Weekend a Berlino con bambini e tappa a Rostock

Un altro bellissimo diario di viaggio arriva ad arricchire The Family Company. Questa volta, a condividere con noi la sua esperienza, è mamma Anna che ci racconta del suo weekend family-friendly a Berlino con due bambini piccoli, tra storia, natura e tanto tanto divertimento!

[Testi e foto di Anna Munaretto]

Dopo tante esitazioni abbiamo deciso: quest’anno si va in Germania! A Berlino con bambini.

L’occasione giusta è stata una visita ad alcuni nostri amici che vivono da quelle parti. Dopo qualche riflessione sull’itinerario, abbiamo quindi deciso di abbinare qualche giorno a Berlino ed uno weekend nella più nordica Rostock. E così papà, mamma, Francesco di 3 anni e Matteo di 1 anno sono partiti all’avventura.

Partenza Domenica 9 agosto da Venezia, aeroporto Marco Polo, a bordo di un aereo Easyjet (dato che adesso c’è la possibilità di prenotare il posto a sedere, consiglio di scegliere la fine aereo, specialmente se si ha una birba di un anno che non sta mai fermo!).

Arriviamo a Berlino di sera e, dopo un breve viaggio in treno e metropolitana, incontriamo il signor X che ci ha affittato un monolocale a modico prezzo per cinque notti, attraverso il sito Mowitania.

Una serata tranquilla, un sonno ristoratore ed eccoci pronti per il nostro programma di viaggio… a cosa a Berlino con bambini.

Berlino con bambini: primo giorno

La prima tappa del nostro mini viaggio family-friendly è stata il Zoologischer Garten! Grandissimo e bellissimo!

Gli elefanti e le giraffe ci hanno dato il benvenuto proprio all’entrata; siamo riusciti a sbirciare i leoni che facevano la siesta, abbiano osservato le bellissime foche che cantavano, i pinguini che ci hanno baciato le mani e i simpatici gorilla!

berlino con bambini

Due le soste obbligate all’interno dello zoo: il bellissimo parco giochi con sabbia, tappetto elastico e scivoli grandissimi simili a case sugli alberi; e l’area dove si può dar da mangiare agli animali (attenti al portafoglio però!).


berlino con bambini

Per pranzo, ci siamo fermati al Café Am Neuen See (indirizzo: lichtensteinallee 2), che offre sia uno spazio self service che un’area à la carte. Il locale è perfetto anche per la merenda ed è carinissimo di sera, quando vengono organizzati piccoli eventi con musica dal vivo e i tavoli sono illuminati con le candele.

Il Cafè si trova vicino al Parco Tiergarten – appena fuori lo zoo. Si raggiunge in dieci minuti a piedi, camminando lungo il fiume Spree (proprio davanti l’ambasciata spagnola), in una piccola insenatura dove è anche possibile noleggiare una barca a remi ed esplorare così i dintorni da una prospettiva diversa. Accanto, vi è una bella area giochi su sabbia, dove i bambini possono rilassarsi, correre e divertirsi liberamente. Ed è proprio qui che abbiamo trascorso il nostro primo pomeriggio berlinese.

Di sera, dopo una pausa ristoratrice nell’appartamento preso in affitto, ci siamo concessi una passeggiata nell’iconica AlexanderPlatz, con la torre della televisione, il fantastico orologio sincronizzato con tutte le ore del mondo e la fontana di Nettuno. Lì accanto c’è un grande centro commerciale, con tantissimi negozi e una marea di ristoranti tutti diversi; è stata la nostra scelta per cena e abbiamo lasciato scegliere il ristorante proprio ai bambini!

Guardiamo l’orologio… è proprio ora di andare tutti a nanna!

Berlino con bambini: secondo giorno

Il secondo giorno a Berlino è stato dedicato interamente ai monumenti più famosi della capitale tedesca: la Porta di Brandeburgo e il Parlamento Reichstag. La cupola del Parlamento è aperta al pubblico, ma quando fa troppo caldo la chiudono.

Davanti c’è un bello spazio verde (noi abbiamo fatto una pausa per sgranchirci le gambe giocando a calcio), ma – attenzione – con pochi alberi.

Vicino, però, c’è il sempre fedele Tiergarten, dove – per pranzo – abbiamo organizzato un bel pic nic e scovato un fantastico angolo con giochi e sabbia. E così anche il secondo pomeriggio berlinese è trascorso in relax, proprio a misura di bambino!

berlino con bambini

In serata, abbiamo accontentato i bimbi e ci siamo concessi un bel giro in barca lungo lo Spree. Come spesso accade, i bambini hanno gran fiuto quando si tratta di cosa fare in viaggio. E anche questa volta avevano ragione: il giro in barca è piaciuto proprio a tutti, grandi e piccini. Le mini crociere organizzate sul fiume sono diverse, di diversa durata e percorso. Noi abbiamo optato per un giro di un’ora e mezza circa; ottimo compromesso per chi viaggia con bambini piccoli, come noi..

Inoltre, lungo il fiume Spree, ci sono tantissime aree verdi, dove è possibile rilassarsi, giocare e divertirsi. Ed è proprio quello che abbiamo fatto noi. Abbiamo comprato una pizza davanti alla stazione di Hansaplatz e giocato con i nostri onnipresenti dinosauri. E che panorama!

berlino con bambini

Berlino con bambini: terzo giorno

Il terzo giorno l’abbiamo vissuto da veri local: Tutti in piscina insieme ai tedeschi!

La piscina Freibad Gropiusstadt si trova leggermente fuori Berlino, ma è comodissima da raggiungere con i mezzi, perchè è a due passi dalla stazione di Lipschitzallee.

L’ingresso viene pagato solo dagli adulti e all’interno – oltre alle classiche vasche – troverete scivoli grandi e piccoli, due trampolini e un fungo per i più bimbi più piccini. Attenti, però, perché l’acqua è molto più fredda di quella a cui noi siamo abituati… Ma, una volta buttati, sarà una bella pausa dal calore della città!!

Nel pomeriggio, siamo tornati a Berlino e abbiamo partecipato ad una visita guidata in cima ad un palazzo alto come la torre della televisione, da cui abbiamo ammirato uno spettacolare panorama sulla città dall’alto.

berlino con bambini

Infine, visita obbligata al Legoland Discovery Centre. Un po’ caro, ma i bambini si sono divertiti un sacco. È diviso in due piani: il primo superiore trabocca di mattoncini di tutti i tipi e di tutti i colori (splendido il modellino di Berlino tutto fatto di lego); mentre il piano inferiore è dedicato completamente ad attività e giochi di vario genere.

berlino con bambini

Vi è la simulazione dei terremoti per vedere se la tua costruzione è solida, muffin e cucina, e una pista per provare la propria macchina. L’unico dubbio che mi è rimasto è… si sarà divertito più il papà o i bimbi??

berlino con bambini

Dopo il Legoland Discovery Centre, siamo usciti per una bella passeggiata tra il toccante memoriale dell’Olocausto, che si trova là vicino proprio in centro, fino a Check Point Charlie.

Prima di partire, non poteva mancare la passeggiata lungo il famoso muro, che ha suscitato tanto stupore e tanta curiosità nei bambini e ovviamente infinite domande.

E, infine, treno diretto a Rostock per un ultimo weekend tedesco. Bella la città e bello il porto. Si può fare un bel giro in barca o in bici, e si trovano splendidi parchi giochi. Lì abbiamo mangiato un indimenticabile hamburger!!

Pensavamo di stancarci ad abbinare due città, ma direi che sulle facce dei miei piccoli viaggiatori non c’è alcuna traccia di stanchezza, ma solo tanta tanta felicità!

berlino con bambini 3

È proprio arrivato il momento di rientrare in Italia.

E una riflessione nasce spontanea. Prima di partire per Berlino, mille erano le domande e i dubbi che ci siamo posti, ma ora abbiamo solo una gran voglia di rifare le valige e ripartire per un’altra avventura! Tante sono le cose che vorremo trasmettere ai nostri figli, e molte purtroppo non ci riusciremo, ma è anche per questo che vale la pena viaggiare con loro.

Perché anche noi non smettiamo mai di imparare e non c’è cosa più bella di imparare insieme ai propri figli!!

Ti è piaciuto quello che hai letto?
Condividilo
Entra nel Club delle Famiglie Viaggiatrici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *