesche le damine e i cavalieri sono state sostituite da caricature di personaggi del mondo politico e dello spettacolo. Ma nonostante la piccola trasformazione, ogni anno ci ritroviamo a rivivere questa tradizione di autentica e sana allegria!

E allora, quale occasione migliore per saltare sul camper e partire? Nella nostra bella Italia dobbiamo solo scegliere. E così

Con le buffe mascherine, con coriandoli e palline la sfilata noi faremo, quanto ci divertiremo!

Senza pensarci due volte si caricano i costumi di carnevale, i coriandoli, le stelle filanti …il viaggio è un po’ più festoso del solito. Viareggio è la città del carnevale.

credits: Kiala Camper

credits: Kiala Camper

I carri sono alti come le case, frutto di mesi di lavoro, ed accolgono decine e decine di bimbi e adulti che si scatenano quasi irriconoscibili così mascherati. La città assume un altro aspetto ed ovunque c’è lui, il Burlamacco, la maschera ufficiale della città.

credits: Kiala Camper

credits: Kiala Camper

 Questa volta per noi non ci sono monumenti da visitare. Ci perdiamo tra le strade dove si balla, si mangia, si ammirano le maschere più buffe, più originali, più scenografiche! Anche noi abbiamo portato i nostri costumi, li abbiamo realizzati velocemente nei giorni precedenti la partenza. Perché si sa, con il camper si programma poco!

credits: Kiala Camper

credits: Kiala Camper

Parrucche fatte con la lana, pantaloni e gonna con sassolini cuciti, sovrascarpe e …una clava: i cavernicoli sono pronti! La nostra bimba si diverte a dipingere la maschera di cartapesta nel piccolo laboratorio improvvisato per i bambini. La giornata viareggina è davvero senza fine, i maestosi carri sfilano fino a notte inoltrata e vederli illuminati li rende ancor più scenografici.

credits: Kiala Camper

credits: Kiala Camper

Approfittiamo del nostro viaggio per visitare Lucca. E vediamo quell’angolo della città riservato ai bambini: il Museo del Fumetto. Spostandoci tra le sale ci rendiamo conto che è dedicato anche molto ai grandi. Riscopriamo quei fumetti della nostra infanzia che con il passar del tempo avevamo quasi dimenticato.

Ma il Carnevale non è solo quello famosissimo della Versilia, basta girare di nuovo la chiave del camper e …eccoci qua, un’altra sfilata in maschera in un borgo davvero stupendo: Sutri!

credits: Kiala Camper

credits: Kiala Camper

Arrivando, sulla via Cassia ci danno il benvenuto l’Anfiteatro Romano e la Necropoli.

credits: Kiala Camper

credits: Kiala Camper

Monumento davvero singolare, completamente scavato nella collina di tufo. C’era posto per cinquemila spettatori, e proviamo ad immaginarli mentre assistevano alle esibizioni dei gladiatori! La Necropoli,  famosa con le sue  64 tombe rupestri di età romana. Qualche centinaio di metri più su e dallo spettacolo immaginario si passa a quello reale: i carri. Dal silenzio dell’Anfiteatro al fragore della sfilata! L’odore delle frittelle cotte in piazza si diffonde tra la gente che assiste divertita al via vai delle maschere.

credits: Kiala Camper

credits: Kiala Camper

Bambini che cercano di districare stelle filanti aggrovigliate, tirano i coriandoli e li raccolgono da terra per tirarli di nuovo. I visini stupiti e dipinti nascosti dallo zucchero filato. Atmosfera carica di allegria come mai in altri periodi dell’anno.

credits: Kiala Camper

credits: Kiala Camper

credits: Kiala Camper

credits: Kiala Camper

Ma i nostri carnevali non finiscono qui! Ci sarà un altro viaggio, un altro appuntamento, basta solo salire di nuovo sul camper …

Informazioni pratiche:

  • Viareggio: abbiamo sostato nel grande parcheggio dello Stadio dei Pini – GPS: 43.862033,10.249777 – d’obbligo arrivare di sera con il camper o comunque parecchie ore prima dell’inizio delle sfilate altrimenti non si riesce a parcheggiare. Per il programma del 2013, date un’occhiata al post dedicato.
  • Sutri: parcheggio vicino all’Anfiteatro – GPS: 42.240578,12.228971
Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

2 Responses to Carnevale in camper

  1. Tiziana Rispondi

    20/01/2013 at 21:46

    Un special con tanti post tutti dedicati alla festa del divertimento e dell’allegria. La tua home page è come una cascata di coriandoli. Bravissima Valentina.

  2. kialacamper Rispondi

    20/01/2013 at 22:05

    Hai ragione Tiziana, il blog di Valentina si distingue nell’Oceano del web!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *