La Desmontegada: l’antico rito della transumanza delle mucche

In Trentino si chiama Desmontegada. In Val d’Aosta, Desarpa oppure Devétéya. Molti, la chiamano semplicemente transumanza, ovvero il ritorno delle mucche dai pascoli. Un rito secolare, che viene tutt’oggi celebrato con bellissime sfilate, canti e balli tradizionali.

Quando alla sera il sole va a dormire presto e alla mattina l’erba è ricoperta di piccole misteriose goccioline di rugiada, vuol dire che l’autunno sta proprio arrivando. E, con i primi freddi, è tempo per i contadini di riportare i propri animali nelle stalle a valle, dove trascorreranno l’inverno.

Per mucche, pecore, capre, vitelli, manzi e cavalli è terminato il lungo periodo dell’alpeggio, trascorso nelle malghe di alta quota, tra pascoli ricchi di erbe aromatiche.

È questo il fenomeno antichissimo della transumanza. Un momento così importante per contadini e malgari che, da secoli, viene celebrato a dovere. Per ringraziare la buona stagione estiva, infatti, gli animali sfilano nelle strade del paese, addobbati con bellissime ghirlande di fiori e rami, campanacci e specchi per difendersi dai cattivi fantasmi.

desmontegada predazzo

Tutti fanno festa. Si suona, si canta, si balla, si gioca e si mangia. Un evento davvero affascinante e divertente per grandi e per piccini.

La Desmontegada spiegata ai bambini

Non è solo un bellissimo evento a cui partecipare. Come ogni viaggio fatto con i bambini, piccolo o grande che sia, la desmontegada è un’ottima occasione per imparare fuori dai banchi di scuola: vedendo con i propri occhi, vivendo sulla propria pelle, immergendosi di persona in luoghi e persone vere e non disegnate sulle pagine di un libro.

desmontega predazzo 1

Quando vedrai mucche, capre e cavalli sfilare in paese, potrai spiegare ai tuoi bimbi che questi animali non possono stare in montagna d’inverno perchè fa troppo freddo. In estate, invece, non possono restare in paese perchè per loro è troppo caldo.

Di conseguenza, ci sono due momenti dell’anno in cui i pastori con le loro greggi sono costretti a spostarsi da un punto all’altro; oggi ciò avviene per lo più con moderni mezzi di trasporto, ecco perchè non assistiamo più alla transumanza. Ma un tempo si svolgeva rigorosamente a piedi ed era più facile assistere allo spostamento delle greggi che scendevano o salivano le montagne.

Le transumanze avvengono a Settembre, quando comincia la stagione rigida e dai monti si scende in pianura, e a Maggio quando gli animali risalgono in alta quota.

La festa della transumanza è quindi una festa di celebrazione dei contadini, dei malgari e dei pastori: celebra la fine di un periodo di duro lavoro e il loro ricongiungimento delle famiglie. Ed è un ringraziamento per aver riportato gli animali sani e salvi dalle malghe in montagna nelle stalle a valle.
desmontegada 1
Un evento antico ed affascinante, che incuriosirà i tuoi piccoli viaggiatori e darà la possibilità a tutta la famiglia di immergersi davvero nella comunità locale. Per cui, se hai la possibilità di organizzare una piccola gita fuori porta, dai uno sguardo agli appuntamenti in programma in tutta Italia (come sempre, se se a conoscenza di altri eventi simili non segnalati qui sul blog, scrivili pure nei commenti qui sotto; sarà felicissima di includerli nella lista):
:::

LA TRANSUMANZA IN TRENTINO

La Desmontegada de le Caore 

Dove: a Cavalese (Val di Fiemme) dal 10 al 13 Settembre

Una delle più suggestive feste di Cavalese, per celebrare il rientro delle capre dall’alpeggio estivo. Il gregge, ornato con corone di fiori, sfila in mezzo alle case accompagnato dai malgari. Sono oltre 300 le dolcissime caprette che attraverseranno il paese, in una tre giorni all’insegna della tradizione e delle cose buone.

La festa sarà animata da suonatori e personaggi che rievocano i mestieri di un tempo. Non mancherà il mercatino di prodotti artigianali e specialità gastronomiche e tanti appuntamenti per i bambini,

Programma completo qui

La Desmontegada di Predazzo 

Dove: a Predazzo (Val di Fiemme) il 4 Ottobre

La “Desmontegada delle vacche” di Predazzo viene accompagnata tradizionalmente dal Festival Europeo del Gusto, un evento golosissimo pieno di degustazioni, mercatini, show-cooking e laboratori di cucina per bambini.

desmontegada 5

Ma l’evento clou del Festival resta il rito della desmontegada. Alle 10 inizia la sfilata delle mucche che tornano dall’alpeggio decorate da fiori e rami di abete, proprio come accadeva un tempo.  E proprio come un tempo, al collo vengono appesi enormi campanacci finemente decorati. Insieme agli animali, sfilano pastori, bambini e donne in abiti tradizionali.  E nel pomeriggio si elegge la mucca più bella.

Gran Festa del Desmontegar

Dove: a San Martino di Castrozza, dal 24 al 27 Settembre

Anche i paesi di Tonadico e Siror organizzano una grande festa in occasione del rientro a Primiero degli animali dopo l’alpeggio estivo nelle malghe.  La “Desmontegada” avviene nella giornata di Domenica ed è, ovviamente, il momento culminante di una quattro giorni di bellissime iniziative: c’è l’elezione della mucca più bella, pic nic a base di formaggi locali nei prati circostanti, visite ai casefici, escursioni guidate, degustazioni e laboratori per bambini.

Programma completo qui.

desmontegada 3

Fiera di San Michele: la Desmontegada della Valle di Ledro

Dove: a Pieve di Ledro il 26 settembre

Anche a Pieve di Ledro si eleggerà la manza più bella dell’anno e si festeggerà con la tradizionale sfilata il ritorno del bestiame dalle malghe. Non mancheranno degustazioni, pranzo con piatti tipici, mostra dei cavalli, mercatini, spettacoli e giochi.

La Desmontedaga Cimbra

Dove: a Luserna il 20 settembre

Anche qui si festeggia  si festeggia il rientro delle mucche dalle malghe. Si assisterà alla tradizionale sfilata degli animali addobbati, e si pranzerà tutti insieme attorno ad un tavolo gigante pieno di i cibi tipici dell’isola linguistica cimbra. Poi, nel pomeriggio, tutti in stalla per assistere dal vivo al gesto antico della mungitura.

Programma completo qui.

Desmontegada 2

LA TRANSUMANZA IN ALTO ADIGE

Tradizionale festa del ritorno del bestiame in Valle Isarco

Tantissimi gli appuntamenti in Val Isarco, dove le varie comunità locali festeggiano il ritorno del bestiame a valle in grande pompa, con prelibatezze gastronomiche e schiocchi di frusta, il cosiddetto Goasslschnöllern. La festa diventa in questo modo anche un benvenuto all’autunno. Ecco i principali evneti:

A Malga Wörndle Loch/Funes il 6 Settembre

La sfilata parte alle ore 11.30 dalla Malga Wörndlelochalm e, dopo una mezz’oretta, si arriva al “Kaserill Boden” alle ore 12 circa. A seguire una grande festa con musica, balli e naturalmente tante specialità gastronomiche di manzo della razza Grigio Alpina.

A Lazfons il 13 Settembre

Anche qui si festeggia il ritorno del bestiame dagli alpeggi con una giornata di festa. Al mattino, spettacoli e concerti mentre la sfilata del bestiame è programmata per il pomeriggio, verso le ore 14.00 con musica, gruppi folcloristici e degustazioni di prodotti tipici.

A Spinga il 19 Settembre

Il tradizionale ritorno del bestiame a Spinga si festeggia con tanta musica e leccornie prelibate! Inizio festeggiamenti: ore 12:00; arrivo del bestiame e pastori: ore 14:00.

A Berger Platz, S. Maddalena il 20 Settembre

La filata del bestiame parte alle a Ranui per  arrivare poi a S. Maddalena (in Bergerplatz). Alle 13, c’è il tradizionale concerto della banda musicale di Funes e poi mercatino del contadino con prodotti tipici e artigianato.

A Maranza, il 26 Settembre

Questa è tra le feste più spettacolari dell’Alto Adige e richiama ogni anno migliaia di spettatori che si fermano lungo il percorso ad osservare il passaggio di questo variopinto corteo, lo accompagnano,scattano fotografie, bevono un goccio di grappa offerta dai malgari o assaggiano le loro pagnottelle (Tschotteblattl) per trovarsi poi tutti insieme, al termine della sfilata, alla Grande Festa Contadina ospitata nel padiglione del tennis e sul piazzale antistante.

L’arrivo in paese delle vacche e dell’altro bestiame proveniente dagli splendidi alpeggi della Valle di Altafossa è previsto tra le 12.00 e le 13.00, seguito da un brindisi per celebrarne il ritorno a valle nella cornice della grande festa contadina.

A Ridanna – Masseria, il 26 Settembre

La festa di ringraziamento dei contadini, malgari e pastori, lieti di riportare il bestiame sano e salvo nelle stalle in paese. Uno spettacolo grandioso: pecore e vacche scendono a valle in un turbinio di suoni e colori. Bancarelle con specialità contadine e delizie gastronomiche.

A Rodengo, il 10 Ottobre

Alle ore 11 incomincia la festa alla “Spritzenhütte” (tra San Benedetto e Chivo) Con musica, esibizione dei gruppi “Goaslkrocha” e “Schuhplattler” di Rodengo e specialità tradizionali preparati dai giovani contadini di Rodengo. Alle 13:30 sfila il bestiame fino ad arrivare a Rodengo.

La desmontegada in Val Senales

In Val Senales, la transumanza delle pecore è un evento molto atteso:  circa 3.700 pecore 300 capre, insieme a mandriani, pastori, gente del luogo e numerosi turisti si riuniscono in una grande festa. Ecco i pincipali appuntamenti:
::
A Vernago, il 12 settembre
Rientro di oltre 2.100 pecore e 100 capre dalla malga Niedertal con partenza di buon mattino. Attraversamento al Giogo Basso nei pressi del rifugio Similaun (3019m) alle ore 8.30 circa. Arrivo delle greggi a Vernago al lago (1700m) tra le ore 12 e le ore 13. Inizio della festa dei pastori alle ore 10 con musica dal vivo, carne di pecora alla griglia ed altre specialità locali. Poichè a Vernago ci sono pochi parcheggi, si consiglia di salire da Madonna di Senales con il bus navetta oppure a piedi sul sentiero nr. 15 nel bosco. Durata: 1 ora in salita e 40 min. in discesa.
:::

A Maso Corto, il 13 settembre

Rientro di oltre 2.000 pecore dalla malga Rofenberg. Attraversamento dei greggi al Giogo Alto nei pressi del rifugio Bella Vista (2845m) verso le ore 11 circa. Arrivo delle pecore a Maso Corto tra le ore 15 e le ore 16. Inizio della festa dei pastori alle 10 con musica tradizionale, specialità alla griglia e dolci tipici della valle.

LA TRANSUMANZA IN VAL D’AOSTA

In Val d’Aosta, la transumanza si chiama désarpa e non desmontegada. Ma l’avvenimento ha lo stesso valore e si basa sugli stessi riti: dopo una lunga estate vissuta negli alpeggi di alta montagna, ai piedi delle cime più alte d’Europa, le mucche fanno ritorno alle loro stalle di fondo valle. Il giorno della désarpa coincide, per tradizione, con la festa di San Michele, ovvero il 29 settembre. Ma, per favorire la partecipazione di tutti, spesso l’evento viene organizzato nel fine settimana più vicino.

Feisa de la desarpa

Dove: a Valgrisenche (AO), il 27 Settembre

Le bovine sfilano per le vie del paese adornate a festa, la “Reina di cornes” (regina delle corna) apre il corteo con il caratteristico “bosquet” rosso, seguita dalla “Reina di lacé” (regina del latte, la bovina più produttiva) decora con un “bosquet” bianco. Nei ristoranti viene proposto un menù tradizionale per scoprire e assaporare le eccellenze del territorio. E ancora musica, balli e tanti appuntamenti. Maggiori informazioni: www.comune.valgrisenche.ao.it

La Désarpa di Votornen

Dove: a Valtournenche, Breuil-Cervinia, il 27 Settembre

Anche a Valtournenche la vera e incontrastata protagonista della Desarpa è la mucca valdostana pezzata rossa, che per tornare a valle viene spazzolata con cura e addobbata con ornamenti multicolori. Una vera e propria sfilata colorata e rumuorsa, accompagnata dal suono dei campanacci e dai muggiti degli animali. per la vera star dell’occasione, la mucca valdostana pezzata rossa. Al corteo, che parte dal Breuil per raggiungere la frazione di Maen a Valtournenche. partecipano, oltre agli agricoltori, le guide alpine, i maestri di sci, gli alpini, le varie associazioni locali ed alcuni residenti in costumi tradizionali. Il tutto contornato da piccoli punti di ristoro posizionati lungo la statale, musica e folcore. La giornata finisce con un pranzo aperto a tutti e danze fino a sera.

Anche a Cogne le bovine sfilano per le vie del paese adornate a festa: il corteo viene aperto dalla Reina di cornes (regina delle corna), seguita dalla Reina di lacé (regina del latte, la bovina più produttiva) decorata con un “bosquet” bianco. Durante l’evento, si svolgerà anche la Fiera di Cogne, la rievocazione dell’antica fiera del bestiame accompagnata da un mercato di prodotti tipici e artigianali. E per tutto il weekend, nei ristoranti aderenti, verrà proposto il menù tradizionale Les Saveurs de l’Alpage per scoprire e assaporare le eccellenze del territorio.

Devétéya é Féra de Cogne

Dove: a Cogne, il 3 e 4 ottobre 

Anche a Cogne le bovine sfilano per le vie del paese adornate a festa: il corteo viene aperto dalla Reina di cornes (regina delle corna), seguita dalla Reina di lacé (regina del latte, la bovina più produttiva) decorata con un “bosquet” bianco. Durante l’evento, si svolgerà anche la Fiera di Cogne, la rievocazione dell’antica fiera del bestiame accompagnata da un mercato di prodotti tipici e artigianali. E per tutto il weekend, nei ristoranti aderenti, verrà proposto il menù tradizionale Les Saveurs de l’Alpage per scoprire e assaporare le eccellenze del territorio. E poi tante attività didattiche e laboratori per adulti e bambini dai 4 anni, sul tema della lana.

LA TRANSUMANZA IN VENETO

La transumanza di Bressanvido – Asiago DOP

Dove: a Bressanvindo (Vi) dal 26 Settembre al 6 Ottobre

Quella di Bressanvido è tra le più importanti transumanze bovine d’Italia, sia per il numero di animali che sfilano (oltre 600) sia per la  lunghezza del percorso (90 km). L’evento inzia con l’arrivo della mandria da Marcesina (Altopiano dei 7 Comuni) a Bressanvido, per poi continuare con la mostra mercato straordinaria, galà culinari, degustazioni ed una serie di attività dedicate alla ruralità come il taglio della forma di formaggio della Transumanza.

LA TRANSUMANZA IN VALTELLINA

L’Alpen Fest di Livigno

Dove: a Livigno dal 16 al 21 Setttembre

L’Alpen Fest è una grande festa di più giornate dedicate alla transumanza del bestiame che torna dai pascoli in quota dove ha trascorso l’estate. Come vuole la tradizione, gli animali vengono abbelliti con campanacci preziosi e ghirlande di fiori e sfilano per il paese.

Si parte il 16 settembre con la discesa a valle degli animali della Malga delle Mine, il 17 settembre sarà quindi la volta di quella della Malga di Val Federia. La mattina seguente, dal Passo d’Eira, inizia la sfilata del bestiame di Trepalle preceduta dal Gruppo Folkloristico e dal Corpo Musicale di Livigno. Al termine della sfilata tutti gli animali saranno esposti nel campo gara, dove sarà possibile anche pranzare degustando i tipici prodotti alpini. Nel pomeriggio avrà luogo il primo “Campionato di mungitura e tosatura” che decreterà il miglior allevatore di Trepalle.

Il 18 settembre sarà la volta della sfilata del bestiame che, dalla centralissima piazza di Santa Maria, sfileranno accompagnata dalla banda e dal Gruppo Folk mentre un altro gruppo di animali partirà dalla zona di San Rocco, dalla parte opposta del paese, per incontrarsi tutti quanti presso l’area allestita al Centro Sci Fondo. Nel pomeriggio, gli allevatori locali si sfideranno nel primo “Campionato di mungitura e tosatura”, che decreterà il miglior allevatore di Livigno.

E dopo una giornata trascorsa a visitare e conoscere le tradizioni alpine e l’arte casearia sopra i 2000 metri, alle ore 17.00 l’aperitivo verrà servito in paese in stalla dove gli ospiti potranno assistere alla preparazione dei capi in vista della Festa dell’Agricoltura, in programma il giorno seguente. Per la serata è previsto un momento conviviale in Plaza Placheda, dove avrà luogo la Mostra dei Formaggi con l’accompagnamento musicale del Coro Monteneve di Livigno.

Lunedì 21 settembre, sarà la volta della 48esima edizione della Festa dell’Agricoltura, un appuntamento storico e molto sentito dalla comunità locale, che affonda le sue radici nella vita contadina della valle, a cui seguirà la tradizionale cena degli allevatori.

 

LA TRANSUMANZA IN TIROLO

La transumanza in Carinzia

Dove: a Bad Kleinkirchheim, il 14 Settembre

Inizio: circa alle 11:00 gli animali decorati arrivano a Bad Kleinkirchheim, accolti da un intrattenimento musicale. E’ possibile visitare un mercato agricolo e, molte attività ludiche attendono i bambini.

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter!