A Fiuggi con bambini, oltre le terme

Un tempo si chiamava Felcia. Poi Anticoli. Oggi, invece, si chiama Fiuggi, nome che deriva, forse, dalle sue famose acque termali oppure dalle felci che abbracciano il territorio. Certo è che la sue antiche origini si respirano a pieni polmoni, passeggiando tra i vicoli del bellissimo centro storico, abbarbicato mollemente su di una collina e ben diviso dalla parte più nuova della città e dai suoi moderni complessi alberghieri.

Un dedalo di stradine, case in pietra, piazzette, scale e balconi fioriti: perfetto per una caccia al tesoro con bambini! Che vi trascorriate un fine settimana oppure più giorni, Fiuggi e la Ciociara sapranno coccolarvi ed abbracciarvi. Ecco, dunque, qualche suggerimento su cosa fare a Fiuggi con bambini, magari facendo una puntatina anche nei borghi vicini.

Fiuggi con bambini: il centro storico

È vero, Fiuggi è nota per le sue acque curative e le sue terme. Ma, se decidete di trascorrere qualche giorno in questo luogo, non potete non iniziare la sua esplorazione proprio dal centro storico, cuore pulsante della città.

Un luogo quasi immobile, sospeso nel tempo. Dove basta poco per ritrovare una dimensione più vera. Basta andare alla ricerca dei particolari, di angoli nascosti, di storie e di leggende. Vi suggerisco di esplorarlo in compagnia di una guida locale accreditata (qui il sito www.legaernica.it): nessuno, meglio di loro, riuscirà a farvi apprezzare fino in fondo la storia e l’armonia di Fiuggi.

Noi siamo stati accompagnati da Anna Maria, una donna appassionata e profondamente legata al suo territorio. Lei descrive Fiuggi così:

Il profumo dei fiori di castagno in estate e quello della legna bruciata in inverno si confondono da sempre coll’odore dell’acqua. Si, l’acqua di Fiuggi. L’acqua sempre utilizzata per la cura della calcolosi renale, non è la sola attrattiva di questa arroccata cittadina in cui è bello perdersi nelle strette viuzze per poi riprendere fiato nelle piazzette. Affacciarsi dai diversi belvedere e far correre lo sguardo sulla zona Termale, e poi scendere e passeggiare fra i castagni alla ricerca della palazzine dei primi del novecento ricordando nomi e personaggi della nostra Storia.

Riprendere fiato nelle piazzette. Una vera poesia. E, infatti, Anna Maria ci racconta che questi piccolissimi spazi vengono chiamati localmente proprio “respiri”:  qui avveniva la vita sociale degli abitanti di Anticoli. E forse anche di quelli di oggi.

Tra questi vicoli, tra queste pietre, storia e leggenda si mescolano, come fossero due amanti passionali. Andate alla ricerca di Palazzo Falconi, ad esempio, che custodisce una curiosa storia legata a Napoleone. Si narra che questi avrebbe dovuto fermarvisi per una notte, ma non arrivò mai. Il pittore Mastro Ubaldo, chiamato dal padrone di casa per abbellire il palazzo in modo da accogliere degnamente Napoleone, dipinse di notte la sua sagoma su di un muro. La mattina, annunciò che l’Imperatore era arrivato, aveva banchettato e riposato ma, poiché tutti dormivano, non aveva voluto disturbare ed era ripartito. Lasciando la sua ombra sul muro…

Fiuggi con bambini: le Terme

Le Terme si trovano nella parte più nuova di Fiuggi, a valle del centro storico. Qui si concentrano anche la maggior parte degli hotel, dei negozi e dei ristoranti. La classica cittadina termale dove, ogni tanto ci piace andare, per respirare quell’aria un po’ demodè, sorseggiando un aperitivo nel bar della piazza ed osservando l’andirivieni delle signore imbellettate, mentre i bimbi si rincorrono tra le panchine.

Due sono le fonti termali a Fiuggi: le antiche e storiche Fonti di Bonifacio VIII, dedicate alle cure vere e proprie: qui, oltre alle sale mediche e a diversi servizi sanitari, troverete numerose fontanelle, sia all’esterno che all’interno, da dove poter bere l’acqua Fiuggi. All’esterno c’è un bellissimo parco di castagni ed abeti mentre nel salone centrale è possibile  effettuare i trattamenti termali durante qualsiasi periodo dell’anno. Poi c’è la Fonte Anticolana, inaugurata negli anni ’20,  immersa in un una parco lussureggiante che ospita anche diversi spazi per lo sport e l’intrattenimento di grandi e piccini: ci sono campi da tennis, di bocce, il minigolf, il ping-pong, un parco giochi per i bambini, una sala giochi indoor e persino un teatro, il Teatro delle Fonti, dove prendono vita diversi spettacoli e manifestazioni, soprattutto in alta stagione.

Durante il nostro soggiorno, purtroppo le Terme erano chiuse quindi non abbiamo potuto sperimentare di persona. Parlando con i locali, i pareri sono stati discordanti. C’è chi se ne è lamentato, dicendo che il parco, le fontane e i giochi vertono in uno stato di abbandono. Chi, invece, asserisce con forza che trascorrere una giornata alle terme continua ad essere un’esperienza da fare almeno una volta nella vita. Bè, abbiamo una buona scusa per tornare!

Fiuggi con bambini: cosa vedere nei dintorni

Se amate la storia (e le cacce al tesoro!), dovete sicuramente visitare Anagni, detta la città dei papi, perché fu luogo di soggiorno preferito dai pontefici soprattutto nei secoli XII e XIII. Terra amata anche dai romani che vi costruirono ville rustiche, teatri e strade, di cui rimangono resti in molte località della zona. A Fumone, si trova il borgo con il castello dove venne rinchiuso Celestino V e ad Alatri potrete ammirarne le mura poligonali e l’eccezionale panorama dall’acropoli. Da vedere è anche il borgo medievale di Vico nel Lazio, con tante torri e vicoli labirintici in cui perdersi.

Se amate la natura, invece, ad un’ora circa di distanza da Fiuggi, si trova la particolarissima riserva del Lago di Posta Fibreno. Oppure potreste visitare la Selva di Paliano, a circa 30 minuti di Fiuggi o raggiungere il Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini dove è possibile visitare l’area faunistica, fare trekking a piedi o a cavallo, andare in bicicletta, o tuffarsi sotto una scrosciante cascata.

Per un po’ di sano divertimento, vi suggerisco due acquapark: il Park Club e l’Haway Park. A Valmontone, a circa mezz’ora da Fiuggi (raggiungibile anche in treno), c’è il nuovo ed enorme parco divertimenti Magicaland. Per i bimbi più avventurosi, è possibile fare soft rafting sull’Aniene (maggiori info a questo link).

A Fiuggi, poi, viene organizzato ogni estate il Fiuggi Family FestivalE. per gli amanti del mare… A pochissima distanzai c’è Terracina.

Se ci andate, non dimenticate di visitare il Tempio di Giove, ispirato alla grande architettura ellenica.

 

Ciociaria e Fiuggi con bambini: dove dormire

A Fiuggi troverete una ricchissima offerta di hotel, grazie anche alla presenza degli stabilimenti termali. Il Silva Hotel, ad esempio, propone pacchetti family che prevedono la gratuità per i bambini e offre servizio di Mini Club.

Noi abbiamo dormito all’Hotel Italia, un 4 stelle forse un po’ sopravvalutato. Le camere erano pulite, anche se datate; la colazione, a dire il vero, non tra le migliori che abbiamo provato, nessuno spazio dedicato ai bambini. Un plus è sicuramente il ristorante interno, se la sera i bimbi sono troppo stanchi per uscire.

Per un alloggio alternativo e low cost, potreste provare, invece, la foresteria del Monastero di San Benedetto a Subiaco, che dispone di 50 camere da 1 a 4 posti letto, con bagno autonomo. All’interno, c’è anche un ristorante ed un ampio parco.

Oppure, c’è la foresteria dell’Abbazia di Casamari, a Veroli – nel cuore della Ciociaria.

Allora… pronti per viaggiare con i vostri bambini alla scoperta della Ciociaria? Fiuggi e i suoi dintorni vi aspettano. E non dimenticate che a soli 50 minuti di treno, c’è la città eterna!

Instagram Travel Thursday

Questo post su Fiuggi è il mio contributo a Instagram Travel Thursday, il link party settimanale per fare networking e “giocare” con uno dei social più belli che ci siano: Instagram.

Se vuoi partecipare anche tu, scrivi un post che abbia come tema i viaggi, usa solo foto di Instagram e linkalo qui sotto. Non sai bene come fare? Leggi qui e schiarisciti le idee!

Se non hai un blog, puoi partecipare lo stesso taggando le tue foto su Instagram o Twitter con l’hashtag #instagramtravelthursday

Ti ricordo che le host per l’Italia sono:

Alessandra di IViaggideiRospi.com
Francesca di Chetiporto.it
Valentina di TheFamilyCompany.it
Monica di Idee Di Tutto Un Po’

Mentre all’estero, trovi lo stesso link party in lingua inglese, tedesco e finlandese. Insomma… tanta roba! Cosa aspetti allora?

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

6 Responses to A Fiuggi con bambini, oltre le terme

  1. lali Rispondi

    29/05/2014 at 21:18

    Ecco una nuova destinazione che mi ispira tantissimo!! Mi piacerebbe girarla in bici e perdermi guardando quelle colline!! … ok.. e dopo la pedalata però mi fai riposare alle terme? 😉

  2. Monica Rispondi

    31/05/2014 at 21:51

    Io invece mi vergogno un po’ a confessare che per me Fiuggi altro non è che la bottiglia dell’acqua… che non ho mai associato ad un paese, che non mi è mai venuto in mente che fosse Ciociaria e neanche che Terracina fosse località di mare… vabbè ho fatto outing! Per farmi perdonare dovrò andare!

    • Valentina Cappio Rispondi

      01/06/2014 at 08:23

      Monica, il tuo commento è davvero illuminante. In realtà, conferma quello che già penso. E cioè che spesso, in Italia, la promozione turistica è parziale, insufficiente, poco emozionante e… E mi fermo qui,che è meglio. Vacci a Fiuggi. Un luogo davvero stupendo!

  3. Francesca Rispondi

    05/06/2014 at 09:25

    Sai quanta pipì che hanno fatto i tuoi bimbi dopo questo week end? 😛
    A Fiuggi nn ci vado da uno stage di salsa nel 2004.. mi sa che devo rimediare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter!