Anker 2nd Gen Astro3: batteria esterna per smartphone e tablet

Quante volte ti è capitato di usare il cellulare per scattare a raffica foto dei meravigliosi panorami di fronte a te e di mangiarti le mani quando il panorama più bello di tutti non riesci ad immortalarlo perchè la batteria dello smartphone muore all’improvviso? A me tantissime volte.

Ecco perchè sono sempre alla ricerca di batterie esterne per smartphone che possano essere affidabili e durature. Ne ho provate tante, di diverse marche e modelli, ed oggi voglio parlarvi dell’ultima approdata in casa family: la Anker 2nd Generation Astro3.

batteria esterna smartphone

Ecco come mi sono trovata.

Batteria Esterna Smartphone Anker 2Gen Astro3

PRO

Ad oggi, la Astro3 è sicuramente la batteria esterna per smartphone migliore che abbia testato. Riesce a ricaricare un cellulare completamente scarico fino a 3-4 volte di seguito ed un tablet fino a 2-3 volte di seguito. E, aspetto ancora più importante, li ricarica davvero velocemente.

In passato, mi sono ritrovata ad utilizzare soprattutto batterie esterne per iPhone direttamente integrate in custodia. Maneggevoli e comode da usare, le batterie integrate  non hanno cavi e, una volta inseritovi il cellulare, questo continuerà ad essere ricaricato fino all’esaurirsi della batteria esterna. Di contro, però, le batterie integrate aumentano di molto lo spessore del cellulare e non hanno una durata estesa.

Una batteria esterna come l’Astro3, invece, è senza dubbio più pratica, si utilizza solo in caso di bisogno e consente di collegare più dispositivi contemporaneamente (fino a 3). Inoltre, la maggior parte delle batterie esterne che ho trovato sul mercato (incluso le Anker Astro di prima generazione), ricaricano ad un massimo di 1amp, mentre le Astro di seconda generazione riescono a ricaricare fino a 4 amps.

Cosa significa questo in parole povere? Che ci vogliono circa 2 ore per ricaricare completamente un iPhone. Ottimo direi, se considerate che la maggior parte delle batterie esterne ci impiegano 3 o 4 ore, mentre un normale caricatore da muro ci impiega circa 1 ora e 40 circa.

Una volta esaurita la carica della batteria esterna, è possibile ricaricare l’Astro da una qualsiasi presa, utilizzando il cavo USB che troverete compreso nella confezione: può essere una normale presa da muro (ma avete bisogno di un trasformatore apposito, io utilizzo quello del kindle), può essere la presa dell’auto, la porta USB del computer, ecc.

CONTRO

  • Non è tra le batterie esterne più compatte che ci siano (anche se in borsa ci sta tranquillamente).
  • Il libretto di istruzioni è solo in inglese.
  • Il cavo USB non è dotato di apposito trasformatore per collegarlo alla presa di corrente; quest’ultimo va acquistato a parte.

CONFEZIONE

Ecco cosa troviamo all’interno della confezione:

  • batteria esterna per smartphone/tablet Anker 2nd Generation Astro3 12000mAh;
  • cavetto USB – microUSB che può essere utilizzato per la ricarica della batteria
  • piccolo sacchetto in cui conservare la batteria esterna quando non utilizzata (ma io la uso sempre, anche in viaggio)
  • libretto delle istruzioni.

PREZZO

La batteria esterna smartphone Astro3 costa intorno intorno ai 45 euro. Il prezzo migliore l’ho trovato su Amazon a 41,99 euro  (sotto il link per acquistarlo).

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *