Vacanze in Puglia con bambini: il mare e i trulli

Una meta perfetta.  Mare cristallino, panorami mozzafiato, spiagge meravigliose, ma anche divertimento, escursioni e cittadine uniche al mondo. Ecco, dunque, una guida pratica per organizzare le vostre prossime vacanze in Puglia con bambini. La parola… ad un magico folletto che vive da quelle parti.

“C’era una volta, in Puglia, un paesaggio che appariva fatato, quasi soggetto ad un incantesimo. Il verde degli ulivi e delle vigne appariva intervallato dal bianco delle tipiche abitazioni con tetto a cono e dal rosso scuro della terra… C’erano muretti a secco, masserie e, in alcune di  queste, esperti ed artigiani davano spettacolo di magia bianca: la farina diventava pane e pasta; il latte, appena munto, diventava formaggio; l’uva  vino; la frutta confettura…

È una valle, quella d’Itria, nota anche come Valle dei Trulli, in cui spuntano come funghi singolari e misteriose costruzioni bianche, con tetto a cono… tanti piccoli folletti dal copricapo a punta e teso in alto… E’ proprio una Valle “incantata”, da scoprire piano piano… seguendo un itinerario altrettanto incantato:  Martina Franca, Locorotondo, Grottaglie, Alberobello

trulli

E, per noi bambini, nei pressi di Alberobello, ci si può fermare una giornata allo zoo SafariPer poi proseguire, tra incantesimo e realtà, fino a raggiungere le Grotte di Castellana. Un altro spettacolo indescrivibile, un incantevole mondo sotterraneo, dove stalattiti e stalagmiti pendono dalla parte alta di una cavità naturale che esiste da secoli… Artefice principale della loro formazione è stata l’acqua, che in migliaia di anni è penetrata nelle fessure della roccia calcarea e ha scavato fisicamente e chimicamente, dando origine a un fiume e formando dei vuoti sotterranei.

Nelle grotte di Castellana si possono effettuare due percorsi turistici, di lunghezza diversa. Il maggiore conduce alla famosa “grotta bianca”, una meraviglia naturale, con migliaia di concrezioni di un bianco purissimo e, per questo, considerata una delle più belle del mondo. Il colore delle concrezioni dipende dalla purezza della roccia sciolta e nella “grotta bianca” si sfiora la perfezione.

Ma questo mondo sotterraneo ha anche un altro tesoro: le numerose specie di animali che si sono adattati a vivere sottoterra e al buio, con variazioni morfologiche quali la perdita degli organi visivi e del colore. Questi organismi sono chiamati troglobi e alcuni di essi sono dei veri fossili viventi, in quanto i loro progenitori si sono rifugiati nelle grotte, mentre i parenti esterni si sono estinti. Una gita affascinante ed un’ottima occasione di apprendimento per grandi e piccini…

E dopo il buio della grotte, arriva la luce del cielo e l’azzurro del mare. Ci dirigiamo verso la costa, con le sue lunghe spiagge ed il fondale trasparente, mentre – tutt’intorno – ci si immerge in un panorama selvaggio… si potrebbe quasi immaginare un leone, re della savana, perché il caldo, qui, è quello d’Africa…

I folletti della Valle d’Itria ci hanno svelato un segreto: pare che le spiagge pugliesi più adatte a noi, piccoli turisti, sono le quelle di Ginosa Marina, di Porto Cesareo e di Marina di Ugento

Ma c’è anche Gallipoli, la famosa “isola-città bella“, con il suo stile barocco e i rivestimenti di maioliche dipinte, collegata alla terraferma da un vecchio ponte di pietra. Oppure,  Santa Maria di Leuca - dal cui promontorio si assiste all’abbraccio dei due mari, lo Ionio e l’Adriatico…

E – dopo castelli di sabbia e giochi d’acqua, facciamo un salto in città…  la Città dei Due MariTaranto, separata da due grandi specchi d’acqua, la rada del Mar Grande e del Mar Piccolo. Le attrattive che Taranto offre, sono davvero tante: una visita al Castello Aragonese, denominato Castel Sant’Angelo, oppure una minicrociera nel Golfo di Taranto e Mar Piccolo, con imbarchi giornalieri dalla discesa Vasto. Ancora, la visita ai famosi allevamenti di cozze, il ponte girevole, il ponte Punta Penna, le isole S. Pietro e S. Paolo, il Lungomare (il più alto d’Europa), l’Antico Porto Mercantile, il Museo Archeologico Nazionale di Taranto (MArTA), che ospita una delle più grandi collezioni di manufatti dell’epoca della Magna Grecia, come i famosi Ori di Taranto.

Per ora, il nostro itinerario finisce qui. Ma la Puglia non è soltanto trulli e mare. Per chi ha voglia di esplorare, c’è l’entroterra incantato, ricco di storia e di tesori sconosciuti ai più. Curiosi? Allora, non perdetevi la seconda puntata di questo magico racconto.  Lo trovate proprio qui

Pronti per le vostre prossime vacanze in Puglia con bambini?

___________

Per maggiori informazioni:

Potrebbero anche interessarti:

Copyright del testo: The Family Company. 17 luglio 2012

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

13 Responses to Vacanze in Puglia con bambini: il mare e i trulli

  1. viaggideirospi Rispondi

    17/07/2012 at 12:41

    Pensa che Rospo è pugliese e mi decanta da 10 anni di S.M. di Leuca e non ci ha ancora portati…occorre rimediare!!! Dei trulli, delle grotte di castellana e dello zoo safafri ho dei bellisimi ricordi da bimba!!! Un trauma invece incrociare un funerale a gallipoli…le donne tutte a lutto, la banda etc…sono rimasti nei miei incubi per anni!!

    • The Family Company Rispondi

      17/07/2012 at 14:15

      Occorre rimediare si!!!

      Ti sto immaginando da piccola, di fronte a signore tutte nere, che urlano e piangono… povera… mi scappa un sorriso però. Sarà che sono napoletana e li, forse è anche peggio… Ti abbraccio, cara.

  2. erdematt Rispondi

    17/07/2012 at 13:09

    Io esisto grazie alla Puglia.
    http://trippando.com/2011/10/27/scrivi-e-vinci-la-puglia-il-racconto-di-ernesto-de-matteis/
    Ed a quella Brindisi che m’ha visto nascere e che è tornata tristemente alle cronache in questi giorni.
    Io farei cominciare e finire il giro della Puglia a Castel del Monte.
    Perchè lì comincia e finisce tutto, ma essendo Infinito ti porta a pensare che tutto sia ciclico, e che quindi la vacanza-tour non finisca lì.
    Grazie Valentina…

    • The Family Company Rispondi

      17/07/2012 at 14:13

      Ernesto, grazie davvero per essere passato di qua e per aver lasciato la tua testimonianza. Le tue parole. come sempre, mi scaldano il cuore. “Perchè lì comincia e finisce tutto, ma essendo Infinito ti porta a pensare che tutto sia ciclico, e che quindi la vacanza-tour non finisca lì.” Ti quoto, ti quoto, ti quoto!!! Non sono mai stata a Castel del Monte. Ma spero di poterci andare al più presto. Se tu, intanto, hai voglia di raccontarci qualcosa di più… sei il benvenuto! Un abbraccio!

  3. Tiziana Rispondi

    17/07/2012 at 15:33

    Si grazie Valentina e bentornata. Sono stata in Basilicata ma la Puglia l’ho sempre rimandata. E’ una terra dove diciamo mille volte di voler raggiungere e poi qualcosa arriva sempre per portarci altrove. Da quanto dici la regione offre tante possibili mete. Ascolto i folletti e aspetto anche il seguito. Un bacio.

  4. Nadia Rispondi

    17/07/2012 at 17:14

    Le foto sono incantevoli, il post è un invito e la tua presentazione è deliziosa: l’ingresso in una vacanza da favola.

    Ciao! Nadia

    • The Family Company Rispondi

      17/07/2012 at 17:41

      Proprio vero!! La Puglia è davvero una favola. Grazie Nadia per essere passata di qua e per aver condiviso il post. Ti abbraccio!

  5. Pingback: Puglia incantata a misura di bambino: gravine e masserie | The Family Company

  6. Elena Rispondi

    07/09/2012 at 00:04

    Mamma la Puglia è la nostra meta sogno da anni..chissà l’anno prossimo forse..speriamo

  7. Pingback: 6 mete per vacanze estive in Italia | The Family Company

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>