Impariamo Viaggiando 2013

Vi ricordate l’iniziativa della scorsa estate “Impariamo Viaggiando“, lanciata insieme a Tiziana del blog Learning is Experience? L’idea è nata dalla comune passione per i viaggi e dalla convinzione che il viaggio rappresenti un momento di arricchimento importante per tutta la famiglia, un’occasione per apprendere fuori dai banchi di scuola, per toccare con mano e trasformare nozioni in vera conoscenza. In consapevolezza.

Impariamo viaggiando: prossimo appuntamento

Magicamente, attraverso un viaggio, la storia, la geografia, le lingue, l’arte, l’architettura non sono solo parole lette tra le pagine di un libro. Prendono vita, diventano reali. E, per questo, aprono cuori, menti ed orizzonti.

La sfida lanciata alla rete lo scorso anno, dunque, era quella di provare a fare una vacanza, un weekend, o anche una piccola gita fuori porta con l’obiettivo di imparare qualcosa di nuovo. E poi di raccontarcelo. Il risultato è stato questo bellissimo collage di suggerimenti, idee, consigli ed itinerari a misura di bambino. Con un unico filo conduttore: il viaggio e la vacanza come occasione di apprendimento.

In realtà, l’anno scorso vi avevamo promesso un pdf scaricabile che racchiudesse tutte le testimonianze arrivate.  Ma – tra concorsi, progetti, lavoro e famiglia – non ce l’abbiamo proprio fatta. Ci scusate? Il risultato è stato meraviglioso lo stesso. Talmente bello che vorremmo ripetere l’esperienza… Ci aiutate? Ecco come fare:

  1. Da oggi fino al 18 settembre, raccontateci un viaggio dopo il quale voi e i vostri bimbi siete tornati con un bagaglio culturale o umano in più. Non deve trattarsi necessariamente un viaggio lungo. Basta anche un fine settimana fuori porta, una gita, una visita al museo… Può essere un viaggio da fare quest’anno oppure un viaggio già fatto in passato. Raccontateci come è andata, dove siete stati, cosa avete visto , cosa avete imparato.
  2. Se possibile, allegate al racconto immagini e fotografie, che aiutano così tanto a descrivere emozioni e sensazioni!
  3. Se avete un blog, pubblicate il vostro racconto attraverso un post e linkatelo nei commenti qui sotto, così per noi riuslta più agevole raccogliere le testimonianze in unico documento.
  4. Se, invece, non avete un blog, inviate il vostro racconto via mail a questi indirizzi: vcappio@gmail.com e a profpalmy@gmail.com
  5. Per le partecipanti blogger, se volete aiutarci a far conoscere l’iniziativa, potete inserire il logo nella vostra homepage con link al post di presentazione.

Anche quest’anno, in autunno, raccoglieremo tutte le vostre storie in un secondo collage che sarà di ispirazione ed incoraggiamento per tutti. Affinché viaggi e vacanze con bambini siano sempre momenti di vicinanza familiare, di scoperte, di confronto, di apertura verso il nuovo, verso il diverso. 

Vi aspettiamo numerosi!

 

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

9 Responses to Impariamo Viaggiando 2013

  1. Marina Rispondi

    20/06/2013 at 10:52

    posso segnalare un post già pubblicato qualche settimana fa?

    • Valentina Cappio Rispondi

      20/06/2013 at 15:47

      Assolutamente si Marina! Sei la benvenuta! Che bello! Non vedo l’ora di leggerlo!! A presto!

  2. Marina Rispondi

    20/06/2013 at 16:50

    Grazie! Qualche settimana fa sono stata a Londra con il mio bimbo di 6 anni, vi segnalo il post che descrive la nostra esperienza al Museo di Storia Naturale, dove i bambini possono conoscere l’evoluzione del pianeta anche attraverso tantissimi dispositivi interattivi:

    http://www.lamiavitasemplice.it/2013/05/visitare-londra-con-i-bambini28.html

  3. viaggiebaci Rispondi

    15/07/2013 at 13:25

    Questa è la più grande lezione che ho appreso on-the-road. Spero vada bene, anche se non è la classica cosa che uno si aspetta e si augura di imparare in viaggio:
    http://viaggiebaci.wordpress.com/2013/07/15/a-proposito-di-porte-che-si-chiudono-e-portoni-che-si-aprono/

    • Valentina Cappio Rispondi

      16/07/2013 at 04:53

      Effettivamente questa è una lezione che mai uno si aspetta di imparare. Mi avevi raccontato, ma leggerlo fa sempre un altro effetto. Grazie per aver condiviso con noi una lezione di vita tanto sofferta.

  4. Pingback: A Londra con i bambini: il National History Museum

  5. viaggiebaci Rispondi

    09/09/2013 at 08:13

    realizzo ora che vi ho taggate su fb e non sono passata a mettere il link qui e da Tizi … che abbia di nuovo bisogno di vacanze???
    http://viaggiebaci.wordpress.com/2013/09/04/val-d-ega-per-famiglie/

    • Valentina Cappio Rispondi

      09/09/2013 at 10:09

      Abbiamo sempre una scusa pronta per viaggiare, non è vero?! No problem cara! Un abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *