Amsterdam con bambini: un viaggio tra canali, musei e colori

Guest Post di Clara

Oggi il blog ospita un guest post eccezionale: Clara ha visitato Amsterdam con le sue bambine, Benedetta e Sofia, quando avevano 10 e 6 anni. Nelle righe che seguono, ci porterà alla scoperta di questa splendida città. Una nota: Clara non ama fare fotografie; dice che la distraggono da ciò che succede intorno (non ha tutti i torti!). E allora, ci viene in aiuto un vecchio amico del blog, Roberto Santoro – che ci ha tenuti compagnia per un po’ di tempo con le sue meravigliose lezioni di fotografia e che ora vive proprio ad Amsterdam. Enjoy it!

___

Quando ho detto a mio marito che avevo intenzione di portare le bimbe ad Amsterdam, mi ha guardato subito con un’espressione allarmata “ma… e i sex shops?”, mi ha chiesto. E’ vero, nell’immaginario di molti Amsterdam è nota per “attrazioni” non proprio family, ma – credetemi – è una destinazione perfetta per le famiglie!

Di fatto, Amsterdam è un insieme di piccole isole collegate tra di loro da una miriade di ponti. Non è una sorpresa, dunque, che le barche sono un mezzo di trasporto molto utilizzato. Ed osservare la città dai canali vi permette di godere di un punto di vista speciale. Oltre ai tour organizzati, ci sono anche barche attrezzate con bar e ristoranti. In alternativa, potete utilizzare il Canal Bus, che effettua la sua corsa percorrendo i principali canali di Amsterdam, con tre itinerari diversi. Le fermate principali sono: di fronte la Stazione Centrale, nei pressi della casa di Anna Frank, Leidseplein, Herengracht. Partenze ogni 40 minuti dalle 09:50 fino al 19:25, con 14 fermate davanti alle principali attrazioni turistiche, musei e negozi. www.canal.nl

Credits: Roberto Santoro

Abbiamo trascorso quattro splendidi giorni, esplorando questa pittoresca città e i suoi canali, le sue strade e i suoi ponti. Per quanto riguarda i sex shop – per precauzione – prima di arrivare – ho semplicemente cerchiato sulla mappa il quartiere a luci rosse per essere sicura di tenerlo fuori dai nostri itinerari.

Amsterdam con bambini: i canali

La prima cosa che abbiamo fatto ad Amsterdam è stata un tour in barca lungo i canali.  Di fatto, Amsterdam è un insieme di piccole isole collegate tra di loro da una miriade di ponti. Non è una sorpresa, dunque, che le barche siano un mezzo di trasporto molto utilizzato. Osservare la vita che si svolge nel dedalo di questi piccoli corsi d’acqua (risalenti al diciassettesimo secolo) è davvero affascinante… E’ un modello urbanistico unico al mondo e, per questo motivo, l’UNESCO lo ha inserito nella lista dei patrimoni dell’umanità.

In effetti, si potrebbe restare fermi per ore ad osservare i magnifici palazzi, gli scorci e le belle houseboat piene di vita (ce ne sono più di 2.500!).

amsterdam con bambini

Credits: Roberto Santoro

Ci sono diverse compagnie di navigazione tra cui scegliere. Noi abbiamo optato per il tour di un’ora della Gray Line, che costa €15 per gli adulti, €7,50 per i bambini da 4 a 12 anni. In alternativa, potete utilizzare il Canal Bus, che effettua la sua corsa percorrendo i principali canali di Amsterdam, con partenze ogni 40 minuti dalle 09:50 fino al 19:25, tre itinerari diversi e 14 fermate – corrispondenti alle principali attrazioni turistiche, musei e negozi. maggiori informazioni: www.canal.nl

Amsterdam con bambini: i musei

Un viaggio ad Amsterdam con bambini non sarebbe completo senza aver visitato almeno un paio dei suoi meravigliosi musei.

Il più famoso è  il Rijksmuseum, con oltre un milione di opere di artisti del calibro di Van Gogh, Rembrandt, e Vermeer. E’ il primo che abbiamo visitato, ma – ad essere onesta – ce lo saremmo aspettato più family-friendly. Vengono organizzate visite guidate per bambini che, però, sono solo in lingua olandese. A parte questo, non abbiamo trovato altro che potesse coinvolgere i più piccoli. In ogni caso, questo museo è un’icona di Amsterdam. Se intendente visitarlo, vi suggerisco di comprare i biglietti online per evitare le code. Prezzi: 15 euro per gli adulti; gratuito per bambini e ragazzi fino a 18 anni. La visita guidata kids invece ha un costo di 5 euro.

Un’altra incona di Amsterdam è l’Anne Frank Museum, estremamente toccante, anche se molto affollato quando l’abbiamo visitato noi. Questo museo è stata una grande lezione di storia e di vita per entrambe le mie figlie, anche se forse erano ancora troppo piccole per comprendere a pieno la portata del luogo. Ma camminare tra quelle stanze vuote e rivivere il dramma di Anna, della sua famiglia e degli altri ebrei nascosti lì per due anni, fino a quando non sono stati scoperti dai Nazisti e mandati nei campi di concentramento, è stata un’esperienza fortissima.

Qualche suggerimento per la visita dell’Anne Frank Museum con bambini:

  • Prima della visita, il museo propone un filmato sulla vita di Anna Frank, in cui vengono mostrati anche i campi di concentramento. Alcune scene potrebbero essere molto forti per i bambini, per cui è fondamentale prepararli prima sull’argomento oppure decidere di non vedere la proiezione.
  • Le mie figlie hanno fatto tantissime domande durante e dopo la visita; è bene quindi essere preparati a rispondere. Sul sito del museo, troverete molti link e risorse utili con tante informazioni su Anna Fran e sulla Seconda Guerra Mondiale
  • Anche per questo museo, potrebbe essere una buona idea acquistare i biglietti online per evitare le code.  Prezzi. €9 per gli adulti, €4,50 per bambini/ragazzi da 10 a 17 anni; gratuito sotto i 10 anni.

Assolutamente un must se si visita Amsteradam con bambini è invece Nemo, il Museo delle Scienze.  L’edificio, di fianco alla Stazione Centrale e progettato da Renzo Piano, è davvero sorprendente: ricorda un gigantesto Nautilus di colore verde e, a guardarlo, si fa fatica ad immaginare il suo interno ospita un museo unico, per lo più dedicato ai bambini. Qui, la scienza diventa letteralmente un gioco da ragazzi, grazie alla moltitudine di installazioni interattive, laboratori, postazioni didattiche, giochi e tanto altro.

amsterdam con bambini

Credits: www.e-nemo.nl

In estate, la terrazza di questo museo viene ricoperta di sabbia e attrezzata con sdraio ed ombrelloni; in pratica diventa la spiaggia cittadina, con tanto di bar e gelateria. E vista impagabile sui canali e su tutta Amsterdam!

Uno dei musei che le mie bambine hanno preferito è stato il National Maritime Museum, in cui si trova una ricostruzione a grandezza naturale di una famosa nave olandese della Compagnia delle Indie Orientali. E’ possibile salirvi a bordo ed esplorarla in lungo e in largo. Un altro museo da non perdere è il Van Gogh Museum, che propone attività e laboratori per bambini durante i fine settimana. Per i piccoli visitatori, poi, viene messa a disposizione, gratuitamente, la valigia di Vincent. All’interno, i bimbi troveranno tantissimi oggetti che serviranno a scoprire, in maniera divertente, le opere del grande artista. La valigia di Vincent può essere richiesta presso il banco informazioni ed è indicata per bambini dai 6 ai 12 anni. La troverte purtroppo solo in lingua olandese o inglese. Se al momento della visita i kit sono esauriti, potreste optare per la Caccia al Tesoro. Sempre al banco informazioni, vi verrà consegnato un booklet, anch’esso gratuito, con tante domande divertenti a cui rispondere. Una volta finito il giro, il fascicolo si consegna al personale che controllerà le risposte e consegnerà un piccolo regalo ai bambini.

Un giro in centro storico

Come qualsiasi altra città, non precludetevi delle lunghe passeggiate a piedi, con il naso all’insù. In centro storico, si respira un’aria tranquilla e cosmopolita, esuberante ma sicura.

Credits: Roberto Santoro

Credits: Roberto Santoro

Lasciatevi il tempo di andare a zonzo senza una meta precisa, esplorate vie e vicoli, piazze centrali e piazzette più defilate.

osservate gli artisti da strada, le improvvise sculture urbane in cui vi imbatterete, le belle vetrine dei negozi e le facciate sontuose di palazzi imponenti.

Credits: Roberto Santoro

Credits: Roberto Santoro

Amsterdam su due ruote

Non avete vissuto veramente Amsterdam, se non la visitate almeno una volta in bicicletta. La capitale olandese ha più biciclette che abitanti e ci sono comodissime piste ciclabili ovunque, ! Così come ci sono tantissimi negozi che affittano bici di tutte le forme tutte le misure, per adulti e per bambini.

amsterdam con bambini

Credits: Roberto Santoro

Per i più piccoli, sono comodissimi i Bakfiets, una sorta di trasportini (utilizzabili anche in caso di pioggia), montati sulla parte anteriore della bici di mamma o papà. Da provare almeno una volta nella vita! Per il noleggio, potete rivolgervi a Yellow Bike, Rent a Bike e MacBike.

Qualche avvertenza: utilizzate sempre le apposite piste ciclabili, con tanto di semaforo e countdown (conto alla rovescia) prima del diritto di precedenza. E attenzione a non restare bloccati con le ruote nei binari del tram!

Amsterdam con bambini, se il tempo è bello

Vondelpark è uno dei parchi più belli di Amsterdam e spesso è paragonato al Central Park di New York . E’ circondato da canali ed edifici storici ed è un vero paradiso per i bambini, che potranno nascondersi in bellissime case sugli alberi, arrampicarsi su ponti tibetani e, d’estate, sguazzare nella grande piscina. Con la bella stagione, non mancano attività dedicate ai piccoli visitatori, come spettacoli teatrali, laboratori e giochi vari.

Per gli amanti degli animali, c’è invece il Royal Artis Zoo, che si trova nel cuore di Amsterdam ed ha un fascino molto particolare. Utilizza ancora gli edifici originali, risalenti al 1838 e, al suo interno, è possibile visitare anche un planetario, un acquario e un bellissimo parco giochi. Per una pausa merenda o anche per pranzo, c’è una caffetteria molto fornita oppure è possibile portarsi il pranzo a sacco, da mangiare distesi sul prato.

In periferia, invece, trovate un altro paradiso per grandi e piccini: l’Amstelpark. L’ Amstelpark ha alcuni tra i più bei giardini di Amsterdam, un gigantesco parco giochi ed uno zoo . Durante i fine settimana, i bambini possono fare il giro del parco a bordo di un trenino, oppure possono toccare con mano un vecchio mulino a vento lungo il fiume Amstel.

Shopping ad Amsterdam

Passeggiare tra le strade di Amsterdam fa bene agli occhi e al cuore; un po’ meno al portafoglio. Come resistere di fronte agli zoccoli tradizionali, ai giocattoli fatti a mano, alle pantofole in lana e alle specialità gastronomiche olandesi?

amsterdam con bambini

Credits: Roberto Santoro

Questi sono stati i negozi che ci sono piaciuti di più:

  • Goochem Toyes: si trova nei pressi del Vondelpark, a pochi passi dal Rijksmuseum e dal Museo Van Gogh e propone una vasta gamma di giocattoli in legno e peluche, ma anche mobili per bambini, libri  e molto altro.
  • ‘t Klompenhuisje: se amate le scarpe, come me, questo è un must. Vende inoltre zoccoli tradizionali e pantofole in lana e in pelle anche per bambini.
  • Chocolatl: si trova in Hazenstraat 25a ed è un negozio specializzato in barrette di cioccolato provenienti da tutto il mondo. Troverete di tutto, dal famoso cioccolato francesedi  Francois Pralus a barrette stravaganti come il cioccolato – sushi, il cioccolato alla pancetta e tanto altro.
  • Het Oud-Hollandschm Snoepwinkeltje:  si trova in Tweede Egelantiersdwarsstraat 2, non lontano dalla Casa di Anne Frank.  Si tratta di un antico negozio di Amsterdam che vende specialità olandesi tradizionali, sia dolci che salate.
  • Puccini Bomboni’s: (Staalstraat 17 e Singel 184), la mecca del cioccolato. C’è dolce, salato, al caramello, al cognac, all’anice, al tamarindo e alle noci. Buonissime le loro caramelle fatte a mano e le confezioni regalo da mille e una notte.

Amsterdam Light Festival

Dal 6 Dicembre al 19 Gennaio, Amsterdam si accende di mille colori, grazie al bellissimo Amsterdam Light Festival. Per 50 giorni, il centro storico della capitale olandese si trasforma in un caleidoscopio di luci e splendide scenografie, costringendo grandi e piccini a camminare con il naso all’insù. In questo periodo, i migliori light artists del mondo accendono letteralmente ogni angolo di Amsterdam con le loro istallazioni. Ogni sera, è possibile ammirarle lungo il fiume Amstel,  lungo gli antichi canali, nelle piazze e nelle strade del centro storico, accompagnati da cori suggestivi per rendere l’atmosfera ancora più magica.

Due sono i percorsi proposit: il Water Colors, un tour in barca per ammirare le sculture di luce dei canali e del fiume; e Illuminade, il percorso da fare invece a piedi, attraverso il centro storico. Da non perdere la Christmas Canal Parade: decine di barche illuminate a festa percorrerano i canali, accompagnati da cori e musica suggestiva. Tantissimi gli eventi collaterali organizzati, tutti segnalati nel programma che trovate sul sito dell’evento.

Amsterdam con bambini: informazioni pratiche

  • Come arrivare: ci sono molte compagnie aeree, che collegano l’Italia ad Amsterdam con voli economici (un’idea qui su come risparmiare). L’aeroporto principale di Amsterdam è Schiphol; ma alcune compagnie low cost volano anche su Rotterdam o Eindhoven. L’aereoporto Schiphol è collegato alla Stazione Centrale di Amsterdam con un efficace treno veloce (costi per un biglietto di andata e ritorno: €8,80 per gli adulti, €6,00 per i bambini).  Se invece volate su Rotterdam, potete raggiungere Amsterdam con l’autobus n. 33 (che arriva in stazione centrale) oppure con il treno express Fyra (che impiega circa 40 minuti per arrivare nella capitale olandese). Eindhoven è più scomodo, in quanto dista circa 2 ore e mezza da Amsterdam (il costo del biglietto del treno a/r è di circa 40 Euro).
  • Dove dormire: noi abbiamo alloggiato all’ Apple Inn Hotel, un albergo 3 stelle a 15 minuti di tram dalla Stazione Centrale. L’hotel era pulito, con WiFi gratuito ma, dovessi tornare ad Amsterdam, sceglierei qualcosa di più centrale. Un sogno che prima o poi mi piacerebbe concretizzare è dormire in una Houseboat, le tipiche case galleggianti di Amstedam.
  • Dove mangiare: da assaggiare assolutamente le pancake – sia salate che dolci – un piatto tradizionale olandese! Ci sono piaciute particolarmente quelle del The Pancake Bakery, un ristorante lungo il canale Prinsengracht. Se siete ad Amsterdam con bambini, non potete perdervi il Kinderkookkafé, che si trova nei pressi del Vondelpark. Qui i bimbi (da 5 a 12 anni) possono cucinare le loro pancake e, se hanno almeno 8 anni, possono persino partecipare ad un corso per chef che dura tutto il giorno.  Oppure, potete imbarcarvi sullaPancake boat: mentre fate il tour dei canali, potete degustare tutte le pancake che riuscite a mangiare!
  • Muoversi ad Amsterdam: se restate ad Amsterdam più giorni, vi consiglio di acquistare la Iamsterdam City Card che da diritto ad accedere ai principali musei della città e ad utilizzare tutti i mezzi pubblici gratuitamente. Potete compare la card da 24 ore che costa €42, oppure quella da 72 ore che costa €62.

Maggiori informazioni

Ente turistico Stationsplein 10
1012AB Amsterdam
Tel. +31 20 201 8800
E-mail  info@atcb.nl

Siti web utili: www.holland.com e www.iamsterdam.com

 

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

4 Responses to Amsterdam con bambini: un viaggio tra canali, musei e colori

  1. Lali Rispondi

    10/12/2013 at 12:29

    Ma che bello Vale, ci stai facendo fare il giro del mondo in qusti giorni!! Bellissimo anche questo reportage..
    il Maestro …ci mancano le sue lezioni!!

    • Valentina Cappio Rispondi

      10/12/2013 at 12:33

      E’ vero!! Quanto ci manca Roberto!!
      E Amsterdam… Clara ha convinto anche me. Ma quanto è bello il mondo??

  2. Tiziana Rispondi

    11/12/2013 at 15:05

    …bimbi… Amsterdam… Penso alla città e non posso evitare di pensare al mio “bimbo” che in questo momento si trova proprio là. Splendide foto

    • Valentina Cappio Rispondi

      11/12/2013 at 17:15

      Davvero è ad Amsterdam il tuo bimbo ormai cresciuto? Ma allora lo andiamo a trovare in massa!
      Un abbraccio forte cara!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *